Home Altri sport Motori

Parolin, buona competitività nelle condizioni particolari di La Conca

parolin
Costoya Christian, PAROLIN -WSK Super Master Series, LA CONCA (Foto © KSP Reportages)

Parolin Motorsport si è recata nel sud Italia per partecipare alla penultima prova della WSK Super Masters Series sul circuito di La Conca con 13 giovani piloti. L’umidità delle fasi di qualificazione e la mancanza di grip nelle fasi finali hanno portato ad alcune gare piuttosto insolite su una pista solitamente nota per il suo forte grip. I telai Parolin hanno dimostrato di essere competitivi in queste condizioni speciali. Anatoly Khavalkin è arrivato vicino alla Top-5 nella OK-Junior, mentre Christian Costoya è salito sul podio della Mini precedendo Dries van Langendonck, poleman in qualifica, entrambi dimostrando la loro velocità nel corso del meeting.

“Il fine settimana a La Conca è iniziato con il piede giusto, nella Mini e nella Junior”, ha dichiarato Marco Parolin. “In entrambe le categorie abbiamo ottenuto dei buoni risultati sull’asciutto venerdì, quando la pista aveva grip e velocità, e sul bagnato sabato, quando abbiamo vinto le manche con quattro diversi piloti in entrambe le categorie. Purtroppo, le condizioni di domenica hanno reso il compito più difficile del previsto. Rispetto alle precedenti condizioni di asciutto, la pista era circa quattro secondi più lenta nella Mini e sette secondi più lenta nella OKJ. I nostri piloti hanno cercato di massimizzare i loro risultati nonostante la situazione difficile. Non abbiamo ottenuto i risultati che ci aspettavamo all’inizio del weekend, ma è stata certamente un’importante esperienza di apprendimento per tutta la squadra.

Dries van Langendonck e Christian Costoya sono stati molto performanti sotto la pioggia con otto vittorie di manche in totale, di cui cinque migliori tempi. Costoya ha realizzato una straordinaria rimonta in finale per finire terzo davanti a van Langendonck e confermare la loro presenza nella Top-3 del Super Master Series. Bruno Gryc ha continuato a fare progressi con una Top-3 nella manche e un sedicesimo posto in finale, mentre Jack Illife è arrivato vicino alla Top-10 nella manche.

I telai Parolin sono stati ancora una volta ben rappresentati con quasi il 40% del parterre della Mini, pole position e la metà della Top-10 in qualifica e i primi quattro posti in finale con otto Parolin tra i primi 13. Parolin è stato il leader per numero di telai in tutte le categorie e ha anche ottenuto buoni risultati nella OK-Junior. Molto convincente durante le manche, René Lammers è rimontato al secondo posto delle manche e a inizio della finale si trovava nella Top-3 per poi perdere progressivamente posizioni. Anatoly Khavalkin ha disputato delle manche solide nonostante un ritiro e ha proseguito con successo il suo impegno raggiungendo la sesta posizione finale. Zac Drummond ha confermato il suo potenziale con una vittoria e un secondo posto nella manche. Ora ci dirigeremo verso la zona di Napoli per la prova finale della WSK Super Master Series il prossimo fine settimana a Sarno.”

L’analisi accurata delle prestazioni dei piloti di Parolin Motorsport a La Conca offre un’idea migliore della competitività della squadra.

OK-Junior

René Lammers è rimasto ben posizionato nella classifica provvisoria Super Master con la sua quarta posizione. Ha migliorato di dieci posti durante le manche, conquistando una vittoria e un secondo posto con due giri veloci in gara. Secondo sulla griglia di partenza della finale, ha ceduto qualche posizione con il passare dei giri. Anatoly Khavalkin, posizionato costantemente nella Top-4, è stato ritardato da un ritiro nell’ultima manche. Ha realizzato un’ottima finale dove un guadagno di tre posizioni gli ha permesso di arrivare sesto. La grande rimonta di Zac Drummond senza le manche è iniziata con un ritiro e una penalità, ma si è comunque assicurato il 16° posto in finale.

Mini

Dries van Langendonck ha dominato la categoria Mini dalle qualifiche alle manche, realizzando un percorso netto in testa costellato da tre migliori tempi. L’inizio della finale non è stato favorevole per lui, ma ha attaccato senza sosta per tornare al quarto posto. Christian Costoya aveva iniziato allo stesso ritmo. Un problema nella sua terza manche ha ostacolato la sua progressione. Nono sulla griglia di partenza della finale, ha fatto una gara molto buona fino a raggiungere il terzo gradino del podio. Bruno Gryc è stato autore di una solida prestazione, rimontando di 21 posizioni fino al 16° in finale, così come Jack Illife 17° dopo una finale complicata.

parolinracing.com