Home Eventi Eventi

Montagne accessibili a tutti: in Dolomiti Paganella torna l’evento Brenta Open

0
Dolomiti Paganella - (Foto da Press Play )

Molveno – Un bene comune come le Dolomiti, riconosciute dall’UNESCO patrimonio dell’umanità nel 2009, è tale solo se diventa fruibile a tutti. È questo il messaggio di Brenta Open, la due giorni dedicata all’inclusività che animerà il territorio di Dolomiti Paganella il 24 e il 25 luglio. L’evento, che si rivolge a persone con disabilità e non, sarà un’occasione per condividere e vivere insieme le montagne trentine superando, più che le barriere architettoniche, quelle legate alla forza morale, al carattere e alle qualità umane.

Obiettivo dell’appuntamento, nato nel 2015 da un’idea di Dolomiti Open, associazione sportiva dilettantistica nata e operante in Trentino-Alto Adige, è infatti quello di promuovere un nuovo concetto di accessibilità che pone al centro l’individuo e la sua volontà con la quale è in grado di rendere accessibili luoghi naturali dove le barriere apparentemente insormontabili portano a soluzioni innovative ed inaspettate. Dolomiti Open, in collaborazione con Sportfund Onlus e il sostegno dell’Apt Dolomiti Paganella, che dell’accoglienza e dell’accessibilità ha fatto i suoi punti di forza, con questo appuntamento vuole inoltre ricordare che l’accesso alle montagne, indipendentemente dal livello di abilità e dallo stato psicofisico, non è solo una conquista eccezionale, ma anche un’occasione di crescita personale, connessione sociale e relazionale se vissuta nel rispetto delle diversità e del territorio.

“Non è possibile stabilire a priori da chi è accessibile o meno un percorso”, spiega Simone Elmi, Presidente di Dolomiti Open. “Quello che vogliamo promuovere con questo tipo di eventi è una mentalità ‘open’, per scalare il mondo oltre le barriere architettoniche. Lo facciamo valorizzando storie, luoghi ed attività e mostrando come per superare qualunque tipo di ostacolo ed impedimento serve principalmente la volontà da parte di tutti”. Per raggiungere l’obiettivo, Dolomiti Open ha dato vita anche a Dolomiti PlaceToBe un nuovo progetto di narrazione in formato podcast, disponibile sulle principali piattaforme, nato per raccontare lo straordinario territorio delle Dolomiti di Brenta e le sue storie, dalle imprese dei celebri alpinisti fino agli atleti e ai campioni diversamente abili che hanno realizzato, grazie all’iniziativa “Brenta Open”, salite impensabili fino a qualche anno fa.

Brenta Open si svilupperà lungo i sentieri e le cime della Paganella unendo sport, natura e la musica, linguaggio universale che il 25 luglio avvolgerà tutti i partecipanti in un grande abbraccio simbolico attraverso un concerto dalle vette realizzato da tre musicisti, nonché alpinisti, guidati in cordata dalle Guide Alpine di Activity Trentino e in compagnia di persone disabili e non che si metteranno in gioco per scalare le verticali pareti del Castelletto Inferiore. Protagonisti di questa edizione saranno anche le Nuove Generazioni: gli studenti della classe 4° del liceo della Montagna Guetti di Tione che parteciperanno all’evento insieme a ragazzi disabili per condividere con loro storie e momenti unici.

La due giorni sarà inoltre anticipata e seguita da una serie di eventi culturali collaterali che accompagneranno l’attività alpinistica e animeranno le località turistiche del territorio, da Molveno a San Lorenzo in Dorsino con la sua Falesia Dimenticata, una parete con caratteristiche estetiche e di scalabilità uniche nel loro genere e recuperata nel 2017 grazie all’intervento di Dolomiti Open, che con il supporto dell’intera comunità e il crowdfunding l’ha resa fruibile a tutti.

Brenta Open sarà presentato in anteprima il 16 luglio 2021 in Piazza San Carlo a Molveno. Il programma completo è disponibile su Visitdolomitipaganella.it.

Chi è Dolomiti Paganella
DOLOMITI PAGANELLA: un territorio che nel suo piccolo racchiude la sorprendente natura del Trentino e offre indimenticabili esperienze in ogni momento dell’anno! In pochi minuti dall’uscita dell’autostrada si è già catturati da un ambiente di rara bellezza: le Dolomiti di Brenta che si specchiano nelle acque cristalline dei laghi di Molveno e Nembia, la Paganella che regala la vista più bella del Trentino a trekkers e sciatori, uno dei Borghi più belli d’Italia e ancora il Parco del Respiro, l’area faunistica, casa dei grandi carnivori delle Alpi e i caratteristici vigneti e meleti della Piana Rotaliana. 400 km di percorsi bike, innumerevoli sentieri per gli amanti del trekking, 40 parchi giochi, fattorie didattiche e sentieri tematici tra ampi prati e boschi, 50 km di piste da sci ampie e soleggiate, 1500 specie di piante, 125 strutture ricettive, 22 rifugi, oltre 40 cantine ed aziende agricole e ben 8.000 camosci che vivono nel Parco Naturale Adamello Brenta. L’Azienda per il Turismo Dolomiti Paganella, inoltre, è la prima in Italia e una delle prime in Europa a essere diventata una Società benefit per promuovere non solo le ricchezze e le bellezze del territorio, ma anche un nuovo modello di turismo all’insegna della sostenibilità e dell’attenzione verso la comunità residente.

Previous article29° Stage Internazionale di Danza Classica “Città di Rapallo” dal 2 al 7 agosto 2021
Next articleSana alimentazione per i giovani sportivi: i consigli di ACF Fiorentina e Fondazione Longo