CALABRIA: ILIAN ANGELI E' NATO UN TALENTO. TROI LA CONFERMA Stampa
Scritto da Administrator   
Domenica 23 Giugno 2019 21:00

 

(I podi maschili e femminili delle catgorie Elite premiati da Sergio Anesi e Angelo Napolitano).

PIANI DI NOVACCO (CS): Il volto imberbe e acerbo di Ilian Angeli (1h: 32':19" Folgore Orienteering) abbaglia quanto il sole della Calabria. Il talento toscano, non ancora 18enne, vince nella categoria Elite una Long dura e si mette alle spalle atleti ben più quotati di lui come il trentino Samuele Tait (1h:32':57" Gronlait) e il bolognese Alessio Tenani (1h:33':08" Pol. Masi). A seguire Samuele Curzio (Pol Masi) e Ivano Bettega (GS Pavione).

Tra le donne invece non ci sono sorprese con Verena Troi (1h:18':01" Terlano) che vince davanti a Francesa Taufer (1h:25':31" US Primiero) e Jessica Lucchetta (1h:31':36" Tarzo).  Seguono Anna Caglio (Pol Besanese) e Martina Palumbo (Trent-O).

Subito le parole del vincitore che oggi ha rubato la scena a tutti con il suo exploit. "Mi sono iscritto nella Categoria Elite (il sito FISO lo aveva segnalato tra gli outsider) e ho voluto mettermi alla prova. Questi terreni e la distanza mi sono parsi da subito un ottimo allenamento in vista dei Campionati Mondiali di Danimaca del prossimo mese di luglio. Non ci ho pensato molto, mi sono buttato ed è arrivato un grande risultato che dedico al mio tecnico Emiliano Corona". Ricordiamo che quest'anno Angeli è stato 2° nella Long dei Campionati Mondiali Studenteschi in Estonia nel mese di maggio.

La sua gara: "Ho deciso di partire subito forte per prendere il ritmo ed affrontare al meglio la salita della prima parte. Si passava poi in una zona sotto il sole, nei prati, dove era pesante correre. Nel finale una serie di su e giù molto ostici, ma avevo ottime gambe e sono andato alla grande".

Chi è Ilian Angeli? "Vengo dalla Toscana, dalla Provincia di Lucca, esattamente da Seravezza. Sono nato nel 2002, tesserato per l'Orienteering Folgore, e questo è il mio primo anno di M18". 

Samuele Tait: "Vengo da un lungo periodo di riabilitazione (ha avuto una fascite plantare ndr) e Angeli era più veloce dal punto di vista fisico. Complimenti a lui".

LE DONNE. Verena Troi. "Una gara dura e le Long sono il mio terreno. La Calabria ci ha regalato boschi fantastici e tanta ospitalità. Ora guardo ai Mondiali Assoluti che si tengono tra 40 giorni".

Francesca Taufer: "Verena Troi è fortissima e non c'era storia. Personalmente sto cercando di guarire da alcuni problemi alla schiena".

I GIOVANI: In M16 vince Lorenzo De Biasi (Ori Tarzo), in W16 Iris Pecorari (Semiperdo Maniago), in M18, Francesco Mariani (Orsa Maggiore Roma), in W 18 Sara Mondin (Fonzaso). In M20 Enrico Mannocci (Pol Masi).  

All'evento calabrese è intervenuto il Commissario Straordinario FISO, Sergio Anesi: "Voglio esprimere il mio ringraziamento per gli organizzatori che sono vicini al nostro movimento. Ho visto tanto entusiasmo e spero che la Calabria possa crescere. Abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti per sviluppare l'Orienteering in Italia. Ora stiamo lavorando al futuro federale. La FISO si prepara ad andare ad elezioni nel gennaio 2020. Mi auguro di avere la sinergia di tutti voi per arrivare a questa data importante. Infine ringrazio le Amministrazioni Locali e mi auguro di tornare presto per un nuovo evento".

L'organizzatore, Angelo Napolitano con la sua ASD Valle Argentino, ha inoltre consegnato ad Anesi una targa ricordo. 

Le parole del Sindaco di Saracena, Renzo Russo: "Il Piano di Novacco ha dato un messaggio di unità nazionale e speriamo di essere stati all'altezza. Abbiamo fatto un bellissimo esperimento ospitando molti di voi nell'albergo diffuso. Sono servizi che vogliamo affinare per tutti i turisti. Le bellezze naturalistiche del Parco del Pollino spero possano fungere da richiamo per un vostro ritorno".

La prova odierna si è svolta in una tipica giornata di sole estivo. Tracciati a cura di Francesco Buselli.

CLASSIFICHE

DONNE: 

Dai Piani di Novacco, Pietro Illarietti