Home Altro

Minerva – Sono arrivati i nuovi FATTERELLI BOLOGNESI. Storie della storia di Bologna

0

I FATTERELLI BOLOGNESI
Storie della storia di Bologna

NUOVA EDIZIONE

Piccole perle letterarie, belle da leggere e utili per conoscere la storia di Bologna.

L’idea è quella di raccontare le bellezze della città felsinea usando le illustrazioni per bambini, parlando ai piccoli delle tante meraviglie che li circondano e loro stessi vivono senza conoscerne l’origine, mettendo in primo piano i personaggi delle storie. Scoprendone fatti, gioie e dolori della loro città, i bambini imparano a volerle ancora più bene e a rispettarla come merita, diventando così cittadini consapevoli e responsabili.

I “Fatterelli bolognesi”, sono scritti come lo sono le favole e le leggende; si prestano alla lettura da parte di adulti e piccini.

La collana nasce per aiutare i piccoli e giovani a conoscere le origini e la storia della loro città attraverso luoghi, persone, accadimenti e leggende.

———————————————————-

LE TAGLIATELLE DI LUCREZIA

Lia Celi

Francesca Ghermandi

Andrea Santangelo

La leggenda narra che le squisite tagliatelle siano nate alla corte di Giovanni II Bentivoglio. Correva l’anno 1502 e Lucrezia Borgia stava andando a Ferrara per sposarsi. Il viaggio era lungo e la carovana fece un’ultima diplomatica sosta a Bologna. Bisognava preparare il pranzo per duecento dame e cavalieri ed ecco che su Zefirano, cuoco di corte, cadde una responsabilità non da poco: da quella tavola gli Este e i Borgia dovevano alzarsi soddisfatti e alleati. Specie con un tipo come Cesare Borgia che aveva già l’acquolina in bocca all’idea di conquistare Bologna.
Il racconto coinvolge i lunghi e biondi capelli di Lucrezia e quelli della piccola Nina in un crescendo di tenerezza e umorismo deliziosi come le tagliatelle. Ogni riferimento al Rinascimento italiano non è puramente casuale…

Scopri il libro: https://minervaedizioni.com/le-tagliatelle-di-lucrezia.html

——————————————–

IL DRAGO DI BOLOGNA E ULISSE ALDROVANDI

Francesco Nigro

Luca Parisi

Questo è un piccolo giallo zoologico. Si racconta del Drago di Ulisse Aldrovandi, un eccezionale naturalista che raccolse piante da ogni dove, studiò insetti, pesci e animali d’ogni genere, indagò le più stupefacenti stramberie naturali. Nella sua immensa e meravigliosa collezione c’era posto perfino per i mostri e, perchè no? Anche per i draghi. Un libro per trovarci pronti a festeggiare il cinquecentesimo compleanno di Ulisse Aldrovandi, che nacque nel 1522 a Bologna. Infatti le Meraviglie che ci ha lasciato sono conservate nei Musei Universitari di Palazzo Poggi.

Scopri il libro: https://minervaedizioni.com/il-drago-di-bologna.html

———————————————

L’ORO DI ONDINA

Il primo trionfo di un’italiana alle Olimpiadi

Antonella Cinelli

Marco Tarozzi

Ondina Valla, la ragazza con le ali ai piedi che vinse le olimpiadi. Fu la prima donna italiana. Lei sarebbe stata pronta anche quattro anni prima, per le olimpiadi di Los Angeles del 1932. I numeri ce li aveva e la valigia era pronta. Con i suoi 16 anni sarebbe stata l’atleta olimpionica più giovane di tutti i tempi. Ma era una donna, e in quegli anni alle donne erano richieste caratteristiche più domestiche, altro che le Olimpiadi! Ondina non ha ceduto, ha continuato ad allenarsi, sempre insieme a Claudia Testoni, l’amica e rivale fin dai banchi di scuola, a Bologna. E insieme, alle olimpiadi di Berlino, sono entrate nella storia dell’atletica leggera.

Scopri il libro: https://minervaedizioni.com/l-oro-di-ondina.html

———————————————–

LE BOTTIGLIE DI MORANDI

Davide Peretti Poggi

Eugenio Riccòmini

Quante volte abbiamo sentito dire: Morandi, il pittore delle bottiglie. Eugenio Riccomini ci dà una mano a capire tutta la ricerca, l’amore e la sapienza che il maggiore pittore del Novecento profondeva nell’accostare incessantemente quei “corpi”. Poi, con piglio divulgativo, spiega la tecnica dell’incisione, che Morandi insegnava all’Accademia di via Belle Arti. E poi parla di un uomo, nella silenziosa casa di Via Fondazza, che poteva anche dimenticare, fra i libri, gli assegni dei collezionisti, perché più della prosperità economica e più di ogni altra cosa, gli interessava dipingere.

Scopri il libro: https://minervaedizioni.com/le-bottiglie-di-morandi.html


www.minervaedizioni.com

Previous articleSerieB: Locatelli – Rari Nantes Imperia 11-10
Next articleLa Salita dei Monti Iblei 2021 inaugura il TIVM sud