Home Eventi Eventi Rossese di Dolceacqua: la prima Doc della Liguria festeggia i suoi primi...

Rossese di Dolceacqua: la prima Doc della Liguria festeggia i suoi primi 50 anni

0
Rossese di Dolceacqua

Sono numerose le iniziative che coinvolgono, da venerdì 22 a domenica 24 luglio, i Comuni di Soldano, San Biagio della Cima e Dolceacqua, per celebrare i 50 anni della Doc del Rossese di Dolceacqua, primo vino della Liguria ad ottenere questo prestigioso riconoscimento, nell’ormai lontano gennaio del 1972.
In programma due visite guidate in vigna, con degustazione: a Soldano, per la Val Verbone, ed a Dolceacqua per la Val Nervia. A San Biagio il Rossese è invece raccontato tramite gli scritti di Francesco Biamonti.
A tema sono anche lo spettacolo teatrale di sabato sera, con Pino Petruzzelli, nell’affascinante scenario del Castello dei Doria, e quello di domenica, dedicato ai prodotti tipici liguri.
Non può mancare, ovviamente, in occasione come questa, un momento tecnico, di discussione e approfondimento, che si preannuncia di grande rilevanza per il futuro di questo vino, con importanti relatori. L’obiettivo è quello di fornire, a produttori ed enti competenti, spunti e individuare un nuovo virtuoso percorso di sviluppo. L’ex sede della Comunità Montana, a Dolceacqua, sarà lo scenario della conferenza di domenica mattina. “Il Rossese di Dolceacqua: ieri, oggi, domani” è il titolo della conferenza, moderata da Paolo Massobrio. Previsti gli interventi di Alessandro Carassale, Edmondo Bonelli, Antonello Maietta, Matteo Gallello. I lavori dovrebbero concludersi con un importante annuncio.
I vari appuntamenti sono a numero chiuso, mentre un folto numero di esperti ed appassionati è atteso per il gran finale di domenica 24, dalle ore 18 alle 24 , quando piazza Mauro, a Dolceacqua, si trasformerà in una grande cantina all’aperto, con una ventina di produttori che proporranno la loro interpretazione del Rossese di Dolceacqua Doc. Degustazioni che saranno effettuate obbligatoriamente con il calice celebrativo e che potranno essere accompagnate, in appositi punti ristoro, da alcune specialità tipiche del territorio. Ciascuno dei seguenti produttori avrà una propria postazione e sarà a disposizione dei visitatori: Caldi, Mauro Zino, Ramoino, E Prie, Foresti Marco, Tenuta Ascari, Maccario Dringerberg, Cantina del Rossese Gajaudo, Du Nemu, Kà Mancinè, Maixei, Poggi dell’Elmo, Robotti Eleonora, Rondelli Roberto, Tenuta Anfosso, Terre Bianche e Testalonga.
Piazza Mauro ospiterà anche spazi dedicati ai prodotti liguri a denominazione di origine per eccellenza, ospiti d’onore del Rossese padrone di casa: il Basilico Genovese Dop e l’Olio Riviera Ligure Dop, presso lo stand del progetto Assaggia la Liguria, con attività didattiche e divulgative. Alle 21, sul palco saliranno Andrea Di Marco e Francesco Petacco per lo spettacolo enogastro-comico “Attenti a quei Dop”, mentre già alle 18 l’intrattenimento musicale è garantito dal Premiato Cotonificio.
La “tre giorni” è organizzata dai tre Comuni (Dolceacqua, capofila, San Biagio della Cime e Soldano) sotto la denominazione di “Rossese di Dolceacqua, 50 anni di Doc”, sostenuta da Regione Liguria e Azienda Speciale della Camera di Commercio Riviere Liguri, con il patrocinio di Ministero delle Politiche Agricole, Prefettura e Provincia di Imperia.

PROGRAMMA COMPLETO DELLA MANIFESTAZIONE

Venerdì 22 luglio
Vigne aperte nella Val Verbone
Soldano – piazza del Comune – partenza navetta (due viaggi) ore 17 e 17.40
Visita in vigna accompagnati da Alessandro Giacobbe, storico del territorio, con degustazione finale nella Piazzetta del Rossese, offerta dai produttori.
Produttori partecipanti: Tenuta Anfosso, E Prie, Kà Mancinè, Poggi dell’Elmo, Foresti
Obbligo di mascherina FFP2
posti limitati, solo su prenotazione allo 0184.206666

Sabato 23 luglio
Il Rossese di Dolceacqua incontra la letteratura
San Biagio della Cima – ore 10 – presso “U Bastu”, via San Biagio
Il Rossese di Dolceacqua negli scritti di Francesco Biamonti ed altri autori, in collaborazione con l’associazione “Amici di Francesco Biamonti”, con aperitivo finale.
40 posti a disposizione
Info e prenotazioni: 389.9954834 – 333.2063295 – 348.9691560

Vigne aperte nella Val Nervia
Dolceacqua – ore 17 (ritrovo e partenza del servizio bus navetta) – via Giardini, fronte scuole
Visita in vigna sulla costa di Arcagna, con degustazione finale sul posto, offerta dai produttori.
Obbligo di mascherina FFP2
posti limitati, solo su prenotazione allo 0184.206666

Io sono il mio lavoro
Dolceacqua – ore 21.30 – Castello dei Doria
spettacolo teatrale scritto ed interpretato da Pino Petruzzelli, nella magica atmosfera del Castello dei Doria, dedicato al lavoro, alla storia e alle radici di chi lavora la terra in Liguria.
a pagamento (euro 12), posti limitati, su prenotazione

Domenica 24 luglio
Il Rossese di Dolceacqua: ieri, oggi, domani
Dolceacqua – ore 10 – ex sede Comunità Montana, via Roma
conferenza con interventi di illustri ospiti
partecipazione ad invito

Il Rossese di Dolceacqua in piazza
Dolceacqua – ore 18 – piazza Mauro
Degustazione in piazza con i produttori, con possibilità di assaggio di tutte le etichette (con calice e pochette celebrativa inclusi, 15 euro). Inoltre punti ristoro con prodotti tipici, intrattenimento musicale con il Premiato Cotonificio, interventi di esperti e l’animazione di “Attenti a quei Dop” con Andrea Di Marco e Francesco Petacco.

LA CONFERENZA

Il Rossese di Dolceacqua: ieri, oggi, domani
Dolceacqua – Ex sede Comunità Montana – Domenica 24 luglio – ore 10

Scaletta

Saluti Istituzionali delle autorità

Interventi tecnici
Alessandro Carassale – Università di Genova e Presidente CeSVin
“Il Rossese di Dolceacqua: definizione di un percorso storico di qualità”.

Edmondo Bonelli – Enotecnico
“Geologia e viticoltura nel territorio del Dolceacqua”

Antonello Maietta – Giornalista e divulgatore enogastronomico, già presidente nazionale Ais
“Il Dolceacqua si confronta con l’importanza della comunicazione nel mondo del vino”

Matteo Gallello – Cronista del vino, assaggiatore e cofondatore della rivista Verticale
“Il Dolceacqua e l’abbinamento gastronomico: la vocazione ai piatti locali e l’inclinazione alle cucine del mondo”

Paolo Massobrio (moderatore) – Giornalista di economia agricola ed enogastronomia.
Chiusura dei lavori: “Rossese di Dolceacqua” o “Dolceacqua”

Sito www.visitdolceacqua.it
Social Visit Dolceacqua

IL ROSSESE DI DOLCEACQUA
Il territorio della Denominazione di Origine Rossese di Dolceacqua Doc ricade nell’estrema parte occidentale della Liguria, in provincia di Imperia, a Dolceacqua e comuni limitrofi. Nella provincia di Imperia il Rossese costituisce “il vitigno” la cui coltivazione ha storicamente caratterizzato l’evoluzione agraria di questi territori con numerosi riferimenti e testimonianze che di fatto ne certificano l’importanza ed il valore. Le più recenti ricerche scientifiche basate sulla conoscenza e comparazione tra i genomi conferma come il Rossese a bacca nera (ma anche quelli a bacca bianca) è vero vitigno autoctono non riscontrato in altre zone di coltivazione italiane ed europee; tale peculiarità in relazione al fatto che ben pochi sono i vitigni a bacca rossa affermatisi nelle regioni di costa fanno del vino Rossese di Dolceacqua Doc una esclusività unica del territorio imperiese. Il clima inoltre aggiunge al prodotto di quell’uva particolarità interessanti immediatamente riscontrabili, ad esempio, nella potenzialità alcolica del vino che, quando espressa ai suoi livelli più elevati, consente addirittura raggiungimenti qualitativi eccelsi evidenziabili dalla menzione “superiore”.