Home Altri sport Motori Magliona Motorsport e Mannu al Rally del Grappolo su Clio R3

Magliona Motorsport e Mannu al Rally del Grappolo su Clio R3

0
Magliona Motorsport - Renault Clio di classe R3C

Fra gli oltre 180 iscritti al Rally del Grappolo il 15-16 maggio sarà in gara anche l’equipaggio della scuderia Magliona Motorsport formato da Giuseppe Mannu e, nel ruolo di navigatore, da Massimiliano Frau. Per i due portacolori del sodalizio sassarese si tratta di un impegno particolarmente importante in vista della stagione 2021, che, al terzo anno insieme, li vede esordire sulla Renault Clio di classe R3C preparata dalla Tomauto Sport in collaborazione con Flavio Brossa. Dopo i successi in classe N3 è dunque tempo di nuove sfide al volante della versione R3 della berlina francese per il pilota di Osilo, che dopo l’impegno nel rally piemontese tornerà a calcare le strade delle gare di casa.

“E’ davvero bello ritrovarsi di nuovo in gara e sotto le insegne della Magliona Motorsport – dichiara Mannu -; un motivo in più è il fatto che il Rally del Grappolo per noi è la prima esperienza su quest’auto e non nascondo la curiosità che sento nel poterla provare. Di fatto sarà una gara-test per macinare chilometri e metterla a punto in vista degli impegni casalinghi nei rally sardi, a iniziare da quello del Parco Geominerario. L’obiettivo stagionale sarà infatti disputare e ottenere risultati nella Coppa Italia Rally nona zona.”

Sabato 15 maggio in programma le operazioni di verifica e lo shakedown, prima occasione di “collaudo” su strada per auto ed equipaggi. La partenza del Rally “Il Grappolo” è fissata per domenica alle 8.00 in Piazza della Libertà a San Damiano d’Asti. Durante la giornata “Ronchesio”, “Revigliasco” e “Ferrere” sono le tre sfide contro il cronometro da percorrere due volte per un totale di sei prove speciali. Arrivo nel pomeriggio in via Hope (per info: www.sandamianorallyclub.it).

Previous articleNo ai test rally abusivi: netta condanna di AC Lucca alle prove non autorizzate
Next articleMagri e in salute mangiando burro e formaggio: l’innovazione culinaria degli Impossible Food