Home Sport acquatici

Red Bull Pool Clash, l’evento di surf ai piedi delle Alpi Svizzere

Red Bull Pool Clash
Il paesaggio mozziafiato del Red Bull Pool Clash ad Alaïa Bay (Foto credit: Ondrej Kolacek /Red Bull Content Pool)

Alaïa Bay, Svizzera – Calvalcare le onde non è mai stato così divertente: nel weekend del 23 e 24 settembre nella straordinaria cornice di Alaïa Bay ha avuto luogo per la prima volta in Europa il Red Bull Pool Clash, l’evento di surf in piscine ad onde artificiali più spettacolare del mondo.

Nella prima wavepool costruita in Europa, a Sion, nel cuore delle Alpi Svizzere, tra sabato e domenica circa 80 partecipanti si sono sfidati a colpi di tavola da surf per conquistare il titolo di King e Queen of the Pool.

Divisi tra la categoria maschile, composta da 60 partecipanti e 4 wild card (conquistate tramite una challenge sui social), e quella femminile, con 2 wild card e 18 iscritte, il Red Bull Pool Clash ha regalato spettacolo, innovazione e tanto divertimento.

La competizione si è svolta in due fasi: nella giornata di sabato hanno avuto luogo le jam session di qualificazione, mentre la domenica coloro che meglio hanno surfato le onde del giorno precedente hanno avuto accesso alle fasi finali dell’evento. I finalisti selezionati si sono poi fronteggiati in un format 1vs1: il tutto sotto gli occhi di una giuria d’eccezione, composta da 7 esperti delle onde, tra cui il wakeboarder italiano Massimiliano Piffaretti.

Alla conclusione della gara, a meritare la corona di Re e Regina della Piscina sono stati Franklin Serpa tra gli uomini e Rachel Bonhote-Mead tra le donne; premiati per il loro stile di surf e la loro creatività.

A questo spettacolare evento non sono poi mancati i grandi nomi del surf internazionale, come Leonardo Fioravanti e Teresa Bonvalot.

“In alcuni periodi dell’anno, in particolare in Europa, avere la possibilità di allenarsi ad alti livelli in impianti come questo per noi è un’occasione unica – racconta Leonardo Fioravanti – Mi sono divertito tanto e i partecipanti hanno reso la gara davvero entusiasmante”.

Il surfista italiano, fresco di qualificazione ai prossimi Giochi Olimpici di Parigi 2024, e la pro surfer portoghese (oltre che essere ambassadors di punta dell’evento) hanno dato spettacolo nello Show Case di sabato sera, dilettandosi in salti e acrobazie sulle onde, accompagnati da giochi di luce che hanno reso l’esibizione ancora più incredibile.

Una pratica, quella del surf nelle piscine ad onde artificiali, che sta prendendo sempre più piede e che Red Bull ha deciso di cavalcare e rivoluzionare con un evento che non ha deluso le aspettative, regalando al numeroso pubblico presente due giorni di festa ed entusiasmo.

condividi
Translate »
Exit mobile version