Home Altro Varie “Marcia per la Pace” di alunni e insegnanti della scuola varazzina

“Marcia per la Pace” di alunni e insegnanti della scuola varazzina

0
Scuola
Scuola Casanova manifestazione per la Pace

Difficile trovare un aggettivo per descrivere la “Marcia per la Pace” svoltasi nella tarda mattinata di mercoledì 2 marzo a Varazze, organizzata dalla “Rivista Tecnica” della Scuola “L’Italia rifiuta la guerra”, con la massiccia e ordinata adesione degli alunni ed insegnanti dell’Istituto Comprensivo “Nelson Mandela” in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Varazze, presente con il Sindaco Ing. Luigi Pierfederici e l’Assessore Mariangela Calcagno.

A noi pare più appropriato chiamarlo “Un fiume di vita” il lungo serpentone di giovanissimi, di ambo i sessi, che con slogan e cartelli, inneggianti alla convivenza pacifica fra i popoli e contro l’aggressione criminale dell’esercito russo alla democratica Ucraina, hanno percorso l’itinerario che dalla sede della Scuola primaria “G. Massone” in via Recagno, è sfilato lungo via Malocello, piazza Beato Jacopo, piazza S. Ambrogio, piazzetta De Andrè, con ritorno sul lungo mare, per concludersi infine in piazza Dante, in un ripudio di spontaneità e di sentita partecipazione, che ha coinvolto tutta la cittadinanza.

L’Assessore Mariangela Calcagno, sempre presente e attiva nel novero della vita della Scuola (ex Insegnante, n.d.r.), ha rappresentato l’Amministrazione Comunale coordinando la “Marcia della Pace”, con il prezioso supporto del corpo insegnanti della Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo Varazze – Celle “N. Mandela”, il tutto in un’atmosfera di compresa solidarietà con i fratelli ucraini, nella consapevolezza del complesso momento storico che sta vivendo l’Europa: «naufragio di civiltà», come lo ha definito Papa Francesco. Un esempio che viene dai giovani per un mondo veramente a misura d’uomo.

In contemporanea, le classi della Scuola Primaria di Casanova, hanno manifestato la loro adesione all’iniziativa per la “la Pace”, realizzando disegni a tema e partecipando alla protesta con giochi e canti liberatori organizzata nel cortile del plesso scolastico.

(Mario Traversi)

www.ponentevarazzino.com