Home Altro Varie

Saint-Barthélemy si prepara per il decimo Ciaspognam

0
Ciaspognam
Ciaspognam 2022 (Foto Acmediapress)

A Saint-Barthélemy è ormai una consuetudine festeggiare l’inizio del nuovo anno con l’allegra ciaspolata serale. Giovedì 5 gennaio 2023 torna ancora una volta Ciaspognam, evento organizzato dalla rete d’impresa “Saint-Barthélemy – Vivere guardando lontano” con il coinvolgimento di tutti gli operatori turistici della località.

Compie ormai dieci anni questa iniziativa capace di mescolare musica, piatti della cucina locale, sport e divertimento. Una bella occasione per scoprire il territorio, ammirare da una posizione privilegiata il cielo stellato (sperando nel sereno…), socializzare e trascorrere una serata al di fuori della normalità.

La formula, molto apprezzata in passato, resta invariata. I partecipanti partiranno a gruppi dal “Centro dello sci nordico” e percorreranno i tracciati illuminati da torce che condurranno verso le quattro aree in cui verranno serviti piatti tipici. A rallegrare la serata, musica e canti, per un’esperienza tutta da vivere.

Nuove, all’insegna della tecnologia, le modalità per iscriversi. Per partecipare a Ciaspognam 2023 è necessario prenotare attraverso il portale geoticket.it – utilizzato da quest’anno anche per i biglietti del fondo – all’indirizzo https://www.geoticket.it/tickets/107. Gli interessati potranno scegliere la fascia oraria di partenza preferita (fino a esaurimento posti) che dovrà essere confermata attraverso il versamento di una caparra non rimborsabile di 13 euro. Per velocizzare la prenotazione, l’azienda consiglia di scaricare l’app Geoticket e accedere alle sezioni “Eventi ed Esperienze” e “Valle d’Aosta”.

La prima partenza di Ciaspognam è fissata per le ore 17.30, l’ultima alle 21, in mezzo altri sei orari, scaglionati di 30 minuti. La passeggiata avrà una durata di circa 2 ore, il costo di partecipazione è di 28 euro per gli over 10 e di 15 euro per i più piccoli e include un gadget ricordo della serata. Sono raccomandati abbigliamento invernale e calzature adeguate, consigliato anche l’uso della luce frontale.

Previous articleVariante SS 45 Val Trebbia, Garibaldi (Lega): sbloccati 60 milioni
Next articleDeltaplano e parapendio: ritorno a una positiva normalità