Home Altro Varie Serata culturale del Campanin Russu all’Assunta di Varazze con il Dr. Furio...

Serata culturale del Campanin Russu all’Assunta di Varazze con il Dr. Furio Ciciliot

0
Varazze
Varazze - Furio Ciciliot alle serate culturali

E’ stato un viaggio nel tempo e nello spazio (e nei fondali del mare) quello che il Dott. Furio Ciciliot, Presidente della Società di Storia Patria di Savona, ha fatto fare al pubblico che per la terza sera consecutiva ha partecipato, con vivo interesse, agli incontri culturali organizzati dall’Associazione “U Campanin Russu” di Varazze sul sagrato dell’Oratorio di “N.S. Assunta”.

Un viaggio ricco di informazioni sul mondo della pesca nelle sue diverse forme e specificità, le attrezzature usate fin dai tempi più remoti, le preziose reti di canapa e il lavoro al quale partecipava l’intera comunità legata al mare. Intere famiglie, compreso ragazze e ragazzi, nella dura fatica diuturna di un mestiere che non conosceva pause, la pesca del tonno con le tonnare che agivano, oltre che in Liguria, in altre parti del Mediterraneo, come alla Gorgona e alla Capraia.

L’insigne oratore, in questa accurata descrizione, si è avvalso di una esauriente documentazione, vuoi di antichi documenti attestanti contratti notarili inerenti le varie forme di aggregazioni lavorative per l’acquisto di reti con barche, vuoi di immagini suggestive, molte delle quali scattate dal varazzino J. Neer, nome d’arte di Celesia, un appassionato fotografo del primo 900 che ha lasciato numerose testimonianze di vita e di lavoro della popolazione locale e non solo, patrimonio di storia, usi e costumi che rappresentano una preziosa eredità per le generazioni presenti e future.

Dopo un saluto dell’Assessore Mariangela Calcagno, presenza di sprone e di conforto per le iniziative che ci riportano il sapore della nostra terra e del nostro mare, il Presidente del Campanin Russu, Giovanni Ghione, ha introdotto il dott. Furio Ciciliot nella sua attesa conferenza, il cui punto focale “La pesca del Corallo”, tema senza dubbio interessante, è stato svolto con precisi riferimenti alle zone del Mediterraneo dove questo tipo di pesca era praticata, con l’arricchimento di spiegazioni sul modo di “strappare” i coralli ai fondali mediante aggeggi chiamati “Ingegno”, una specie di “aratura”, che portava a seri danneggiamenti al fondo marino.

Legata a questa attività, tutta un’organizzazione permetteva di attivare laboratori per la lavorazione dell'”oro rosso”, soprattutto nel trapanese e anche a Genova, come da alcune immagini che mostrano capolavori d’arte ineguagliabili.

Una lezione di storia e di lavoro, compresa Tabarca e i corallini pegliesi del 500, oggi insediati a Carloforte in Sardegna, lezione che per molti è stata una novità assoluta che ha permesso nuove e apprezzate conoscenze.

Ci complimentiamo con il dott. Furio Ciciliot per l’illuminante esposizione di un tema senza dubbio affascinante, al quale è stato consegnato dal Presidente Giovanni Ghione, un artistico piatto in ceramica raffigurante “U Campanin Russu”. E un doveroso grazie ai confratelli di N.S. Assunta per la gentile offerta di un gradito brindisi finale.

La parte tecnica della conferenza è stata curata da Gianni Giusto con solerzia professionale, mentre Televarazze. con il Presidente Pietro Spotorno e il cameraman Giuseppe Bruzzone, ha ripreso l’intera serata.

L’ultimo appuntamento delle “4 Serate Culturali” del 2022, organizzate da “U Campanin Russu” con la fattiva collaborazione della Confraternita di N.S. Assunta e di Mariangela Calcagno, Assessore al Patrimonio Storico-Culturale della città di Varazze, è fissato per questa sera, venerdì 29 luglio, alle ore 21:15, con il tema: …”1868 – da Voltri a Savona con la locomotiva a vapore.” – Importante pagina che accompagna il progresso di Varazze e della Liguria, curata da Franco Rebagliati, del Dopolavoro Ferroviario di Savona.

(Testo e alcune immagini di Mario Traversi, altre immagini dalla PF Città di Varazze)

www.ponentevarazzino.com