Home Altri sport Sport Invernali Le gare di Top 50 – PDH Cup all’interno del nuovo Race...

Le gare di Top 50 – PDH Cup all’interno del nuovo Race Future Club by Fisi

0
TOP 50 - PDH Cup

Le gare di Top 50 – PDH Cup, in programma a Pila il 14 e 15 dicembre, saranno i primi due appuntamenti di Race Future Club by Fisi, il nuovissimo circuito appena lanciato che è stato ideato dalla rivista Race Ski Magazine e che ha incontrato il grande interesse da parte della Federazione Italiana Sport Invernali e del suo presidente Flavio Roda.

È un circuito che racchiude tutte le gare del calendario nazionale riservate ai Ragazzi e agli Allievi. Una sorta di Coppa del Mondo per quegli atleti che rappresentano il futuro dello sci alpino italiano; un motivo in più per incoraggiare i giovani che provano a raggiungere l’alto livello e che ogni giorni fanno sacrifici, dividendosi tra i libri di scuola e intense sedute di allenamento.

Dunque si parla di classifiche e di punti in palio, a iniziare proprio dalla prima edizione di TOP 50 – PDH Cup che si svolgerà tra pochissimi giorni e che aprirà la stagione dei Children in Italia. Particolare il premio: i primi cinque atleti di questa classifica vinceranno uno stage di due giorni con i tecnici della squadra nazionale italiana. Un camp in cui il gruppo di 20 atleti (5 Ragazzi femminile, 5 Ragazzi maschile, 5 Allievi femminile e 5 Allievi maschile) potrà accrescere il già ricco bagaglio tecnico e conoscere le metodologie di lavoro dei tecnici federali.

IL REGOLAMENTO

Le classifiche vengono stilate dalla redazione di Race ski magazine, utilizzando la tabella di Coppa del Mondo e attribuendo punti ai migliori 30 atleti della gara. Sono 10 le prove inserite, ovvero tutte quelle dei Ragazzi e degli Allievi che trovano spazio nel calendario nazionale. Gigante e slalom Top 50 – PDH Cup (dicembre – Valle d’Aosta), gigante e slalom Alpe Cimbra (gennaio – Folgaria), gigante e slalom del Pinocchio sugli Sci (marzo – Abetone), superG, gigante e slalom dei Campionati Italiani (marzo), gigante 1 del Memorial Fosson (aprile – Pila). La graduatoria verrà stilata prendendo un massimo di otto risultati, scartando dunque i due peggiori, se disponibili.

DAVIDE MARTA, EDITORE RACE SKI MAGAZINE

«Abbiamo pensato che agli atleti della categoria Children servisse un’esperienza. Viviamo in un mondo pieno di oggetti: un casco, dei guanti, una tuta o una coppa in più, consegnati a una premiazione, non aggiungono né tolgono nulla. I ragazzi scelgono cosa vogliono utilizzare e sono più bravi di noi in questo. Avvicinarli invece all’alto livello, organizzando uno stage ufficiale con la FISI, pensiamo sia un incentivo a crederci e a continuare ad allenarsi con passione e impegno. Non si tratta né di esasperazione, né di verticismo. Chi decide di fare sport ad alto livello, lo fa per provare a eccellere. Vogliamo dare un segnale in questo senso e rendere meno distante il sogno».