Home Altri sport Motori

Movisport cerca nuovi podi al “Val d’Orcia”

Movisport
Scandola (foto Bettiol)

Reggio Emilia – Sarà una partecipazione ampia e qualificata, quella che Movisport proporrà al Rally Val d’Orcia, secondo atto del “tricolore” su terra, questo fine settimana.

La gara, nella sua storica sede di Radicofani, nella profonda e pittoresca campagna senese, ha registrato un elenco iscritti a tre cifre, confermando il grande momento delle gare su strada bianca in Italia e Movisport ne è parte attiva con presenze di vertice.

Saranno in tutto otto, gli equipaggi al via, con i riflettori puntati su Alberto Battistolli – Simone Scattolin (Skoda Fabia RS) che ripartono dalla seconda posizione in campionato dopo l’argento conquistato all’esordio di Foligno un mese fa. Riparte dunque per farla di nuovo da protagonista, l’equipaggio vicentino, che disputerà la gara nel segno della continuità, cercando di capitalizzare l’esperienza significativa avuta in Umbria, alla prima gara con le nuove gomme MRF.

Parte con grandi propositi anche Umberto Scandola, con Paolo Cargnelutti al fianco. Con la Skoda Fabia R5 evo, il driver scaligero ed il copilota friulano, forti della terza posizione finale di Foligno, che fece firmare a Movisport due terzi del podio assoluto, andranno alla ricerca pure loro della continuità, di sicuro sono attesi a grandi performance.

Voglia di riscatto sia per Luca Hoelbling e Federico Fiorini (Skoda Fabia) ritirati a Foligno per una doppia foratura e anche per Emanuele Dati – Manuel Fenoli (Citroen C3 R5), che addirittura in Umbria non poterono prendere il via per le conseguenze fisiche di un incidente durante i test pre-event del pilota.

Attesi ad una nuova gara maiuscola sono invece il giovane 23enne Christian Tiramani, in coppia con Fabio Grimaldi. Con la Skoda Fabia R5 ripartono dall’esaltante prestazione folignate, sfociata in un notevole ottavo posto assoluto ed anche loro saranno tra quelli “osservati speciali”.

Alessandro Taddei e Andrea Gaspari tornano alla gara in Val d’Orcia dopo sette lunghi anni. Il trentino e lo scaligero contano di riprendere il ritmo a bordo della Skoda Fabia che avranno a disposizione, contando che per il dirver l’attività nel 2023 si è ridotta a sole tre gare. Al via anche Luciano Cobbe, con alle note Roberto Mometti (Skoda Fabia). Per il gentlema trentino sarà la prima gara dell’anno, reduce dall’ottavo posto nel 2023 nella coppa FIA “master” del mondiale rally e certamente anche lui avrà da riprendere il ritmo in una vera e propria “fossa dei leoni” quale è la gara senese, ricca di un elenco iscritti stellare.

La gara sarà valida anche quale seconda prova del Campionato su terra storico ed ecco che torna in campo Andrea Tonelli, con la sua Ford Escort RS. Il reggiano, in coppia con il fido Debbi, ha disertato la prima prova di stagione per motivi tecnici e conta da ora in poi di difendere a spada tratta lo scudetto “due ruote motrici” conquistato nel 2023. Una situazione molto delicata, per loro, visto che non potranno sbagliare nessuna mossa, mancandogli i punti della gara a Foligno.

Oltre alla messe di partecipazioni in Toscana, Movisport sarà sotto la lente anche al Rally Benacvs, con Denis Franchini, alla quinta esperienza al volante della Skoda Fabia R5 Evo. In coppia con Flavio Sella, riparte dalla settima posizione assoluta ottenuta al recente “Bardolino”, mentre al Rally Benaco Storico si riaffaccia alle gare Riccardo Scandola, dopo ben sei anni di assenza. Un rientro, con al fianco Alessandro Campedelli, che sarà a “due ruote motrici”, visto che saranno in gara con una BMW M3.