Home Altri sport Motori

MS Munaretto: Grzyb vince ancora, Pederzani sfiora il successo

MS Munaretto
Grzegorz Grzyb e Adam Binięda (MS Munaretto)

È appena terminato l’ennesimo weekend sportivo dalle molteplici soddisfazioni per il team MS Munaretto: la squadra scledense, presente in contemporanea al 9° Rajd Nadwiślański, al 16° Rally della Valle Intelvi ed al 31° Rally Adriatico, può fregiarsi di due podi assoluti e di numerose altre prestazioni di prestigio.

Nei dintorni di Pulawy è andato in scena il secondo atto di un Rajdowe Samochodowe Mistrzostwa Polski, massima serie polacca, che si sta rivelando particolarmente combattuto ed entusiasmante.

Al termine degli oltre centotrenta chilometri di prove speciali è stato Grzegorz Grzyb ad alzare al cielo la coppa del vincitore. Il pluricampione polacco, affiancato da Adam Binięda sulla fida Škoda Fabia Rally2 Evo, ha dominato la prima parte di gara, imponendosi consecutivamente in cinque prove speciali, per poi cogliere un prestigioso successo assoluto, capace di proiettarlo in testa al Campionato.

Positiva prestazione anche per il compagno di colori Rafał Kwiatkowski, buon ottavo assoluto sulla Škoda Fabia Rally2 Evo condivisa con Kamil Kozdroń, in grado, con questo piazzamento, di vendicare la “falsa partenza” del recente TEC2000 Rally Sobótka.

Da un successo conquistato sin dalle prime fasi della corsa, ad un successo sudato, bramato e, purtroppo, sfiorato: quello di Riccardo Pederzani.

Il driver varesino si presentava al via del 16° Rally della Valle Intelvi con chiare ambizioni di vittoria dopo l’ottimo argento colto nella passata edizione dell’evento comasco. Accompagnato alle note dalla giovane navigatrice Martina Omacini, Pederzani trovava sin da subito il giusto feeling con la per lui inedita Škoda Fabia RS Rally2, andando ad imporsi in ben sette delle nove prove speciali disputate, ma ciò non gli bastava per cogliere il successo finale, dovendosi accontentare di un comunque superlativo secondo posto assoluto, per poco meno di dieci secondi.

Buona anche la prestazione di Michele Griso, tornato nell’abitacolo della Škoda Fabia R5 con Alessandro Lucato, capace di migliorare prova dopo prova il proprio ritmo sino alla sesta posizione assoluta.

Non altrettanto positivo, invece, l’epilogo della corsa di Marco Griso, figlio di Michele: capace di far segnare tempi molto positivi, considerando anche che si trattava del suo esordio assoluto nei rally, il giovane driver vicentino, affiancato alle note dall’esperto Elia De Guio, ha dovuto alzare bandiera bianca a causa di un inconveniente meccanico verificatosi sulla sua Ford Fiesta R2B.

Infine, a Cingoli è andato in scena il terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra, il 31° Rally Adriatico, nel quale MS Munaretto era presente al seguito di due equipaggi.

Nonostante la corsa del bravo Aljoša Novak, in coppia con Uroš Ocvirk su Škoda Fabia Rally2 Evo sia stata interrotta nel corso della terza prova speciale a causa di uno sfortunato inconveniente meccanico, i colori della squadra scledense sono stati ugualmente rappresentati sul palco d’arrivo dall’esperto terraiolo Luca Hoelbling, della partita con Federico Fiorini sulla fida Škoda Fabia RS Rally2, in grado di cogliere l’undicesima posizione, ad un passo dalla top 10 assoluta della corsa.