Home Sport acquatici Vela Primazona NEWS n. 84 di lunedì 28 ottobre

Primazona NEWS n. 84 di lunedì 28 ottobre

0

Primazona NEWS n. 84 di lunedì 28 ottobre 2013

Dalla I Zona:
Trofeo Attori a Varazze
Trofeo Soggiu a Santa
Campionato della Lanterna: il gran ballo finale
“B2” vince in tempo compensato la Rolex Middle Rea Race
Classi olimpiche e paralimpiche:
Marta Maggetti e Mattia Camboni Campioni del Mondo RS:X Youth
Mondiale RS:X youth in diretta (video)
Vela giovanile:
Optimist ancora protagonisti a Riva del Garda
Match Race Optimist a Lecco
La LNI Mandello Lario vince l’Interlaghina Optimist
Vela e d’altura e monotipi:
Ottobre Rosso vince la penultima tappa del Circuito Nazionale J24
Tour de Corse: la bonaccia ha decimato la flotta
Rolex Middle Sea Race
… e oltre:
Vela Latina: Regata di mezzo schifo
L’autunno non ferma le attività alla Fraglia Vela Riva
Italia Vela
Su www.primazona.org:
Compro & vendo (NEWS)
Cerco & offro imbarco per regate, diporto o lavoro
……………………..
TROFEO ATTORI A VARAZZE
Varazze, 20 ottobre – Di scena a Varazze il Trofeo Aldo Attori regata zonale Optimist per
juniores e cadetti , manifestazione in ricordo del grande “ Aldo “ personaggio storico del VCN
dal cui insegnamento sono nati tanti bravi velisti e regatanti .
Una quarantina di timonieri si sono dati battaglia ed hanno regatato sul campo di gara tra
Varazze e Celle con una bella tramontana tra i 10 e 12 nodi . Partenza regolare per juniores e
cadetti che impegnavano circa un’ora per completare il percorso.
Il Comitato era pronto per la seconda prova , ma una burrasca in arrivo da Sud – Ovest
portava pioggia ma soprattutto vento che arrivava anche a 25 nodi. Un attimo di attesa poi
tutti a casa accompagnati dai gommoni di assistenza , decisione giusta che poneva tutti i
ragazzi in sicurezza .
Tra gli juniores dominio dei ragazzi del Circolo Nautico U.Costaguta con la vittoria di Lorenzo
Bottino davanti a Nicolò Priano e Anna Canepa prima della classifica femminile.
Anche nei cadetti Il circolo Costaguta dominava , ma i ragazzi del Varazze Club Nautico hanno
lottato fino all’ultimo e si inserivano tra i “Voltresi”. Pietro Mongiardino precedeva Bruno
Mantero e al terzo posto Arianna Giargia del Circolo di Varazze che precedeva Edoardo Reale ,
Armando Giana e Edoardo Valletta sempre del VCN.
Premiazione con la presenza dellla Signora Mantero, moglie dell’indimenticato Aldo e premi per
tutti.
Per gli Optimist grande appuntamento il 16 e 17 novembre con il Memorial Angela Lupi regata
nel calendario internazionale e per la quale sono previsti oltre cento ragazzi e che vedrà il
Varazze Club Nautico impegnato con tutte le sue risorse .
Classifiche
(Varazze CN)
TROFEO SOGGIU A SANTA
Domenica 27 ottobre ’13 nello specchio acqueo antistante Santa Margehrita Ligure si è svolta
la 27^ edizione del Trofeo Memorial Soggiu, regata ranking list classe optimist organizzata
della Lega Navale Italiana sezione di Santa Margherita Ligure.
Nella categoria cadetti che contava 18 iscritti si è classificato al primo posto Edoardo Valletta
dello Y.C. Italiano, al secondo posto Armando Giana del Club Nautico Varazze e al terzo posto
Giacomo Sarno sempre dello YC Italiano.
Nella categoria Juniores che concorreva anche all’assegnazione del 6° Trofeo Memorial Soggiu,
biennale non consecutivo, si sono classificati rispettivamente al 1° posto Ibba Gabriele, al 2°
Mazzocchi Nicolo e al 3° Lorenzo Meloni tutti e tre dello YC Italiano che si aggiudica per
quest’anno il Trofeo in palio.
La giornata è stata caratterizzata da un venti meridionali (140°) con intensità media di circa 15
nodi. Grazie a un calo di vento è stato possibile far regatare anche la categoria Cadetti. Grazie
al lavoro del Comitato di regata presieduto dal Giudice Ettore Armaleo la competizione si è
svolta con piena soddisfazione degli atleti degli allenatori e degli organizzatori.
Classifiche
(Lega Navale Italiana Santa Margherita Ligure)
CAMPIONATO DELLA LANTERNA: IL GRAN BALLO FINALE
28 ottobre – Ballare abbiamo ballato e pure parecchio ma del resto si trattava della prova di
chiusura del Campionato che metteva in palio punteggio doppio quindi anche il campo di
regata si è adeguato preparandoci uno scirocco ben disteso che ha alzato un mare all’ALTEZZA
della situazione.
La parte più impegnativa della prova è stata forse, specialmente per chi proveniva da ponente,
raggiungere la Zona Charlie cavalcando onde che, oltre ad aver riportato d’attualità la recente
colazione, hanno allegramente preso a secchiate gli occupanti delle imbarcazioni di taglia
minore.
Ma presto la temperatura insolitamente mite, la piacevole e veloce regata e qualche insperato
raggio di sole ci hanno riconciliati con il meteo.
Non so se il segnale di partenza posticipato sia frutto della saggezza del Comitato di Regata o
dalle oggettive difficoltà di posare il campo fatto sta di fatto che le tre partenze si sono
succedute regolarmente senza equipaggi che implorassero via VHF di essere aspettati avendo
le condizioni del mare quasi raddoppiato il tempo dei trasferimenti.
La linea di partenza quasi impossibile da tagliare mure a destra ha indotto gran parte della
flotta a virare subito verso il largo risalendo la ventina di nodi di scirocco contro un mare
gagliardo per poi lasciare a sinistra la prima boa e percorrere lo stacchetto che portava alla
seconda durante il qual ben pochi temerari hanno preparato lo spi per la successiva poppa.
Molti addirittura o per pigrizia o perché inzuppati come i biscotti nel tiramisù (oppure per avere
la barca più manovriera, ma diciamolo a bassa voce…) hanno rinunciato anche a togliere la
mano di terzaroli alla randa giacché un po’ di tela alla partenza l’avevamo tolta quasi tutti.
I bordi successivi hanno goduto di onde meno ripide e vento in leggero calo ma sempre fresco
consentendo a tutti di chiudere la prova in tempi ragionevoli e compatibili con quelli della
premiazione che si è svolta al Marina Genova Aeroporto alle 17.30 (quante volte noi del
ponente siamo arrivati di corsa alla premiazione della 1000 Vele per scoprire che era conclusa
o quasi e con essa andati i ricchi premi e cotillons?).
Nella classe J24 gli equipaggi che hanno disatteso l’indicazione del Comitato di indossare i
giubbotti di salvataggio sono stati squalificati.
Nell’elegante piazza coperta del Marina Aeroporto sono stati premiati con piatti luccicanti i
primi tre di ogni classe e chi ha primeggiato nella Generale Orc e Libera ha ricevuto anche una
fornitura di antivegetativa Stoppani. Non è mancato un buffet finale in cui hanno fatto capolino
anche piatti caldi tra cui un ottima zuppa di pesce.
In conclusione una prima edizione riuscita: il vento non è mai mancato, non c’è stato nessun
incidente di rilievo e le manifestazioni collaterali sono state gradevoli.
Non resta che mettere nuovamente alla prova l’Organizzazione il 15 dicembre nella prossima
Veleggiata di Natale che, i bambini non tarderanno a ricordarcelo, non è poi così lontano
quanto sembra.
Ecco il podio nelle varie classi di questa quarta ed ultima prova.
Orc 1: L’Escargot, Scintilla J, Pappamisidiale
Orc 2: Melania, Anemone, Keonda II
Libera 1: Moi et toi II, Alteia, Iaia II
Libera2: Pipaf III, Metabox, Eta Beta
J 24: Just a Joke
Le classifiche generali del campionato su: http://www.circolonauticomga.it
(Alberto Pittaluga)
“B2” VINCE IN TEMPO COMPENSATO LA ROLEX MIDDLE SEA RACE
23 ottobre – B2, l’IRC 52 di Michele Galli, socio dello Yacht Club Marina di Loano, ha riportato
l’importante vittoria in tempo compensato (divisione IRC) della Rolex Middle Sea Race 2013, la
regata d’altura lunga 600 miglia che parte e arriva a Malta e circumnaviga la Sicilia.
L’equipaggio di B2 era composto da Michele Galli, Giorgio Benussi (Commodoro dello Yacht
Club Marina di Loano), Francesco de Angelis, Lorenzo Mazza, Michele Cannoni, Michele Grassi,
Paolo Bassani, Nacho Postigo, Hajme Arbones, Lorenzo Bodini, Marco Cuglianich e Romolo
Ranieri.
“E’ stata una bellissima regata – ha dichiarato Giorgio Benussi – il risultato ci rende molto felici
anche perché lo abbiamo ottenuto nonostante un’avaria avvenuta nella seconda notte che ci ha
costretto a navigare senza strumentazione elettronica. E’ stato come fare un salto indietro nel
tempo”.
Nella foto, pubblicata su facebook I Zona FIV, B2 di Michele Galli taglia la linea di arrivo a
Valletta, Malta (credito Rolex/Kurt Arrigo)
(Umberta Croce – Massimo Procopio)
MARTA MAGGETTI E MATTIA CAMBONI CAMPIONI DEL MONDO RS:X YOUTH
26 ottobre – In un anno davvero entusiasmante per la vela giovanile italiana, non poteva
mancare la classica ciliegina sulla torta che infatti, da poche ore, è puntualmente arrivata:
parliamo del titolo Mondiale giovanile della tavola a vela olimpica RS:X, che dopo un’intensa
settimana di regate disputate al largo di Civitavecchia, è stato conquistato oggi dalla
cagliaritana Marta Maggetti tra le ragazze e dall’atleta di casa Mattia Camboni tra i ragazzi.
leggi tutto
MONDIALE RS:X YOUTH IN DIRETTA
Il commento in diretta di una regata della flotta femminile al Mondiale RSX giovanile di
Civitavecchia. Una giornata di sole, onde, vento, pettorine rosa e windsurfiste bionde (ma non
solo) in azione. Per vivere dall’interno una regata, dalla partenza all’arrivo
Video
OPTIMIST ANCORA PROTAGONISTI A RIVA DEL GARDA
Vittoria di Alessandra Stalder e del polacco Michael Krasodomski
22 ottobre – Quasi 150 Optimist hanno approfittato del Trofeo Ezio Torboli, regata organizzata
dalla Fraglia vela Riva in questo finale di stagione 2013, che sarà ricordato tra una delle annate
con più regate e risultati prestigiosi della storia del Circolo, che quest’anno festeggia i suoi 85
anni di attività. La manifestazione, disputata nel week end e nata come regata zonale, è
cresciuta negli anni diventando una regata internazionale a tutti gli effetti, considerata la
massiccia adesione di nazioni soprattutto come la Polonia, oltre a Repubblica Ceca, Romania,
Russia.
In questo mite autunno il vento da sud è riuscito comunque a soffiare sufficientemente nella
prima giornata in programma, mentre domenica il cielo uggioso non ha portato nulla di buono,
fermando così a solo due prove la manifestazione, caratterizzata da sempre tanto divertimento
vissuto dai protagonisti, quei ragazzini che solo a vederli mettono grande gioia.
Nella categoria juniores è tornata protagonista nelle stesse acque che gli hanno regalato una
storica vittoria al Meeting del Garda Optimist di Pasqua, Alessandra Stalder del Centro Nautico
Bardolino: con un quarto e un secondo ha preceduto seppur a parità di punteggio Guido
Gallinaro della Fraglia vela Riva, così come il compagno di squadra Alberto Tezza giunto terzo e
protagonista di una vittoria nell’ultima regata. Un primo parziale anche per l’altro fragliotto
Davide Duchi, incappato però in una partenza anticipata nella seconda prova, così come un
altro atleta tra i favoriti Andrea Spagnolli, che dopo un terzo si è preso una partenza
anticipata.
Vittoria polacca nella categoria dei più piccoli cadetti (9-11 anni) con una bravo Michael
Krasodomski, che con un primo e un secondo non ha lasciato molto spazio al locale Gregorio
Moreschi (2-4). Terzo Filippo Guerra (Centro Nautico Bardolino) regolare con un quarto e un
quinto. Prima femmina Flavia Vacirca della Lega Navale di Milano.
I premiati sono stati omaggiati di TV Hannspree della serie “zoo” con le originali cornici a forma
di animali vari, sicuramente adatti ai giovanissimi regatanti.
Classifica cadetti – Classifica juniores
(Press Office Fraglia Vela Riva)
MATCH RACE OPTIMIST A LECCO
Lecco, 25 ottobre – Con la disputa della regata tipo match-race in notturna – con l’ausilio di
grandi ventilatori montati su gommoni e la luce artificiale delle fotocellule dei Vigili del fuoco di
Lecco – si è entrati nel clima agonistico della prima edizione dell’Interlaghina – Trofeo Banca
Mediolanum, meeting velico di classe Optimist in programma sabato 26 e domenica 27 ottobre
nel Golfo di Lecco.
La sfida match-race ha visto il successo di Luca Belloli dell’Associazione Velica Alto Sebino di
Lovere (Bg) che ha preceduto i russi dello Yacht Club di San Pietroburgo Mark Pavlov e Matvei
Lodanov.
(Giuseppe Banfi – Marco Corti)
LA LNI MANDELLO LARIO VINCE L’INTERLAGHINA OPTIMIST
Lecco, 27 ottobre – La Lega Navale di Mandello del Lario ha vinto a Lecco la prima edizione
dell’Interlaghina – Trofeo Banca Mediolanum, meeting velico di classe Optimist disputato nel
week end con la regia della Società Canottieri Lecco.
Il merito va soprattutto al suo giovane timoniere Juniores Riccardo Colombo che, non solo ha
vinto nella sua categoria, ma ha collezionato ben tre successi su quattro prove disputate.
Ma entriamo nel dettaglio della giornata conclusiva. Tre le prove disputate per la categoria
Juniores e due per i Cadetti sfruttando il Tivano, vento da Nord. Negli Juniores due prove sono
state vinte da Riccardo Colombo ed una da Alessandro Venini, sempre della Lega di Mandello.
Grazie a questi risultati Colombo ha vinto la regata davanti allo svizzero Philip Tibaldo e alla
lecchese Beatrice Martina che è risultata così anche la prima femmina tra gli Juniores.
Dominio russo invece tra i Cadetti con Matvey Lobanov, dello Yacht Club San Pietroburgo, che
grazie al quarto e al secondo posto di oggi è salito sul gradino più alto del podio davanti a Theo
Ligteringe dell’Avas Lovere (BG) e a Ruben Lo Pinto della Lega Navale di Milano. Le prove di
giornata sono state vinte da Anton Komenko (Yc San Pietroburgo) e allo svizzero Alexander
Stanford dello Circolo velico Lugano. Prima femmina Betrice Ini del Circolo vela Bellano.
(Giuseppe Banfi – Marco Corti)
OTTOBRE ROSSO VINCE LA PENULTIMA TAPPA DEL CIRCUITO NAZIONALE J24
Cervia, 22 ottobre – Ottobre Rosso, il J24 armato da Nicola Giovannini (CV Castiglionese) con
Luca Coppetti (prua), Stefano Garzi (scotte), Niccolo Zuccherini (responsabile dell’assetto) e il
neo campione europeo Under26 Lorenzo Carloia (timone), si è aggiudicato la vittoria alla
penultima tappa del Circuito Nazionale 2013 – Trofeo J24, come sempre ben organizzata dal
Circolo Nautico Cervia “Amici della Vela”.
Secondo posto assoluto per Kismet armato e timonato da Antonio Antonelli (Cnav Cervia)
protagonista di una vittoria di giornata, e terzo per Kils armato dal padrone di casa Massimo
Frigerio ma timonato dal benacense Giovanni Bonzio (CVG).
Nel tradizionale appuntamento di Cervia, inizialmente previsto su due giornate e sei regate, è
stato possibile portare a termine regolarmente solo tre prove: nella giornata di sabato, infatti,
una fitta nebbia ha impedito al vento di presentarsi sul campo di gara. Domenica, invece, nel
tratto di mare antistante la spiaggia di Milano Marittima, con un vento che raramente ha
superato gli 8 nodi, si sono svolte tre prove articolate su percorsi brevi ma molto combattuti
proprio per la rapidità del tracciato.
“Nonostante la bonaccia e la scarsa partecipazione dovuta al recente Campionato Europeo che
si era concluso solo pochi giorni prima nelle acque monegasche e al quale avevano partecipato
oltre venti equipaggi italiani, è stata ugualmente un’edizione divertente e piacevole” ha
commentato il Vice Presidente della Classe Italiana e Capo Flotta della Romagna Guido
Guadagni, quinto assoluto con il suo Ita 400 Capitan Nemo (CV Ravennate)
Il Circuito Nazionale 2013 e il Trofeo J24 proseguiranno con la tappa conclusiva, l’Interlaghi di
Lecco in programma dal 1° al 4 novembre.
La stagione 2013 della Classe J24 è affiancata dal prestigioso marchio automobilistico Land
Rover che, da sempre espressione del “ben vivere il tempo libero” con eleganza e stile, si è
legato alle attività del monotipo più diffuso a livello mondiale e alla ClasseJ24 Italiana,
entrando nel fantastico mondo di vela e di libertà. Una grande soddisfazione per tutti gli
appassionati di questa attiva Classe che vedono premiato l’impegno e la serietà di una
Associazione in costante crescita. J24 è un Monotipo con una vasta distribuzione in tutto il
mondo: in Italia è la flotta più numerosa fra i Monotipi grazie anche ai suoi contenuti costi di
acquisto e di gestione.
(Ufficio stampa Associazione Italiana di Classe J24: Paola Zanoni)
TOUR DE CORSE: LA BONACCIA HA DECIMATO LA FLOTTA
Bonifacio, Francia – Si è conclusa a Bonifacio la XX edizione del Tour de Corse a la voile, regata
di 250 miglia che ha visto la flotta IRC di 63 barche circumnavigare l’isola in senso antiorario.
Partiti sotto un buon ovest-nordovest, il vento è poi calato andando in rotazione a sudest, con
una lunga fase di bonaccia che ha decimato la flotta.
La vittoria in tempo reale è andata a Genapi, GP 42 di Jean Luc Boixel, mentre in compensato
si è imposto il J 111 Espritsud Net di Thierry Bouchard; secondo posto per lo Swan 42 Tixwave
di Bernard Vanaty, terzo l’XP 44 Amber Miles di Vadim Yakimenko.
Regata non felicissima per le barche italiane: il migliore risultato è del FY 61 Almabrada di
Alessandro Pacchiani, che ha navigato nel gruppo di testa in reale ma è sceso nella classifica in
compensato, trentesimo il Class 950 Pegasus di Pietro Boerio. Il Class 950 Tenace di
Alessandro Bruno, dopo l’esordio alla Giraglia a giugno, era atteso da un test importante ma la
sua regata è durata pochissimo: la rottura del bompresso immediatamente dopo la partenza ha
messo la strada in salita per l’equipaggio, che ha provato comunque una riparazione di fortuna
durata poco. Inevitabile il ritiro, data l’impossibilità di issare le vele per le portanti.
http://tourdecorse.org/
(Mauro Giuffré su FV News del 23 ottobre 2013)
ROLEX MIDDLE SEA RACE
24 ottobre – Telefonino come bussola o meno (ne sapremo presto di più dai protagonisti), B2 è
lo yacht che porta l’Italia in vetta alla superclassica dell’altomare mediterraneo. Il TP52
modificato IRC di Michele Galli con Francesco De Angelis e il guidone dello YC Marina di Loano
è il vincitore overall in tempo compensato.
Il maxi tedesco Morning Glory vince in tempo reale. Bene Kuka Lights e TWT UComm, primi di
classe
Leggi e vedi tutto
VELA LATINA: REGATA DI MEZZO SCHIFO
Machiavelli e Nuvola i vincitori di classe
Palau, 23 ottobre – Tre prove con bel vento da est sui 12-15 nodi e una giornata quasi estiva il
bilancio della quinta edizione della Regata di Mezzo Schifo, manifestazione riservata alle Vele
latine, disputata nel week end a Porto Rafael, Palau, che ha anche assegnato il titolo nazionale
della classe “Velieri” vinta da Macchiavelli.
Soddisfazione da parte degli organizzatori -Sporting Club Sardinia e Yacht Club Punta
Sardegna- ma soprattutto dei partecipanti che hanno trovato a fine ottobre due giornate estive
(27 gradi) e un vento fresco sui 12-15 nodi, condizioni davvero perfette per disputare al meglio
le regate per questa particolare classe velica, che per le sue caratteristiche soffre sia il vento
leggero che il vento forte e che dunque per questa volta ha potuto regatare in modo perfetto,
divertendosi.
La flotta, composta da Gozzi, gozzetti e velieri, è arrivata non solo da Palau e La Maddalena,
ma anche da Porto Torres, arricchendo sempre di più la partecipazione che trova in questa
manifestazione un campo di regata sicuramente suggestivo (tra Porto Rafael, Palau e La
Maddalena), uno spirito molto cordiale e una organizzazione attenta anche agli eventi
collaterali, come la cena per gli equipaggi a base di dentice e ricciola, che in molti hanno
potuto apprezzare!
Una scuffia del veliero Bebè, trainato prima sulla spiaggia di Cala di Trana e poi a La
Maddalena, ha obbligato il Comitato di Regata magistralmente coordinato da Pietro Sanna –
presidente del Comitato della Sardegna della FIV- a non dare il via alla seconda prova di
sabato per portar soccorso al “Bebè”.
Quindi domenica si sono disputate altre due prove entrambe vinte dal Machiavelli di Vincenzo
Ginatempo che si è quindi aggiudicato l’ennesimo titolo nazionale della categoria “velieri”,
precedendo Mastro d’Ascia Angiulin di Enzo Dongu e il Miriella di Luca Montella.
Nella categoria Gozzi e Gozzetti, Nuvola di Ottavio Pincioni, con al timone Franco Degortes, si è
affermato davanti al gozzetto Corsaro-E.
Note sulla Rada di Mezzo Schifo:
La regata, che prende il nome dalla omonima Rada chiamata anche Baia di Nelson, deve il suo
nome al termine “schifo” dal dialetto maddalenino che significa barca, scafo; e proprio per la
forte tradizione che c’è a La Maddalena la regata è riservata alle vele Latine, veri gioielli creati
dai maestri d’ascia della zona. Un’arte e una tradizione, oltre che una passione dell’andare per
mare, che si vuole trasmettere anche tra i giovani di Palau.
La Rada di Mezzo Schifo è conosciuta anche per motivi storici: il 10 aprile del 1943 tra La
Maddalena e Palau, l’incrociatore Trieste era all’ormeggio protetto dalle reti antisiluro. Dopo un
attacco aereo statunitense la nave fu colpita e affondata con la perdita di 67 uomini. Lo scafo
fu poi recuperato nel 1950 per essere rimorchiato a La Spezia e demolito.
(Elena Giolai – Ufficio stampa Sporting Club Sardinia)
L’AUTUNNO NON FERMA LE ATTIVITA’ ALLA FRAGLIA VELA RIVA
22 ottobre – Anche questa settimana un gruppo di una cinquantina di svedesi ha scelto la
Fraglia come base logistica per una serie di Team Building, veleggiate in equipaggio per
aumentare la cooperazione in barca così come dovrebbe essere anche nel proprio lavoro.
Inoltre i ragazzi delle squadre pre-agonistica e agonistica sia Optimist che Laser continuano gli
allenamenti focalizzati nei week end. Ultima regata della stagione sarà la 29er Eurocup, ultima
tappa Europea dello skiff propedeutico all’olimpico 49er, che coinvolgerà una settantina di
equipaggi nel lungo week end dei primi di novembre, che vedrà in acqua ancora ragazzini
dell’Optimist impegnati in uno stage tecnico aperto a chi si vuole migliorare in regata.
Anche gli studenti dell’Istituto tecnico ed economico Giacomo Floriani di Riva del Garda stanno
svolgendo uscite in barca: i professori infatti hanno chiesto di anticipare a questo autunno le
uscite previste nel progetto Vela Scuola (anzichè primavera) e gli studenti stanno partecipando
con molta passione a questa nuova opportunità scolastica.
(Press Office Fraglia Vela Riva)
ITALIA VELA
Ecco il link alla versione sfogliabile del numero 91 di ItaliaVela
http://www.italiavela.it/archivioflip/091/
In questo numero (fra l’altro):
. Cino Ricci: Donne&Vela: trattiamole da vincenti
. Cannes: le vele d’epoca al Panerai
. Imoca 60′: Gabart e Desjoyeaux coppia d’eccezione
. Mondiale X-41: vince WB Five
. Circuito Este 24: RiDeCoSì detta legge a Santa Marinella
. Licata Sailing Week: Cino Ricci testimonial
. Mondiale SB 20
. Argo Mondiale Melges 32
. Mondiale Platu 25
. In Oman il mondiale Laser

Previous articleSerie A: il Giudice Sportivo
Next articleSerie A: gli arbitri