Home Senza categoria SCI-ORIENTEERING

SCI-ORIENTEERING

0

VITTORIE PER GABRIELE CANELLA ED ELENA IAGHER Gabriele Canella (Monte Giner) ed Elena Iagher (Primiero), sono i vincitori del Campionato Italiano di Sci-Orienteering "Nonesport" che si è svolto oggi sulla lunga distanza nei pressi della Malga di San Felice.
In una cornice naturale al confine con la Provincia di Trento, in Alta Val di Non, gli atleti hanno ottenuto delle vittorie entusiasmanti, mettendosi alle spalle anche i campioni stranieri presenti anche se non in lizza per il tricolore.

Nella categoria maggiore, gli Elite, trionfo di Gabiele Canella con un tempo di 41':15". Ben 40" meglio del fortissimo svizzero Christian Spoerry (SCB), dell'altro elvetico Gion Shnyder (SCB 42':14") e del tedesco Bernd Kohlschmidt (48':07"). Quinto, e medaglia d'argento, il beniamino locale Thomas Widmann giunto al traguardo in 51':28" ma con l'attenuante d'aver rotto la racchetta da sci durante la prova. Completa il podio maschile elite un campione della Corsa Orientamento, Mikhail Mamleev, schieratosi al via quasi a sorpresa. Per lui un tempo di 52':12". Più attardato un altro dei possibili favoriti, Federico Daprà (Monte Giner) 7° in 53':16".

In campo femminile successo di Elena Iagher ( 41':52" Primiero) che ha così riscattato la sconfitta dello scorso anno quando a vincere fu Johanna Murer, oggi seconda in 46':19". Terza la rumena Veronica Minoiu (49':47") davanti all'austriaca Antje Bornhak (51':50"). 5^ e medaglia di bronzo per Stefania Monsorno (Lavazè 52':06") che ha preceduto la campionessa della Corsa Orientamento, Christine Kirchlechner, diventata mamma da pochi mesi. 

I COMMENTI: Queste le parole di Canella raggiante dopo aver indossato la sua maglia tricolore. "Un successo che da soprattutto morale. E' stata una gara più corta del previsto (tempo iniziale stimato per il vincitore 1h e 10'). Per questo motivo nella prima parte ho cercato di non commettere errori, poi, nel finale ho dato tutto quello che potevo. Il fatto di essermi lasciato alle spalle lo svizzero Spoerry, è per me motivo d'orgoglio essendo lui un professionista di questo sport, che viene da diverse settimane di allenamenti e gare in giro per il mondo (Svezia, Norvegia, Engadina ed a breve negli USA). La prova odierna, caratterizzata soprattutto da molti cambi di direzione non era impegnativa dal punto di vista tecnico e ha permesso ad un atleta come me, molto veloce con gli sci, di andare a vincere. Ora la stagione si concentra sulle prove italiane ed a seguire quelle internazionali in Ucraina. Senza dimenticare la gara di domani, dove contiamo di ripeterci in staffetta". 

Per Elena Iagher invece un successo più sofferto: “Lo scorso anno avevo subito una bruciante sconfitta da Murer. Quest'anno sono invece riuscita a preparare la nuova stagione con maggior continuità negli allenamenti e soprattutto risolvendo alcuni problemi di schiena. Ciò mi ha permesso di arrivare maggiormente preparata e competitiva ai Campionati Italiani”.

Sportivamente l’altoatesina Johanna Murer, seconda al traguardo, ha riconosciuto la sconfitta: “Un percorso troppo duro per me che in salita non riesco ad essere ancora al top nella fase di spinta”. 

Le categorie giovanili hanno invece premiato in M 17 Samuele Canella (Monte Giner) come da pronostico davanti a Samuele Tait (Gronlait) e Mattia De Bertolis (Primiero). In M20 invece titolo tricolore ad Adrian Wickert (Terlaner) su Ivano Bettega (Pavione) e Giulio Olenik (Cai XXX Ottobre).

Nelle categorie femminili, in W17 Lia Patsheider (Terlaner) si è imposta su Stefania Corradini (Castello di Fiemme) ed Erika Comina (Monte Giner). La campionessa italiana W20 è invece la promettente Alice Ventura (Lavazè) su Camilla Caserotti (Monte Giner) e Meryl Pradel (Primiero).

DOMANI LA STAFFETTA: gara valida per l'assegnazione del titolo a squadre. Se fra i maschi la sfida pare avere un team come grande favorito, il Monte Giner di Gabriele Canella e Federico Daprà, molto incerta e vibrante appare la sfida in campo femminile con Primiero, Tol, Lavazè e Terlaner.

L'appuntamento è per domattina, sempre nella zona della malga di San Felice, luogo in cui parte anche la lunga pista di slittino, attrattiva per molti turisti.

NO COMMENTS

condividi
Translate »
Exit mobile version