SA.SPO. CAGLIARI - CHIARA STATZU FA RECORD DEL MONDO LA MISSIONE A MACERATA VALE TRE ORI E UN BRONZO Stampa
Scritto da Administrator   
Venerdì 21 Giugno 2019 14:09

Tags: Chiara Statzu | SA.SPO. CAGLIARI | Simone Nieddu

Chiara e Simone dopo la premiazione

A Macerata c’è scappato pure il record del mondo.

Sulla pista dello stadio Helvia Recina, dove si sono tenuti i Campionati Italiani di Atletica agonisti FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali) i saspini raccolgono tre ori e un bronzo, ma tra quei metalli pregiati sfavilla in particolar modo quello indossato da Chiara Statzu che ha letteralmente disintegrato il precedente record del mondo negli 800 metri (categoria C21) abbassandolo a 3:45. A questa impresa la velocista marrubiese aggiunge l’oro nei 400 metri. La imita il suo compagno di scuderia Simone Nieddu che si impone negli 800 metri e guadagna il bronzo nei 400.
Rimane a mani vuote ma con tanto entusiasmo in corpo il cinquantatreenne Gaetano Manca che viaggia sui suoi tempi conservando intatti entusiasmo e passione che sono d’esempio per tante persone.
Il direttore tecnico della Sa.Spo Katia Pilia non nasconde la contentezza, offuscata in parte dalla mancata convocazione di Chiara ai Campionati Europei AADS e ITTADS che si svolgeranno a Tampere (Finlandia) dal 21 al 24 luglio. “Dispiace che una ragazza con uno stato di forma così palese, visti i risultati eclatanti – dice la sansperatina – non abbia ottenuto il giusto riconoscimento per la partecipazione ad un evento dove nelle sue gare sarebbe stata tra le favorite. Ma noi non ci scoraggeremo proseguendo con immutata passione il nostro lavoro nell’ottica di nuove soddisfazioni da toglierci”.
Nel primo giorno di gare la situazione meteo era abbastanza precaria con una cappa di umidità che si è appropriata dell’impianto sportivo subito dopo un acquazzone. “Non volevo essere nei panni degli atleti che hanno sofferto parecchio in questa situazione – prosegue Pilia – ma Chiara, Simone e Gaetano hanno comunque dato il massimo senza mostrare segni di insofferenza e proprio Chiara ha chiuso il giro di pista con un buon 1.37”.
Simone Nieddu, allenato dal tecnico Giuliano Massidda, ha sicuramente reso di più rispetto alle precedenti uscite stagionali, ma tutti sperano possa ritornare ai livelli di qualche anno fa quando era temutissimo a livello internazionale.
“Ci alleneremo fino alla fine del mese – conclude Katia – dopodiché ci prenderemo due mesi di vacanza”.
L’ultimissimo impegno in calendario, ma non ufficiale, è rappresentato da una camminata ludico – motoria che si svolgerà il 29 giugno a Maracalagonis, paese dove vive l’atleta saspino Giuseppe Pinna. Sarà l’occasione  propizia per salutarsi prima delle ferie estive.

Nella foto Chiara e Simone dopo la prestazione