Home Altri sport Motori

Parolin, secondo posto nella OK e TOP-5 nella Junior a Sarno

Parolin
Lammers Rene, OK, Parolin Motorsport, WSK Super Master Series, Sarno (Foto © KSP Reportages)

Parolin Racing Kart è stato il marchio di telai meglio rappresentato a Sarno con quasi 50 kart che hanno partecipato alla terza prova della WSK Super Master Series con 255 piloti provenienti da 45 nazioni nelle sue cinque categorie. Primo nella Mini e Mini U10, Parolin si è classificato secondo anche nella OK-Junior. Al termine di una gara molto combattuta, Parolin Motorsport ha ottenuto un risultato molto positivo con Rene Lammers che ha chiuso al secondo posto nella OK, Zac Drummond che ha concluso nella Top-5 Junior e Lorenzo Travisanutto e Francesco Celenta che hanno rimontato nella finale della KZ2.

“La nostra competitività sta decisamente migliorando in diverse categorie”, ha dichiarato Marco Parolin. “Come costruttore, siamo lieti di poter soddisfare un numero crescente di piloti e team. Forse non è l’aspetto più spettacolare del nostro impegno nella competizione, ma è un punto chiave che richiede uno sforzo quotidiano in fabbrica ed è fonte di grande orgoglio per il nostro marchio. La nostra competitività nelle categorie a trazione diretta è stata confermata fin dall’inizio della stagione. Rene Lammers è salito questa volta sul secondo gradino del podio della OK, mentre Zac Drummond ha ottenuto il suo miglior risultato nella Top-5 della OK-Junior, seguito da vicino da Christian Costoya e Jack Iliffe. Possiamo contare su una base solida prima di iniziare il programma europeo che inizia la prossima settimana in Spagna con la Champions of the Future Euro Series in preparazione al Campionato europeo FIA Karting. Vorrei anche sottolineare le prestazioni dei telai Parolin utilizzati da altri team: doppio podio nella Mini U10 e nella Mini con Babyrace Driver Academy, oltre al podio nella OK-Junior di Shamick Europe”.

Finale molto incoraggiante nella KZ2
Francesco Celenta e Lorenzo Travisanutto sono stati attardati da un ritiro ciascuno durante le manche di qualificazione, ritiro che ha avuto un impatto diretto sul loro risultato finale. Travisanutto si è messo in luce nella finale, migliorando di ben 14 posizioni e arrivando al 14° posto. Celenta ha conquistato sette posizioni partendo dalla sedicesima fila della griglia.

Lammers si conferma nella OK
Rene Lammers si è piazzato al secondo posto nelle qualifiche e ha ottenuto un solido piazzamento tra i primi tre per aggiudicarsi la vittoria nella manche di qualificazione. Ha messo a segno una superba prestazione finale, facendo segnare il giro più veloce della gara per salire sul secondo gradino del podio, il suo miglior risultato fino ad oggi. Dopo il quinto posto a Franciacorta. È così rientrato nella Top-3 della classifica provvisoria del campionato. Miguel Costa ha recuperato terreno nelle manche e ha tagliato il traguardo finale in 18ª posizione, con un guadagno totale di dieci posizioni, prima di essere penalizzato per la carenatura anteriore mal posizionata.

OK-Junior: Drummond aumenta il ritmo
Come Lammers nella OK, Zac Drummond è arrivato secondo della sua serie nelle qualificazioni OK-Junior. Dopo essersi ritirato nella prima manche, ha ottenuto due vittorie e un secondo posto prima di riguadagnare dieci posizioni nella finale e terminare nella Top-5. Autore di una rimonta di sette posizioni, Christian Costoya lo ha seguito al settimo posto, mentre Jack Iliffe ha sfiorato la Top-10 grazie alle dodici posizioni guadagnate in finale, con una rimonta totale di 35 posizioni durante il meeting. Kosei Oguma segue al 24° posto finale (+10 posizioni) dopo un’ascesa complessiva di 26 posizioni.

Mini: Truchot combatte con coraggio negli Under-10
Classificatosi quarto nella sua ultima manche e nella sua prefinale, il giovanissimo Alessandro Truchot ha continuato ad arricchire la sua esperienza lottando per il 13° posto della finale Mini degli Under-10. John Han si è qualificato per la finale alla sua prima partecipazione. Nella Mini Gr3, la finale non è stata molto favorevole a Bruno Gryc che è stato retrocesso dopo una penalità per una carenatura anteriore mal posizionata. Billi Jordan Van Staveren ha ottenuto la sua prima qualificazione in finale.

parolinracing.com