Home Altri sport Motori

Partita la 107^ Targa Florio. Andrea Crugnola primo leader dopo la PS1

Targa Florio
Crugnola-Ometto primi leader assoluti

Entrata nel vivo la 107^ Targa Florio. L’appuntamento che prosegue la storia della corsa più antica del mondo ha visto alzarsi la bandiera tricolore nella spettacolare cornice di Piazza del Parlamento a Palermo davanti al Palazzo dei Normanni.

Un contesto unico nel suo genere dove la Targa Florio è stata accolta da un altissimo numero di appassionati. Festa e applausi per i 209 equipaggi che hanno preso il via di questo appuntamento valido per il Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco, primo round del Campionato Italiano Assoluto Rally Juniorc. A completare le titolazioni tricolori anche il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, la Coppa Rally di 8^ Zona e il Campionato Italiano Regolarità a Media. Con la Targa Florio ha preso il via anche il Campionato Regionale promosso dalla Delegazione ACI Sport Sicilia.

Presente sulla pedana di partenza anche il Sindaco della Città Metropolitana di Palermo Roberto Lagalla, che ha espresso parole di forte sostegno ad una gara leggendaria come la Targa Florio, e il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Ing. Angelo Sticchi Damiani, in gara con una Fiat 124 Abarth nella regolarità a media.

Dopo lo start, il CIAR Sparco e il rally storico hanno acceso i motori per la prima speciale, intitolata all’indimenticato Preside Volante Nino Vaccarella. Qui, in diretta televisiva nazionale, Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto hanno piazzato il graffio vincente andando subito in testa con la Citroen C3 Rally2. Secondo tempo per Damiano De Tommaso, vincitore nel 2022, navigato da Sofia D’Ambrosio su Skoda Fabia Rally2 Evo staccato di 0.6 decimi. Terzo miglior tempo a 1.2 secondi per Giandomenico Basso e Lorenzo Granai che portano all’esordio nel tricolore rally la nuovissima Skoda Fabia RS Rally2. A completare i primi cinque sono Luca Bottarelli e Walter Pasini, quarti a 1.3 secondi, e gli sloveni Bostjan Avbelj con Damijan Andrejka a 1.4 secondi, entrambi su Skoda Fabia Rally2 Evo.

Tra i siciliani miglior piazzamento dopo questo primo tratto cronometrato per Alessio Profeta e Rosario Merendino su Skoda Fabia Rally2 Evo della RO Racing. Il pilota palermitano è a 2.2 dai leader. Top ten anche per il cefaludese Marco Runfola, navigato da Corinne Federighi, che ha portato la sua Skoda Fabia Rally2 Evo al decimo posto per i colori della Island Motorsport.

Al fianco del tricolore maggiore hanno fatto il loro debutto stagionale i giovani equipaggi di ACI Team Italia, 11 in tutto al via della Targa Florio, in corsa per il primo atto del Campionato Italiano Assoluto Rally Junior. Tra tanti debuttanti al volante delle Renault Clio Rally 5, unicamente gestite da Motorsport Italia e gommate Pirelli, il miglior crono è andato all’ossolano Igor Iani, uno dei più esperti, navigato da Nicola Puliani, che ha strappato un crono impressionante in 1’29.3. Ottimo tempo che gli ha concesso un vantaggio di oltre 1’’ su tutti i rivali della serie giovanile. Tra i più vicini, in seconda posizione Davide Pesavento e Marco Frigo a 1.2’’, seguito da Marco Zanin con Massimo Moriconi a 1.7’’. Il quarto miglior crono è stato siglato da un ragazzo locale, appena 21enne, il nisseno Salvatore Scannella con Carmelo Galipò a 1.9’’.

La prima prova ha proposto un confronto più equilibrato per quanto riguarda la categoria Due Ruote Motrici. A partire meglio di tutti, anche in questo caso, sono stati i capoclassifica del tricolore Gianandrea Pisani e Simone Brachi sulla Peugeot 208 Rally4, ma il loro distacco sui diretti avversari è rimasto contenuto attorno al decimo di secondo. Appena 0.130 il vantaggio sul secondo classificato Moreno Cambiaghi, navigato da Giulia Paganoni, mentre al terzo posto si sono piazzati Gabriel Di Pietro ed Andrea Dresti a 0.186, anche loro a bordo della vettura francese come tutti gli altri equipaggi iscritti alla serie cadetta.

Si respira aria di casa nella sfida tra le vetture storiche. Il palermitano Natale Mannino con Calogero Messineo è in testa con la Porsche 911 Carrera SC di 3° Raggruppamento. Alle loro spalle la BMW M3, di 4° Raggruppamento, del collesanese Pierluigi Fullone con Alessandro Failla a 1.8 secondi. Terza piazza per i toscani Riccardo De Bellis e Christian Soriani su Porsche 911 Carrera SC a 3.9 secondi e secondi di 3° Raggruppamento.

Nella regolarità a media dopo le prove della prima giornata in testa alla classifica figurano Marco Gandino e Carlo Merenda su Fiat Ritmo 130 Abarth. Seconda posizione per Paolo Concari e Cristiano Androvandi su Lancia Delta 4WD. Terza prestazione per Nicola Manzini e Roberto Ricci su Lancia Beta Coupè, tutti equipaggi della Scuderia del Grifone.

Domani, sabato 6 maggio, il CIAR Sparco ripartirà presto, alle 7:00: è infatti prevista l’uscita dal riordino notturno. La seconda tappa includerà 8 prove speciali. Aprirà la PS “Targa” alle 7:52 con a seguire la nuova “Lascari-Gratteri” alle 8:55. A chiudere il giro del mattino la “Cefalù” alle 9:20. I concorrenti scenderanno quindi a Termini Imerese per la prima assistenza a ripeteranno lo stesso giro che le prove nello stesso ordine alle 12:25, 13:28 e 13:53. Secondo service e poi ultime due prove con la “Vincenzo Florio” alle 16:58, versione corta della “Targa” ed un terzo giro sulla “Lascari-Gratteri” alle 18:01. Arrivo al Belvedere Principe di Belmonte di Termini Imerese dalle 19:00. Primi arrivi saranno quelli della Targa Florio Historic Regularity Rally alle 16.15, seguiti dal CRZ alle 17.15.

Importantissima copertura televisiva a diffusione nazionale durante tutta la giornata. I collegamenti inizieranno alle 7:45 con la PS2 “Targa” e proseguiranno come segue: 9:20 PS4 “Cefalù”, 10:05 Studio Riordino Live con i protagonisti, 12:20 PS5 “Targa”, 13:28 PS6 “Lascari-Gratteri”, 14:40 Studio Riordino Live ancora con le voci dei piloti, 18:00 PS9 “Lascari-Gratteri” e dalle 19:00 l’arrivo finale.

CLASSIFICA ASSOLUTA DOPO SS1: 1. Crugnola-Ometto (Citroen C3 Rally2) in 1’17.781; 2. De Tommaso-D’Ambrosio (Skoda Fabia Rally2 Evo) a 0.681; 3. Basso-Granai (Skoda Fabia RS Rally2) a 1.218; 4. Bottarelli-Pasini (Skoda Fabia Rally2 Evo) a 1.363; 5. Avbelj-Andrejka (Skoda Fabia Rally2 Evo) a 1.459; 6. Andolfi-Gonella (Skoda Fabia Rally2 Evo) a 1.806; 7. Profeta-Merendino (Skoda Fabia Rally2 Evo) a 2.210; 8. Ferrarotti-Bizzocchi (Skoda Fabia Rally2 Evo) a 2.284; 9. Scattolon-Farnocchia (Volkswagen Polo GTI) a 2.430; 10. Runfola-Federighi (Skoda Fabia Rally2 Evo) a 2.650

CLASSIFICA CIAR JUNIOR DOPO SS1: 1. Iani-Puliani (Renault Clio) in 1’29.353; 2. Pesavento-Frigo (Renault Clio) a 1.283; 3. Zanin-Moriconi (Renault Clio) a 1.763; 4. Scannella-Galipo’ (Renault Clio) a 1.947; 5. Pederzani-Brovelli (Renault Clio) a 2.409; 6. De Ceci-Lazzarini (Renault Clio) a 3.219; 7. Doretto-Budoia (Renault Clio) a 4.128; 8. Nerobutto-Nerobutto (Renault Clio) a 5.368; 9. La Notte-Zaramella (Renault Clio) a 5.706; 10. Gudenzi-Demontis (Renault Clio) a 10.946; 11. Peduzzi-Gabriel (Renault Clio) a 14.442;

CLASSIFICA DUE RUOTE MOTRICI DOPO SS1: 1. Pisani-Brachi (Peugeot 208 Gt Line) in 1’25.317; 2. Cambiaghi-Paganoni (Peugeot 208 Gt Line) a 0.130; 3. Di Pietro-Dresti (Peugeot 208 Gt Line) a 0.186; 4. Santero-Grimaldi (Peugeot 208 Gt Line) a 1.163; 5. ”’Lucchesi Jr”’-Lombardi (Peugeot 208 Gt Line) a 1.224.

CLASSIFICA RALLY STORICO DOPO SS1:. Mannino-Messineo (Porsche 911 Carrera SC) in 1’26.600; 2. Fullone-Failla (BMW M3) a 1.800; 3. De Bellis-Soriani (Porsche 911 Carrera SC) a 3.900; 4. Farris-Spagnoli (Porsche 911 Carrera SC RS) a 5.100; 5. Luise-Ferro (Fiat Ritmo 130 Abarth) a 5.500.