ROK CUP ITALIA, XMOTORS TEAM CON CHIARELLO

0

immagine a cura di Giuseppe Chiarello

Maser (TV) – Xmotors Team punta sui giovani e quale palestra migliore per la loro crescita sulle quattro ruote se non facendoli iniziare a competere nel mondo dei kart.

Lo scorso fine settimana, in quel del Franciacorta Karting Track, si è tenuta l’ottava prova della Rok Cup Italia e la scuderia di Maser si è presentata ai nastri di partenza con Matteo Chiarello.

Il diciassettenne da Volpago del Montello faticava a trovare la giusta quadra del setup del suo Tony Kart 401RR, in un test rallentato soprattutto da un meteo che andava a peggiorarsi.

La Domenica si iniziava a fare sul serio ma una qualifica non del tutto azzeccata vedeva il trevigiano occupare solo la decima casella sulla griglia, con un parco partenti da ventitré piloti.

Un guizzo fulmineo, al semaforo verde di gara 1, consentiva a Chiarello di recuperare ben quattro posizioni già al termine della prima tornata, sfruttando poi la bagarre creatasi in testa per avvicinarsi rapidamente a ridosso del podio, chiudendo con un buon quarto posto finale.

Un risultato poi arricchito da un regalo della dea bendata che, complice la penalità per partenza anticipata di due concorrenti che lo precedevano, si trasformava in un inatteso secondo posto.

“Gara 1 è sempre la più importante del weekend” – racconta Chiarello – “perchè vale doppio per il punteggio in campionato. Ho sfruttato bene la partenza, portandomi in sesta posizione alla fine del primo giro. Col passare del tempo sono riuscito a sfruttare il combattimento tra i due piloti che avevo davanti, arrivando ad occupare una quarta posizione che poi ho mantenuto fino al traguardo. A causa di una partenza anticipata, dei due rivali che avevo davanti, sono passato al secondo posto ed ho portato a casa un bel po’ di punti per il nostro campionato.”

Inversione di griglia dei primi otto e via ad una gara 2 finita troppo presto per il portacolori della compagine trevigiana, costretto al ritiro per una toccata avvenuta già durante il primo giro.

“In gara 2 ero partito dalla settima casella” – sottolinea Chiarello – “ed avevo iniziato bene ma la mia corsa, purtroppo, è terminata al primo giro. Sono stato coinvolto in un contatto, già nei primi metri, e mi sono dovuto ritirare. È stato davvero un peccato, potevamo fare molto bene.”

Il fine settimana di Castrezzato, archiviato sul terzo gradino del podio nella combinata delle due gare, permette a Chiarello di salire al settimo posto nella provvisoria Shifter-Rok della serie.

“Sono soddisfatto di come si è comportato il mio kart” – conclude Chiarello – “ed in particolare per il risultato di gara 1, ottenuto anche grazie al lavoro di Roberto Pacini e di tutto il team A.P.E. Racing. Abbiamo massimizzato quello che era il risultato possibile per noi. Grazie alla mia famiglia, sempre con me, ed a tutti i partners. Purtroppo quest’anno non sono stato presente in tutto il campionato quindi la classifica è un po’ falsata. È il mio primo anno con il cambio ma siamo stati, da subito, competitivi. Ora occhi puntati sul Trofeo d’Autunno e sulla Rok Cup Superfinal, evento globale che vedrà arrivare piloti da qualsiasi parte del mondo.”

NO COMMENTS

condividi
Translate »
Exit mobile version