Home Altri sport Motori L’Autodromo di Varano saluta il CIV Junior

L’Autodromo di Varano saluta il CIV Junior

0

Un fine settimana dal caldo torrido ha caratterizzato il terzo round del Campionato Italiano Velocità Junior. Doppie gare presso l’Autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari per Ohvale 160/FIM MiniGP Italy Series, Mini GP e FMI Aprilia Sport Production SP1 e SP2. Il Settore Tecnico della Federazione Motociclistica Italiana ha organizzato vari appuntamenti istruttivi culminati con il giro di pista in cui tutti i giovani piloti hanno potuto studiare il tracciato in vista delle due gare in programma.

Nella Ohvale 160/FIM MiniGP Italy Series ottimo ritmo di Cristian Borelli in gara uno che vince scattando dalla pole e mantenendo la prima posizione per tutta la gara. Gabriel Fabio Vuono non riesce a mantenere il contatto nei primi giri chiudendo secondo con Edoardo Liguori a seguire che stacca il gruppo degli inseguitori. In gara due Edoardo Liguori sopravanza Gabriel Fabio Vuono e Cristian Borelli che, scattato dalla prima casella, perde due posizioni. Borelli e Vuono non si fanno attendere, hanno un passo migliore e prima sorpassano poi staccano Liguori a suon di tempi record. Alla bandiera a scacchi arrivano nell’ordine Borelli, Vuono staccato di soli quattro decimi e Liguori ad oltre sei secondi. Con quattro vittorie e due secondi posti Cristian Borelli è il leader di campionato con 140 punti seguito da Edoardo Liguori con soli 104 punti e Gabriel Fabio Vuono a una sola lunghezza con 103 punti.

In Mini GP, stacco frizione non ottimale per il poleman Manfredi Balducci che in gara uno scivola subito in settima posizione ma a suon di giri veloci riesce a risalire fino al terzo posto. Matteo Gabarrini e Mathias Tamburini tagliano il traguardo rispettivamente in prima e seconda posizione dopo una volata al termine di una lotta iniziata già al settimo giro. Anche in gara due Balducci non riesce a trarre il meglio dalla pole position perdendo varie posizioni allo start. Gruppo di testa ben folto con sette piloti racchiusi in due secondi. I primi si danno battaglia per otto giri fino a quando Elisabetta Monti scivola, obbligando il direttore di gara ad esporre la bandiera rossa con conseguente fine anticipata della gara dopo soli sette giri. La classifica dell’ultimo giro decreta Giacomo Noto vincitore seguito da Gabriel Tesini secondo e Luca Maria Casagrande Contardi terzo. Matteo Gabarrini vince gara uno e con il dodicesimo posto di gara due si conferma leader nella classifica generale con 108 punti. Gabriel Tesini e Mathias Tamburini seguono rispettivamente con 96 punti e 83 punti.

Nella categoria FMI Aprilia Sport Production SP1, lotta serrata in gara uno tra Gianmaria Ibidi e il poleman Erik Michielon con il primo che riesce ad imporsi sull’avversario all’ultimo giro andando a vincere. Michielon passa secondo sotto la bandiera a scacchi, Valentino Sponga chiude il podio dopo la caduta di Cecchini che lo inseguiva. Scatta bene dalla pole position Erik Michielon in gara due mentre ci sono problemi per Gianmaria Ibidi che, costretto a partire dalla pit lane, con 2 giri di ritardo fa segnare il record della pista. Michielon cade all’ultimo giro regalando la vittoria a Christian Stringhetti seguito da Mattia Cecchini e Valentino Sponga risaliti rispettivamente dalla sesta e quinta posizione. Con una vittoria e un quindicesimo posto Gianmaria Ibidi aggiunge 26 punti alla classifica di campionato ribadendo la sua leadership con 108 punti. Valentino Sponga sale in seconda posizione con 92 punti e Maxime Schmidt passa dal secondo al terzo posto totalizzando 89 punti.

Per la classe FMI Aprilia Sport Production SP2, in gara uno vince Lorenzo Frasca dopo le cadute di Leonardo Abruzzo, Mattia Bosello, Enej Krsevan e Daniel Da Lio. Il podio si completa con Samuel Treccani in seconda posizione e Massimiliano Moro in terza. Scatto perfetto in gara due per Leonardo Abruzzo dalla pole position mente Lorenzo Frasca approfitta dell’assenza di Mattia Bosello per guadagnare la seconda posizione. Abruzzo, Frasca ed Enej Krsevan ingaggiano una lotta con un passo che gli porta un vantaggio incolmabile per Samuel Treccani. All’arrivo vince Abruzzo seguito da Krsevan e Frasca, che con quattro vittorie, un quarto e un terzo posto, rimane primo in campionato con 129 punti aumentando il gap sul secondo Leonardo Abruzzo che somma 106 punti. Terzo con 72 punti è Mattia Bosello.

In osservanza dei decreti governativi in vigore, tutte le prove libere continuano a svolgersi seguendo le norme per contrastare la diffusione del virus COVID-19. Resta un tetto di iscritti in ciascuna giornata, per ogni pilota è consentito un numero ridotto di accompagnatori. Le direttive hanno opportune variazioni in base alla tipologia delle prove libere. Tutte le informazioni, compresi gli orari e le modalità di iscrizione, sono sempre disponibili sul sito ufficiale www.varano.it, consultabile anche da smartphone.

 

 

 

Antonio Caruccio

Previous articleMA/IN Festival di musica contemporanea e arti digitali a Lecce dal 25 al 27 giugno
Next articleLA ISLAND MOTORSPORT ALLA VOLTA DEL MONTE TITANO