PRIMIER-O WEEK: RAGGIUNTI 850 ISCRITTI.. SI PUNTA AI 1.000 Stampa
Scritto da Fabiana   
Mercoledì 05 Giugno 2019 12:02

 

PRIMIERO (TN): La Valle di Primiero si prepara ad un altro grande appuntamento di Orienteering e lo fa con la forza dei numeri. Sono già infatti 850 i concorrenti che si sono iscritti alla Primiero O-Week in rappresentanza di 30 nazioni (2 tappe a passo Valles e una Val Canali più i prologhi di San Martino e Val Venegia) organizzato dall'US Primiero dal 9 al 13 luglio e che pare ormai lanciato con forza verso il raggiungimento dei 1.000 partecipanti. "Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo minimo che era di 800 concorrenti per ogni singola tappa - afferma Andrea Gobber, responsabile del sodalizio trentino - e ora tutto quello che viene è per noi un successo extra. Siamo a 850 adesioni ufficiali e continuiamo a ricevere richieste di informazioni. Se a ciò aggiungiamo il fatto che sotto data si aggiungono sempre alcuni ritardatari, direi che i calcoli in proiezione sono presto fatti".

Primiero non è nuova ad eventi di questo tipo ed infatti ha già ospitato di Campionati del Mondo Junior nel 2009 e la relativa 5 Giorni di contorno con oltre 3.000 partecipanti. La Primier-O Week è invece un format che ha preso vita 2 anni or sono e l'intento è quello di replicarlo con cadenza biennale.

A impreziosire il tutto da segnalare la presenza di RAI Sport che trasmetterà uno speciale di 30' dedicato all'evento e al territorio.

Nel frattempo gli atleti in maglia bianco, giallo e blu si stanno mettendo in evidenza anche in campo nazionale con il recente successo, il 4° consecutivo, nella Relay of the Dolomites che si è disputata all'Alpe di Siusi nel week end. Il quintetto composto da Giacomo Zagonel, Davide De Bona, Marco Orler, Nicole Scalet e Mattia Debertolis  ha preceduto il Park World Tour che vedeva al via Tommaso Scalet, Alessandro Bedin, Guglielmo Viale, Natalia Gemperle, Riccardo Scalet. Bronzo per il OLG - Goldau compagine svizzera che aveva nel proprio roaster Yves e Swen Aschwanden, promesse della nazionale rossocrociata oltre a Kornel Ulrich, Daniel Giger (4° al Mondiale Staffetta del 1999 in Scozia) e Miriam Wuersten. In particolare per Mattia Debertolis e Marco Orler si è trattato del 4° successo in 4 edizioni.