Home Altro Varie Presentato a Varazze il libro “SOLO” del Senatore Nencini e ricordato Giacomo...

Presentato a Varazze il libro “SOLO” del Senatore Nencini e ricordato Giacomo Matteotti

0
Un momento della presentazione a Varazze

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel ricordare il 97esimo anniversario dall’assassinio di Giacomo Matteotti, da parte di una squadra fascista il 10 giugno del 1924, ha tra l’altro affermato: “Martire della democrazia, esempio che parla ai giovani.”

“SOLO” è il titolo emblematico che il Senatore Riccardo Nencini ha voluto dare al libro che racconta l’avventura umana e politica di Giacomo Matteotti, presentato a Varazze venerdì 11 giugno 2021 in una affollata piazza Beato Jacopo, per significare la lotta, per molti aspetti solitaria, che il deputato socialista di Fratta Polesine ha sostenuto fino alla morte, per contrastare la dittatura fascista in netta evoluzione.

Una lunga e dotta esposizione, ha introdotto l’uditorio attraverso le varie fasi che portarono all’assassinio che gli sgherri della CEKA (polizia segreta di Mussolini), perpetrarono nei confronti di un uomo che ha avuto il torto di non indietreggiare di fronte alla violenza di un regime, che avrebbe portato l’Italia alla guerra e alla rovina materiale e morale dell’intera Nazione.

Varazze era una meta preferita di Matteotti, ospite, con la famiglia, del cognato Ruffo Titta, baritono di fama internazionale (uno dei tanti musicisti raccolti attorno a Francesco Cilea) una città che lo amava e rispettava e che lo salvò dal manganello di una squadraccia nera, allorché si seppe di un agguato in corso nei suoi riguardi.

Di Giacomo Matteotti se ne parlava continuamente nelle famiglie varazzine durante il “ventennio” e le nuove generazioni crebbero nel mito del martire socialista. Ottima, quindi, la scelta di presentare questo libro a Varazze, dove il ricordo di Matteotti non si è mai spento.

Dopo un saluto del Vice Sindaco Luigi Pierfederici e del Consigliere regionale ed ex primo cittadino di Varazze Alessandro Bozzano, moderatore della manifestazione, il Senatore Riccardo Nencini ha voluto entrare in particolari agghiaccianti dell’esecuzione di Matteotti, tra cui la tortura e l’evirazione del povero corpo, una pagina di infamia che non ha bisogno di ulteriori commenti.

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il Senatore Francesco Bruzzone, hanno voluto portare la propria testimonianza di stima e di vicinanza, a un uomo che ha avuto il coraggio di non indietreggiare di fronte all’abuso di un potere violento e corrotto: una lezione di vita per ciascuno di noi, al di sopra delle diverse ideologie, pur non nascondendo con orgoglio la propria, indistruttibile idea.

Presenti alla presentazione del libro e ricordo dell’infame assassinio di Giacomo Matteotti pure l’Assessore alla Cultura Mariangela Calcagno, l’Assessore alle Frazioni e Parco del Beigua Ambrogio Giusto, vari Consiglieri comunali e rappresentanti di associazioni culturali, di impegno civile e politico della Città.

https://www.ponentevarazzino.com

Previous articleCubeda entra nella top-5 al Trofeo Vallecamonica in CIVM
Next articleMagliona nel segno del tre al 50° Trofeo Vallecamonica