Home Altri sport Motori

Mattia Vita da top ten a Scandicci

Mattia Vita
Mattia Vita (Foto AmicoRally)

Lucca – Seconda gara della stagione, per Mattia Vita, al primo Rally di Scandicci-Colli Fiorentini, durante lo scorso fine settimana, e nuova performance di spessore, per il 27enne lucchese, alla seconda esperienza con una Peugeot 208 Rally4, affiancato dal piemontese Alessio Foresto, con la 208 Rally4 della Gima Autosport.

L’attività sportiva di Vita ha subìto un radicale allentamento a causa dell’avvio di una interessante attività imprenditoriale legata al restauro di vetture Fiat 500 d’epoca. Un’attività che soprattutto esporta in tutto il mondo le mitiche vetture della Casa torinese, ricostruite fedeli in tutto all’originale, un vero “cult” internazionale.

Tornando alla gara fiorentina, dopo la seconda posizione di categoria dello scorso ottobre al Rally del Rubinetto in Piemonte, per l’ex kartista è arrivato il successo tra le vetture a due ruote motrici alla gara sui colli fiorentini e un notevole sesto posto assoluto, sempre con al fianco Foresto, con il quale vi è amicizia da lunga data, in quanto anche lui pilota di kart. La coppia, peraltro, si è formata quasi per gioco e adesso hanno voglia di puntare a qualcosa di importante per il 2024, visto il forte feeling che si è creato in abitacolo.

Per Vita e Foresto è stata una continua serie di sensazioni positive in un tracciato molto veloce, che ha permesso di lavorare bene sul set-up, ottimizzando al massimo le prestazioni. Parlano da soli i riscontri cronometrici parziali, sempre dentro la top ten assoluta e soprattutto in continua bagarre con vetture di categoria superiore.

“È stata un’esperienza di alto profilo – commenta Mattia Vita – con la vettura abbiamo capitalizzato l’esperienza della prima gara corsa in Piemonte, ci siamo subito adattati alle caratteristiche del percorso, molto tecnico e veloce, la vettura ci ha assecondati al meglio. Abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra, trovando le soluzioni giuste di assetto, il risultato ci ha appagati”.

Il fine stagione, per Vita e Foresto, dovrebbe riservare una ulteriore gara, le cui linee si stanno definendo in questi giorni e non è da escludere che sia con una vettura a trazione integrale.