Home Altro Varie

NATI PER LEGGERE – IL GALLIERA PRIMO OSPEDALE IN LIGURIA E UNO DEI POCHI IN ITALIA AD ADERIRE ALL’INIZIATIVA

0
0a0ga20191121 123051

0a0ga20191121 123051

I primi 1000 giorni di vita di un bambino, cioè il periodo che comprende la vita fetale e i primi due anni, sono fondamentali ai fini della salute e dello sviluppo cognitivo, emotivo, sociale e della riduzione del divario socio-culturale.

Il Galliera, già Ospedale Amico dei Bambini per l’allattamento materno (Unicef), è l’unico in Liguria ad aderire al programma “Nati per Leggere” che proprio in questi giorni sta festeggiando i 20 anni di attività.

«Il progetto “Nati al Galliera per Leggere” – spiega Massimo Mazzella, direttore S.C. Neonatologia dell’E.O. Ospedali Galliera – mira a promuovere la lettura precoce come ulteriore elemento di promozione alla salute dei bambini e delle famiglie che da tempo l’ospedale sta perseguendo. Il progetto prevede inoltre interventi informativi in gravidanza in occasione dei corsi preparto, e la donazione di 1000 libri ai nuovi nati nel 2020».

«Sono molto soddisfatta – dice il Vicepresidente e assessore regionale alla Sanità Sonia Viale -dell’adesione dell’ospedale all’iniziativa in questione. Sono fortemente convinta della validità di un progetto che valorizza il ruolo della famiglia e la promozione della lettura come aspetto importante per favorire il percorso di crescita, sin dalla gravidanza, oggi purtroppo molto trascurato soprattutto per via dell’uso smodato dei dispositivi tecnologici. Grazie al personale sanitario sensibile a questi temi».

Promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita è importantissimo, perché leggere con una certa continuità ai bambini ha una positiva influenza sul loro sviluppo intellettivo, linguistico, emotivo e relazionale, con effetti significativi per tutta la vita adulta.

«La capacità di apprendere del cervello infatti è massima fino ai tre anni di età. Gli investimenti nei primissimi anni di vita sono, di conseguenza, quelli che garantiscono il più alto ritorno economico per gli individui e per la società, come dimostrato da James Heckman, Nobel per l’Economia nel 2000: i programmi prescolari hanno un tasso di rendimento annuo compreso tra il 7 e il 10% e un ritorno economico complessivo, a distanza, pari a 7 volte quello iniziale» dice Giuseppe Ghinelli referente regionale NpL/ACP.

In questa direzione opera dal 1999 il programma nazionale Nati per Leggere, un’organizzazione pedagogica e culturale non-profit che promuove la lettura in famiglia sin dalla gravidanza e fino ai sei anni di età, nata dall’alleanza tra pediatri e bibliotecari attraverso le seguenti associazioni: l’Associazione Culturale Pediatri – ACP che riunisce duemila pediatri italiani con fini esclusivamente culturali, l’Associazione Italiana Biblioteche – AIB che associa oltre quattromila tra bibliotecari, biblioteche, centri di documentazione, servizi di informazione operanti nei diversi ambiti della professione e il Centro per la Salute del Bambino-onlus – CSB che ha come fini statutari attività di formazione, ricerca e solidarietà per l’infanzia, con il coinvolgimento della società civile, espressa dai volontari.

«La lettura condivisa favorisce il contatto fisico, visivo e l’ascolto reciproco – sottolinea Donatella Curletto, referente regionale NpL/AIB – rafforzando il rapporto tra genitore e figlio. I benefici della lettura in famiglia non riguardano solo un migliore sviluppo per il bambino, ma hanno effetti anche sugli adulti coinvolti, i quali sono disposti a fare per i loro figli ciò che non farebbero per loro stessi. In questo senso Nati per Leggere si configura anche come programma di alfabetizzazione familiare, di sostegno alla relazione tra genitori e figli grazie al legame che si instaura tramite i libri e la lettura. Lo scopo è quello di favorire nei bambini la percezione del libro come strumento e crocevia di intense esperienze affettive ed esistenziali».
www.galliera.it

NATI PER LEGGERE LIGURIA IN NUMERI…
Rapporto annuale NpL 2018
Soggetti coinvolti nella promozione di NpL in Liguria
Pediatri: 90
Biblioteche: 35
Scuole infanzia: 90
Nidi: 70
Volontari: 35
Numero bambini 0-5 anni in Liguria: 63.409
Bambini 0-1 anno raggiunti dai pediatri: 9.626
Bambini 0-5 contattati nelle biblioteche e nei Punti lettura NpL: 4.025

NATI PER LEGGERE LIGURIA DOVE…
Nati per Leggere è un programma di comunità, costituito da una rete di persone e di istituzioni che si impegnano, ciascuno nel proprio ambito, per la diffusione e l’attuazione dei tre principi fondamentali che lo sostengono: universalità, precocità, famiglia.
Il programma si attua su base regionale e in Liguria è attivo un Coordinamento che comprende, oltre ai referenti regionali, anche quelli delle quattro province.
Il canale attraverso cui vengono veicolate le informazioni su iniziative NpL in tutta la Liguria è la pagina facebook dedicata, che può essere consultata anche da chi non ha un profilo FB.
https://www.facebook.com/natiperleggereliguria/

Inoltre le Biblioteche pubbliche sono di frequente capofila dei progetti locali, di quelli cioè che si attuano concretamente nei nostri territori e che sostengono i genitori e le famiglie nella scelta dei libri adeguati e delle modalità di lettura più efficaci.
Le biblioteche collaborano con Nidi e Scuole d’infanzia, si relazionano con i pediatri e con altre figure medico-scientifiche, con le librerie “amiche dei bambini e delle bambine” e i volontari NpL.
La biblioteca del Comune in cui vivete è il posto giusto dove trovare le informazioni che vi interessano!
Segnaliamo le biblioteche capofila di ogni provincia a cui rivolgersi per sapere se e dove si attua il programma nel vostro Comune di residenza o in quello a voi più vicino:

GENOVA E PROVINCIA
Biblioteca Internazionale “E. De Amicis” del Comune di Genova
(Genova centro e biblioteche dei Municipi)
[email protected] – tel. 010 5579560 http://www.bibliotechedigenova.it/

Centro Sistema Bibliotecario della Città Metropolitana di Genova
(28 Comuni extraurbani)
[email protected] – tel. 010 5499771
https://istruzione.cittametropolitana.genova.it/
(#GenovaMetropoli per la scuola. Biblioteche metropolitane)

SAVONA E PROVINCIA
Biblioteca Civica “Renzo Deaglio” del Comune di Alassio
[email protected] – tel. 0182 648078
http://www.alassio.eu/alassio-citta/alassio-biblioteca-civica.php

IMPERIA E PROVINCIA
Biblioteca Civica “Leonardo Lagorio” del Comune di Imperia
[email protected] – tel. 0183 701607
http://www.bibliotecalagorioimperia.it/

LA SPEZIA E PROVINCIA
Biblioteca Civica “Matteo Vinzoni” del Comune di Levanto
[email protected] – tel. 0187 802256
http://www.comune.levanto.sp.it/servizi_al_cittadino/biblioteca_civica_matteo_vinzoni.html

Questi i nominativi e i recapiti dei due referenti regionali, che hanno la funzione di collegamento con il Coordinamento nazionale NpL, e della coordinatrice dei Volontari.

DONATELLA CURLETTO
referente NpL Liguria – A.I.B. (Associazione Italiana Biblioteche)
[email protected]

GIUSEPPE GHINELLI
referente NpL Liguria – ACP (Associazione Culturale Pediatri)
[email protected]

VALERIA ZEN
coordinatrice Volontari
[email protected]

Per approfondire le informazioni e i contenuti del programma nazionale Nati per Leggere: http://www.natiperleggere.it/

Nella foto un momento della  conferenza stampa

Previous articleMarche Marathon: il 31 maggio si andrà nella Riviera delle Palme
Next articleA Matera il 23 novembre un convegno sulla sicurezza stradale con la Fondazione Michele Scarponi e l’Asd Tecnolens