Home Altri sport Ciclismo

La Ciclistica 2000 applaude Pedata nel proprio Trofeo Litokol

0
Ciclistica 2000
Ciclistica 2000 - Foto di gara 1° anno

RUBIERA (RE)  – Stamattina la Ciclistica 2000 Litokol ha dato vita, nella sua cittadina, con grande partenza davanti agli stabilimenti di via Falcone e start ufficiale (con arrivo sulla medesima linea) in località Fontana, alla tredicesima edizione del trofeo Litokol. La categoria interessata quest’anno è stata quella degli Esordienti.
Il punto chiave del circuito era rappresentato da un cavalcavia, reso impegnativo soprattutto dal doverlo scalare quasi da fermi poiché introdotto da una curva stretta a sinistra.

I 1° anno hanno affrontato 4 giri per complessivi 25.6 km. Tutto si è deciso nella tornata conclusiva: una caduta ha costretto al ritiro parecchi corridori, riducendo a metà dei partenti il numero di atleti al traguardo; contestualmente prendeva corpo, e resisteva alla salita, un’azione in tandem composta da Riccardo Collina (Ceretolese) e Giacomo Orlandi (San Marinese) con quest’ultimo a prevalere sul rettifilo, finalmente a segno dopo tanti piazzamenti. Sprint per il podio conquistato pochi metri più indietro da Ivan Casabona, della Pedale Senaghese, una formazione addirittura della provincia di Milano a testimoniare l’alto livello della manifestazione odierna.
Dopo la vittoria, Orlandi ha rivelato che a scatenare l’attacco è stata una sua compagna di squadra. Insieme ai ragazzini, infatti, hanno corso anche le ragazze Esordienti: prima classificata Anna Mucciarini, della modenese Serramazzoni.
Per quanto riguarda la truppa del direttore sportivo Fabio Ori: il meglio piazzato è Enea Ori 11esimo, poco più indietro un ottimo Leonardo Zanfi che in gruppo precede pure il forte Marcello Pelloni della Maranello; lievemente attardati Jacopo Loffredo e Marco Costi, sfortunato Riccardo Veroni che stava correndo bene ma è stato fermato da una foratura. Tra le donne, Carol Russotto ha dovuto abbandonare a metà percorso.

I 2° anno hanno affrontato 5 giri per complessivi 32 km. Un susseguirsi di tentativi solitari, ma alla fine è stata volatona: il fresco campione regionale Matteo Ghirelli, della Forlivese, ha concesso il bis regolando Manuele Borghi (Cotignolese), Mattia Sisti (Calderara Riduttori) e tutti gli altri. Tra questi Alessandro Pedata della Ciclistica 2000, che con un settimo posto centra la sua prima top ten stagionale, e può applaudire anche la bella prova del compagno Federico Zanarini che resta sempre coi migliori e chiude 16esimo.

L’organizzazione delle corse è un fiore all’occhiello del sodalizio rubierese, che in apertura di giornata ha garantito come di consueto un riscaldamento in piena sicurezza con la “Zona Nicolò”, ossia la chiusura al traffico nell’ora precedente al via; e in chiusura ha invece sorpreso i presenti con una premiazione particolarmente ricca. Nella quale, tra le altre cose, è stata riconosciuta alla Ceretolese la coppa di miglior squadra sommando i risultati delle due gare.

Ecco il commento di Ruggero Rivi, presidente della Ciclistica 2000, a margine di questo trofeo Litokol: «Anche nel 2022 siamo riusciti a organizzare una gara complessa, siamo davvero soddisfatti della partecipazione e che sia andato tutto bene. Innanzitutto ringrazio gli sponsor che ci hanno permesso di allestire la manifestazione; inoltre ringrazio i numerosi volontari, dato che l’organizzazione di una corsa giovanile è sempre difficile; e ringraziamo le forze dell’ordine e le amministrazioni locali che ci hanno consentito di strutturare l’evento. Chiaramente ci ha fatto piacere che il nostro Pedata si sia “sbloccato” e che tutti si siano comportati bene. Proprio una bella giornata, ci rivediamo l’anno prossimo!»

Prima però c’è il futuro immediato. Il prossimo impegno del team di Rivi e della famiglia Tondelli sarà già giovedì, quando a Fognano saranno in scena i G4, i G5, i G6 e gli Esordienti di entrambe le annate nel trofeo Vergalli Acciai: una competizione “tipo pista” cioè ad anello chiuso, allestita dalla scuola ciclismo Parma.

Previous articleChampions du Futur 2022-Exciting finale in Franciacorta
Next article“Psycopratika”, il singolo d’esordio elettro-pop di La Sofy