Home Sport acquatici Pallanuoto

La Locatelli Genova in vetta alla classifica

Locatelli Genova
Le ragazze della U.S. Luca Locatelli Genova

La Locatelli Genova conquista la vetta della classifica. Le lontre mettono le mani sul big match, blindano la partecipazione ai playoff per la A1 (sarà la seconda volta nella storia della società), conquistano la vetta solitaria della classifica e mantengono vivi i propri sogni. Lo fanno con una gara dalla vigilia tormentata da una settimana difficile, per le precarie condizioni di salute di molte atlete,fra le quali il prezzo più alto lo ha pagato Maddalena Canepa, forte difensore classe 2007, costretta a disertare l’attesissimo incontro col Torino, probabilmente il più importante match della domenica su tutto il territorio nazionale; soprattutto lo fanno con una condotta di gara eccellente, con punte di altissimo livello e qualche raro passaggio a vuoto, un vero esame di maturità (uno dei tanti di questa stagione) superato a pieni voti.
Piscina gremita di un pubblico estremamente caloroso e appassionato, ma le lontre non si fanno intimorire e conquistano due rigori in pochi minuti nei quali una strepitosa Federica Ignaccolo para le due conclusioni di una coraggiosa Eleonora Bianco, recuperata al match poche ore prima del fischio di inizio ma ancora palesemente indebolita dalla febbre. La Locatelli macina molto gioco, ma è Torino a passare in vantaggio con Elisa Catto. Le ragazze di Carbone alla prima superiorità numerica passano con Eleonora Bianco che con una staffilata dimostra di avere assorbito gli errori dal dischetto e conquista il pareggio, ma Llacia dopo poco riporta in vantaggio le piemontesi che chiudono così, sul 2-1, la prima frazione. Il secondo tempo delle lontre è però mortifero, ricorda certe memorabili scene con tanto di sottofondo wagneriano di Apocalypse Now (o forse Nau, perchè l’inserimento di una incontenibile Nausicaa Magaglio è fra le note più positive di questa frazione e forse dell’intera gara): la cavalcata delle lontre prende il la da una chirurgica entrata di Margherita Minuto che regala il 2-2, poi Ravenna porta per la prima volta in vantaggio la Locatelli (che non verrà più ripresa) con una grande realizzazione su rigore, Arianna Banchi mette il turbo e crea il break decisivo con una doppietta e ancora Ravenna con un tracciante dei suoi non lascia scampo alla incolpevole Ignaccolo e chiude il pokerissimo (0-5) che costituisce il parziale del secondo tempo, mentre il tabellone recita Torino 2 Genova 6. Nel secondo tempo inizia anche lo show di una delle altre convalescenti di giornata, Asia Avenoso, che erge un vero muro, subendo in oltre due tempi, per la precisione 21 minuti effettivi di gioco, solamente un gol, togliendosi anche lusso e soddisfazione di parare, nel terzo tempo un importante rigore a D’Amico. E proprio nel terzo tempo arriva grazie alle due bomber di giornata, Banchi e Ravenna, il massimo vantaggio (2-8), per la squadra di Carbone. Il finale di tempo vede Andreeva realizzare in superiorità la rete dell’ 8-3 con la quale si va all’ultimo intervallo.L’ultimo tempo scorre sui binari dell’equilibrio, Mini in superiorità riavvicina Torino sul 4-8, ma Nucifora dalla linea esterna prepara e poi conclude magistralmente per il 4-9 ed infine alla rete del 5-9 di Catto risponde Magaglio che raccoglie i frutti di un grande lavoro ed insacca la rete del 5-10 finale con una bella “sciarpa” dal centro.
Vittoria di squadra indiscutibile in una partita di grande valore ed importanza per la Locatelli Genova, attesa dalla insidiosa trasferta di Imperia (domenica prossima alle 11) dove è vietato sbagliare.

Commento del tecnico della Locatelli Genova, Stefano Carbone: “Una bellissima vittoria, oggi decisamente abbiamo giocato meglio delle avversarie , meritando il successo, avendo sconfitto non solo le forti giocatrici della Aquatica Torino, ma anche i numerosi infortuni e acciacchi vari patiti in settimana, costatici anche l’assenza di Maddalena Canepa alla quale dedichiamo i tre punti. Mi piace molto la capacità di assorbire le negatività, gioco pesante compreso, che hanno queste ragazze. A sprazzi sembriamo quasi una squadra di categoria superiore, ma solo a sprazzi. Cercheremo di lavorarci, come sempre. Un ringraziamento particolare oggi lo voglio fare alle molte che hanno giocato in condizioni precarie di salute, sono questi gli esempi che le più giovani devono seguire. Abbiamo recuperato in tempi incredibilmente brevi l’umiltà persa due settimane fa, ora dobbiamo mantenerla fino alla fine, a partire dal prossimo insidioso incontro di Imperia”.

Aquatica Torino-U.S.Luca Locatelli Genova 5-10
(2-1; 0-5; 1-2; 2-2)

Aquatica Torino: Ignaccolo (cap.), Crepaldi, Catto 2, Llacja 1, Barbero, Panero, D’Amico, Liardo, Fasolo, Mini 1, Andreeva 1, Orsenigo, Vitale Allenatore: Gianluca Garibaldi
Locatelli Genova: Avenoso, Bianco 1, Sponza, Banchi 3, Ravenna (cap.) 3, Padula, Minuto 1, Nucifora 1, Lombardo, Magaglio 1, Frisina, Polidori, Scigliano .Allenatore: Stefano Carbone

Arbitro: Sig. Pavanetto

Superiorità numeriche:
Aquatica Torino: 2 su 9 più un rigore parato da Avenoso
Locatelli Genova: 5 su 10 più tre rigori di cui due parati da Ignaccolo