Home Altri sport Atletica e Podismo

Mandamento Tour a Casalbordino per l’undicesima volta come tradizione vuole a dicembre!

0

L’Asd Runners Casalbordino è in periodo di super attività in questo finale di stagione. Tra tante partecipazione in gare regionali, fuori Abruzzo e anche alla Maratona di New York con alcuni rappresentanti, sta mettendo a punto gli ultimi dettagli organizzativi del Mandamento Tour in programma domenica 11 dicembre.

Vietato mancare all’undicesima edizione che quest’anno abbraccia tutto il territorio dei Comuni dell’Unione dei Miracoli (Casalbordino, Pollutri, Villalfonsina e Scerni che patrocinano l’evento) nel quale è stato disegnato il percorso di 22,5 chilometri e di 10 chilometri da portare a termine senza alcuna velleità agonistica.

Un coinvolgimento reso possibile dal supporto dei sindaci dei quattro comuni Filippo Marinucci, Nicola Maria Di Carlo, Mimmo Budano e Daniele Carlucci. Nel dietro le quinte rilevante la collaborazione con l’Avis Casalbordino-Don Antonio Tobia, il supporto della vicesindaca di Casalbordino Carla Zinni e dall’assessore allo sport Umberto D’Agostino che è anche un atleta a tutti gli effetti della Runners Casalbordino.

Previsti alcuni ristori nei due percorsi, il pacco gara ai primi 200 iscritti, premi per le prime 5 società regionali più la prima extraregionale e 10 premi a estrazione per tutti i classificati.

Un momento di incontro che sarà sicuramente gradito tra tutti i podisti abruzzesi (aderenti al circuito Corrilabruzzo Uisp che assegna 100 punti) in memoria di Luigi Di Cocco, vice sindaco di Casalbordino scomparso nel 2020, presenza immancabile nelle precedenti edizioni del Mandamento Tour.

L’appuntamento è alle 8:45 nel piazzale della Basilica Madonna dei Miracoli. Prevista prima della partenza la consueta benedizione all’interno della chiesa con la foto di rito e la tanto attesa partenza con il chiassoso serpentone di atleti che colorerà d’entusiasmo l’allenamento podistico più lungo d’Abruzzo.

Previous articleSerie B: vince il Pisa
Next articleSerie B: nulla di fatto a Palermo