Home Altri sport Motori

Rally Team, Dall’Antonia magistrale alla Trento – Bondone

Rally Team
Romy Dall'Antonia (Foto Giuseppe Rainieri)

Rosà (VI) – Un altro fine settimana da protagonista per Rally Team, reduce da una Cronoscalata Trento – Bondone che ha regalato importanti soddisfazioni alla scuderia di Rosà, ad iniziare da un Romy Dall’Antonia in forma smagliante, in grado di porre il proprio sigillo sul secondo round della Seat Ibiza Cup e di rilanciarsi per la conquista del titolo.

Il portacolori della scuderia con base a Rosà, in gara sulla Seat Ibiza Cupra in versione Racing Start, ha così portato a due i podi consecutivi nel neonato monomarca, mettendo insieme un bottino che, conti alla mano, dovrebbe portarlo a diventare leader della classifica provvisoria.

A completare il cerchio, di una due giorni impeccabile, vanno ad aggiungersi i due terzi gradini del podio, centrati in gruppo RS Cup ed in classe RSTC, all’università della salita.

“Sua maestà” – racconta Dall’Antonia – “perché è soltanto così che si può definire l’università della salita. Nonostante la confidenza degli anni passati bisogna sempre dare del lei per poterci salire come si deve. Mi sono impegnato come ai tempi del gruppo N, per poter contrastare alcuni avversari che, forse per un setup non ottimale, non sono riusciti a tenere il ritmo fino alla cima. Gli intermedi parlano però chiaro, sono forti ed agguerriti. Grazie a tutto il team, in particolare a Riccio Rix ed a Riccardo Covre, perché mi ha messo a disposizione una vettura perfetta. Grazie a Mattia Gallonetto per il supporto nel paddock, in partenza ed in viaggio. Grazie ad Achille Guerrera, instancabile come speaker, ufficiale di gara ed organizzatore del Seat Ibiza Cup Village. Dulcis in fundo grazie a tutti i miei storici ed immancabili supporters.”

La classica trentina, corsa tra Sabato e Domenica scorsi, era anche valevole per l’International Hill Climb Cup, per il Campionato Italiano Velocità Montagna e per il Trofeo Italiano Velocità Montagna in zona nord, senza dimenticare numerose serie annesse, e sul palcoscenico più blasonato del tricolore ad emergere, pur non riuscendo a concretizzare a causa di una leggera toccata, è stato anche Emanuele Masiero, al volante della sua Citroen Saxo gruppo A.

La seconda punta della compagine vicentina, nell’unica manche di gara, si è dovuto accontentare del settimo posto nella generale di gruppo A-S e del quinto tra le millesei.

“Questa è una delle gare più belle in Italia” – racconta Masiero – “e ne sono letteralmente innamorato. Una salita molto difficile e tecnica che sa mettere a dura prova sia la resistenza fisica che quella del mezzo. Abbiamo cercato di affrontarla al meglio e devo ammettere che eravamo contenti del tempo ottenuto in prova 2 al Sabato. Abbiamo deciso di lasciare così le regolazioni ma nella notte è caduta una leggera pioggia e, partendo nella prima ora, ci siamo trovati a correre su un fondo ancora molto umido. Siamo saliti con il setup da asciutto ma l’auto scivolava troppo ed ho quindi cercato di non fare danni. Verso la metà del percorso ho perso aderenza al posteriore e, nel girarmi, ho leggermente toccato. Le varie manovre, per riprendere la strada, ci sono costate un terzo posto che era alla nostra portata. Pazienza, andrà meglio alla prossima ma sono comunque contento di quanto abbiamo dimostrato come potenziale.”