Home Altro Varie

Lock-mind. Due diari dalla pandemia, Enrico Damiani Editore

0
Enrico Damiani Editore

Pietro Roberto Goisis e Angelo Antonio Moroni, “Lock-mind, due diari della pandemia” – Enrico Damiani Editore. Due psicoanalisti raccontano in diretta i giorni dello smarrimento.

Autore: Angelo Antonio Moroni, Pietro Roberto Goisis
Prezzo Cartaceo: 18 €
Prezzo eBook: 9,99 €
Data di uscita: 24/02/2022
Formato: 11,5 x 16,5 cm
Pagine: 272
ISBN: 9791254560013
ISBN ebook: 9791254560099

Marzo 2020. Un virus si aggira tra noi. L’Italia e il mondo si fermano, ma quella che nasce come una pausa temporanea si trasforma in una paralisi tanto inedita quanto sconvolgente.

In questo silenzio scandito da canti serali e immagini tragiche che sfilano alla televisione, prendono forma, indipendenti eppure connessi, i diari dal campo di due psicoanalisti alle prese con la sofferenza propria e altrui. Angelo Moroni ha vissuto il primo lockdown, giorno per giorno, con paziente attesa e osservazione analitica. Roberto Goisis si è ammalato gravemente e, una volta sopravvissuto, ha ricostruito le tappe della propria storia.

Ognuno dei due perso nella solitudine di quei momenti, ma in relazione con chi li viveva insieme a lui. Nati come diversivo e necessari per chi li ha scritti, questi giornali di bordo si fanno testimonianza, raccontando un’esperienza personale che si trasforma in indimenticabile vicenda collettiva.

L’esperienza dell’epidemia sembra aver fatto germinare un sentire comune, un “unisono”, quasi stessimo sperimentando una condizione di scoperta in “serendipità”. Forse non è un caso che, in parallelo, e all’insaputa l’uno dell’altro, il 10 marzo 2020 iniziasse sia il Diario di Angelo, quello di uno psicoanalista dentro il lockdown, sia il Diario clinico di Roberto, dentro l’ospedale e la malattia.

Mentre io, Angelo, scrivevo, giorno dopo giorno a partire dal 10 marzo 2020, sulla mia pagina Facebook, pensavo al mio diario psicoanalitico come a un “diario di guerra”, e immaginavo il mio studio, vuoto di pazienti, come una “tenda da campo”. Il gracchiare dell’audio del computer che mi faceva arrivare le voci dei miei pazienti, a loro volta blindati in casa per via della quarantena imposta dal governo, mi ricordava le comunicazioni via radio militare durante la Seconda guerra mondiale. Oppure i camionisti radioamatori, che nella solitudine degli abitacoli, sfrecciando su grigie e fredde autostrade, cercano una voce umana, un contatto con i loro simili. È stata dura, in quasi tre mesi di lockdown, stare lontano dai pazienti, così come è stata dura condividere con loro il senso di impotenza e di dolore che hanno provato.

Mentre Angelo scriveva il “suo” diario, io Roberto, in maniera per certi versi analoga, iniziavo a mettere insieme i pezzi della storia, il “mio” Diario clinico, quello di uno psicoanalista strappato al lavoro e alla vita dalla violenza brutale del virus. Anch’io ho abitato una sorta di tenda da campo, non perché l’ospedale dove sono stato ricoverato non fosse all’altezza, quanto perché la novità della malattia, l’ignoranza sanitaria sulle sue manifestazioni, l’assenza di evidenze cliniche sulle cure più efficaci mi hanno fatto davvero sentire in una condizione di emergenza. Uscito, anche realmente, da quella tenda, ho potuto riprendere la mia condizione professionale di psicoanalista, ritrovare i pazienti e i colleghi, in qualche modo affiancarmi e diventare uno dei protagonisti del Diario di Angelo.

Questi diari, così come i loro autori, si trovano, si scoprono, si riconoscono e si intrecciano, consegnandoci una lettura coinvolgente, che lascia senza fiato. E invita a ricordare, riflettere, rinascere.

Gli autori

Pietro Roberto Goisis (1953), medico, psichiatra, psicoanalista, membro ordinario SPI e IPA, svolge attività clinica e formativa da più di quarant’anni in Enti pubblici e privati. Il suo saggio “Sopravvivere al Coronavirus” ha ricevuto una Menzione all’edizione 2020 del Premio Cronin. Nel 2021 si è classificato secondo nella sezione Narrativa del Premio con il racconto Venute al mondo e ha pubblicato il libro Nella stanza dei sogni con Enrico Damiani Editore.

Antonio Angelo Moroni (1965), psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista membro ordinario SPI e IPA, è socio fondatore del Centro Psicoanalitico di Pavia (SPI) e collabora come supervisore di Comunità psichiatriche italiane e Servizi Neuropsichiatrici del Canton Ticino. Nel 2021 ha curato con Giuseppe Pellizzari Una stanza tutta per me. Manuale di psicoterapia psicoanalitica dell’adolescente, edito da Mimesis. È uno dei responsabili della sezione “Cinema e Psicoanalisi” di Spiweb, sito ufficiale della Società Psicoanalitica Italiana. Questo diario è stato pubblicato sulla pagina Facebook dell’autore a partire dal 10 marzo 2020.

Questo libro è uscito nel 2021 in lingua inglese per Routledge (Londra-New York) con il titolo Psychoanalytic Diaries of the COVID-19 Pandemic.

www.enricodamianieditore.com/product/lock-mind/

Previous articleSquadra Corse Città di Pisa al Valle del Tevere
Next articleLega Pro Girone B