PESCA ALL’INGLESE A GIACOPIANE - VINCONO I SETTORI BOTTO E DEVOTO Stampa
Scritto da Administrator   
Mercoledì 31 Luglio 2019 12:34

Tags: Enrico Botto | Fi.Ma Chiavari | Matteo Devoto | Mattia Badaracco | pesca inglese

0a0mattia

Il lago di Giacopiane in questi mesi di luglio e agosto, sarà il palcoscenico per diverse manifestazioni agonistiche, per cui gli atleti di FI.MA Chiavari non si sono fatti mancare l’occasione per gli assestamenti tecnici organizzando questa domenica la prima prova del Campionato Sociale di pesca all’inglese in lago.


Il pescato non è stato particolarmente eccelso, anzi direi decisamente scarso composto da piccole scardole, alborelle e cavedani, assenti totalmente tinche e carpe, il tutto causato dal repentino abbassamento del lago in pochi giorni e il vento teso e freddo che spirava per l’intera durata della gara.
LA CLASSIFICA:
Su tutti svetta Enrico Botto (di Carasco), con il primo assoluto di 410 punti, con 9 catture tra cui un bel cavedano, il
pesce della vittoria, catturato all’ultimo minuto di gara; secondo posto assoluto per Matteo Devoto (di Chiavari) che
vince il proprio settore con 55 punti. Ambedue sono stati bravi e concentrati sino alle ultime battute.
Ma ha suscitato un particolare tifo l’ottima performance del giovanissimo Mattia Badaracco (12 anni) che ha resistito
a ben quattro ore di vento, convinto e più che deciso di mettere dei pesci in nassa, infatti chiude la gara con 175 punti
al secondo posto dietro a Botto, che lo ha battuto solo all’ultimo minuto con un bel cavedano. Chiude, quindi, in
classifica generale al terzo posto assoluto, convincendo sempre più che ha talento per nulla spaventato nel
confrontarsi al pari con campioni ben più vecchi e smaliziati di lui, e lo ha dimostrato già qualche domenica fa, nella
pesca del muggine dell’Entella.
Far gareggiare i “giovani” con gli adulti, è la strategia FIMA per svezzarli, per fargli prendere confidenza con la tecnica, dimostrandogli che possono battere i grandi “imparando”.
Ma se Mattia, sa farsi rispettare, dobbiamo ringraziare anche e particolarmente papà Gianfranco Badaracco, che nato in Val d’Aveto gli ha trasmesso la passione e lo porta a pesca, insegnando al figlio le tecniche di fiume e di mare, tanto che spesso prende più pesci di lui.
Quello che è successo anche questa volta, perché il papà G.Franco chiude il terza posizione nel settore con 130 punti, battuto appunto da Mattia.
Meno brillanti i piazzamenti di molti altri atleti, che dovranno “ridiscutere” la posizione di classifica nella prossima prova in programma il 28 luglio sempre a Giacopiane, le speranze sono ancora vive almeno x quelli che seguono: Umberto Righi, Alberto Cò, Andrea Castagnola, Alberto Cordano, Marco Chino, Riccardo Arvati, Rinaldo Superchi e Giovanni Bianchi.
Ma quello che conta di più nelle manifestazioni della FIMA è divertirsi, passare la domenica tra amici sinceri ed affiatati, per cui in Società qualsiasi occasione è buona per ritrovarsi sulle sponde di un lago, torrente o arenili e scogliere marine.

A.S.D. FI.MA Chiavari
www.fimachiavari.it  

Nella foto Mattia Badaracco insieme al papà Gianfranco

Ultimo aggiornamento Mercoledì 31 Luglio 2019 14:03