Home Altri sport Motori Parolin ad Adria: finale di stagione trionfante

Parolin ad Adria: finale di stagione trionfante

0
parolin
Celenta Francesco, Parolin Motorsport, WSK - Final Cup, ADRIA (Foto© KSP Reportages)

L’ultima prova della stagione, la WSK Final Cup di Adria, è stata particolarmente trionfante per Parolin Motorsport. Dominio completo e vittoria di Celenta nella KZ2 seguito da Travisanuuto al quarto posto, doppio podio per Orlov e Khavalkin nella Junior, secondo posto per Costoya nella Mini e quarto posto per van Langendonck.

“Il fine settimana è stato pieno di soddisfazioni”, ha dichiarato Marco Parolin. “I nostri piloti hanno dimostrato un alto livello di performance nelle tre le categorie e sei di loro sono stati in grado di ottenere i risultati che meritavano nonostante l’intensità delle gare. È molto gratificante per tutta la squadra finire la stagione su una nota così positiva. Abbiamo una solida base per iniziare il 2022 con fiducia. Il lavoro di sviluppo non si fermerà e non vediamo l’ora di iniziare la nuova stagione perché abbiamo un grande potenziale. Promette di essere una sfida emozionante. Naturalmente, la pausa di fine anno sarà benvenuta per tutti ed era importante finire con una nota positiva.”

La WSK Final Cup ha riunito 275 piloti da oltre 40 nazioni diverse all’Adria Karting Raceway. Parolin Racing Kart era il secondo maggiore produttore con 46 telai in competizione, di cui quasi il 25% nel parterre della Mini. Quattro Parolin nei primi otto della finale Mini, due nella Top-4 della KZ2, due nella Top-3 della OK-Junior, la competitività delle produzioni del marchio di Bassano del Grappa non si discute.

Parolin Motorsport – WSK Final Cup 2021 – Adria

Francesco Celenta ha vinto tutto ad Adria dalle prove cronometrate alla finale con un vantaggio di 2” che gli è valso la WSK Final Cup 2021, un evento molto competitivo di cui deteneva il record di velocità. Anche Lorenzo Travisanutto ha fatto un’eccellente corsa nella Top-3 delle manche con un quarto posto finale.

Anantoly Khavalkin ha impressionato nella OK-Junior, dominando l’evento fino alla prefinale. La gara finale è stata migliore per Maksim Orlov, che è partito 22° dalle prove cronometrate ed è arrivato secondo davanti al suo compagno di squadra Khavalkin sul podio. René Lammers ha completato il successo di Parolin assicurandosi delle belle manche, il settimo posto con il miglior giro in prefinale e un ottavo posto dopo una rimonta di cinque posizioni in finale.

Enzo Deligny aveva i mezzi per lasciare il segno dopo la sua rimonta al quinto posto nelle manche, ma l’inizio della prefinale A ha segnato la fine del meeting per lui. Il danese Lauritz Sachse stava facendo bene nelle manche per la sua prima partecipazione a questo livello.

Erano almeno 126 i piloti che hanno gareggiato nella Mini. Christian Costoya ha rimontato di dieci posizioni nel corso delle manche finendo al quarto posto e ha migliorato il suo punteggio finendo secondo in finale. Dries van Langendonck ha seguito una progressione simile per raggiungere la quarta posizione finale. Autore del quinto tempo nelle prove cronometrate, William Calleja ha avuto tre manche molto difficili e non è riuscito a qualificarsi nonostante una rimonta di dieci posizioni in prefinale. Anche Oliver Kinmark ha avuto difficoltà nelle manche e non ha raggiunto il suo obiettivo, così come Angelo Blanco. La performance di Alessandro Truchot è stata notevole grazie a una rimonta di 33 posizioni nonostante un crono non proprio eccellente. Simas Baciuska è stato penalizzato dal suo 111° posto nelle qualifiche.

parolinracing.com

Previous articleBordighera, Riolfo (Lega): siamo rassicurati, Saint Charles avrà il pronto soccorso
Next articleStefano Ferri si mette a nudo in Crossdresser, in libreria