Home Altro Lettera redatta da “Idee Giovani UniGe” e da “Sinistra Universitaria”

Lettera redatta da “Idee Giovani UniGe” e da “Sinistra Universitaria”

0

Lettera redatta dall’associazione studentesca universitaria “Idee Giovani UniGe” e dall’associazione “Sinistra Universitaria”:

Al Presidente della Giunta Regionale, Dott. Giovanni Toti
Al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Genova, Prof. Federico Delfino
Alla Delegata del Rettore alle Pari opportunità e Inclusione, Prof.ssa Angela Celeste Taramasso

Siamo studentesse e studenti universitari che, alla luce dei sempre più frequenti eventi di violenza e discriminazione di genere a livello sia locale sia nazionale, ci siamo chiesti cosa ognuno di noi possa fare per bloccare una scia di sangue e violenze ormai incessante.
Siamo consapevoli degli strumenti messi in atto per supportare e accogliere le richieste di chi ne ha bisogno, ma serve farli conoscere maggiormente e, laddove sia necessario, implementarli.
In Liguria esistono già 9 Centri Antiviolenza accreditati con la Regione, Centri che accolgono chi ha subito violenza di genere indipendentemente dalla nazionalità, etnia, religione, orientamento sessuale, stato civile, credo politico e condizione economica. Presso questi luoghi si trovano sportelli di ascolto, dove i cittadini possono essere supportati, ricevere colloqui di accoglienza e ascolto telefonico.
Crediamo d’altronde che, istituirne altri all’interno delle strutture dell’Università degli Studi di Genova, possa agevolarne l’accessibilità per la Comunità accademica tutta. Tale proposta potrebbe essere realizzata grazie al dialogo e alla collaborazione con i Centri antiviolenza sopra citati e sotto la supervisione del Consulente Fiduciario di Ateneo. Questa è infatti una figura super partes chiamata a prevenire, gestire e aiutare a risolvere i casi di mobbing e di molestie che hanno luogo nell’ambiente di lavoro o di studio dell’Ateneo.
Riteniamo altresì fondamentale ricordare che già esiste un numero gratuito di pubblica utilità antiviolenza e stalking – 1522 – attivo 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno ed è accessibile dall’intero territorio nazionale gratuitamente, sia da rete fissa che mobile.
Non crediamo sia ulteriormente necessario ribadire l’importanza che una tale misura potrebbe avere, non solo per la Comunità accademica ma per l’intera comunità cittadina.

Studentesse e Studenti di “Idee Giovani UniGe” e “Sinistra Universita”

Previous articleSerie A: non bastano le doppiette di Zapata e Vlahovic, decide il rigore di Ilicic
Next articleIL RINNOVATO ŠKODA KODIAQ IN PRIMA MONDIALE DIGITALE DOMANI 13 APRILE