Home Altri sport Motori SI ACCENDE LA SETTIMANA DI “PASSIONE” DEDICATA AL 1° SLALOM VALLE DELLO...

SI ACCENDE LA SETTIMANA DI “PASSIONE” DEDICATA AL 1° SLALOM VALLE DELLO JATO

0

San Cipirello – Già accesa la settimana di grande “passione” automobilistica dedicata al 1° Autoslalom Valle dello Jato, seconda prova stagionale valida per lo Challenge Palikè 2022 e per il Prix “Serena Casubolo”. A San Giuseppe Jato e San Cipirello è tutto pronto per ospitare la colorata carovana al seguito della kermesse, destinata ad animare i due comuni confinanti del Palermitano votati all’agricoltura ed al terziario sabato 9 (le operazioni preliminari) e domenica 10 luglio (semaforo verde, con la salita di ricognizione e la doppia manche cronometrata).
Bisognerà ancora attendere la definitiva composizione del “roster” dei partecipanti alla gara (che dovrà essere preventivamente approvato da AciSport), tuttavia si conoscono alcune ghiotte anticipazioni sui partecipanti al Valle dello Jato. Tra i più solleciti ad inviare la propria adesione sui tavoli degli organizzatori sono stati il “vecio” Nicolò Incammisa (trapanese di Custonaci, con l’immancabile Radical SR4 Suzuki schierata in classe E2SC 1600 dalla Trapani Corse, di cui è presidente), l’altro trapanese Vito Grammatico (con la Gloria B5 Suzuki, nella classe E2ss 1150) e l’agrigentino di Sciacca Angelo Cucchiara (nell’abitacolo della sua F. Arcobaleno Yamaha, sempre in classe E2SS 1150), entrambi per la Trapani Corse.
A promuovere sul territorio la competizione sono il Team Palikè Palermo (con al timone Anna Maria Lanzarone, Nicola, Dario, Roberto e Alice Cirrito, con la collaborazione di Matteo Cuccia e Michela Merlino) ed una cordata di appassionati di motori locali, coordinata da Massimo Villanova, a sua volta coadiuvato da Giacomo Leone. A concedere il patrocinio al 1° Autoslalom Valle dello Jato sono le Amministrazioni comunali di San Giuseppe Jato (rappresentata dai Commissari straordinari, prefetto Esther Mammano, viceprefetto aggiunto Federica Nicolosi e funzionario economico Susanna Conte) e San Cipirello (con in testa il nuovo sindaco, Vito Cannella). Particolarmente numerosi gli sponsor locali che non hanno voluto far mancare il loro sostegno ed il loro affetto alla ritrovata sfida motoristica di casa.
“Con notevole sacrificio e tanta caparbietà – svela Massimo Villanova, portavoce della cordata di organizzatori locali – siamo riusciti a far tornare il rombo dei motori nella Valle dello Jato, dopo 12 anni dall’ultimo evento analogo. Il nostro è un territorio difficile, per tanti motivi, dove tuttavia si respira ancora sana passione per lo sport automobilistico. Faremo di tutto per mantenere viva questa fiammella anche nei prossimi anni, in modo da assicurare una ulteriore visibilità e promozione al territorio. Ovviamente insieme al Team Palikè, da sempre considerata una famiglia”.
Nel corso del weekend da corsa dedicato al Valle dello Jato, sono già state messe in cantiere diverse iniziative collaterali, di matrice sportiva, sociale e solidale, destinate a dare maggiore spessore all’evento. Tra le novità dell’ultima ora, la consegna, sabato 9 luglio, del Trofeo “Totò Coniglio”, in memoria del copilota originario di Palermo (ma residente da anni a San Cipirello) deceduto nel corso del Rally Valle del Sosio, nell’ottobre 2020. Il 1° Valle dello Jato assegnerà inoltre il Memorial ‘Pietro Polizzi’, stimato meccanico ed elaboratore di auto da corsa scomparso prematuramente, al quale il figlio Giuseppe ha voluto dedicare un trofeo che sarà consegnato a fine gara al pilota locale meglio classificato.
Il 1° Autoslalom Valle dello Jato entrerà nel vivo sabato 9 luglio con le canoniche operazioni preliminari previste al Centro accrediti allestito nei locali dell’Emporium Pub dalle 14.30 alle 19.00, nella centrale via Porta Palermo a San Giuseppe Jato. Le verifiche tecniche avranno invece luogo dalle 14.45 alle 19.30, sempre all’altezza della via Porta Palermo, a San Giuseppe Jato. Un locale attiguo al sopracitato Emporium Pub, ancora nella via Porta Palermo, ospiterà infine Direzione di gara e Sala stampa.
La competizione automobilistica entrerà invece nel vivo domenica 10 luglio, alle 9.00, con la prevista salita di ricognizione (utile ai concorrenti per prendere confidenza con il percorso e per decidere così la più congeniale strategia di gara), deputata a precedere la duplice salita cronometrata, con direzione logistica delle operazioni affidata al trapanese Francesco Sanclemente.
Il tracciato, della lunghezza di 2,850 km, è ricavato lungo la strada provinciale numero 20 (dal km 18+600 fino al km 21+450), che collega i comuni di San Giuseppe Jato e di San Cipirello, in questo caso in direzione inversa. Lo ‘start’ è ubicato nei pressi dall’ex Cantina vinicola Calatrasi, alle porte di San Cipirello, mentre la bandiera a scacchi verrà sventolata in prossimità di corso Trieste, ancora nell’abitato di San Cipirello. Saranno quindici le postazioni di rallentamento con birilli, che i piloti dovranno superare prima di concludere le rispettive prove. Subito a conclusione delle due manche di gara, i concorrenti si dirigeranno verso piazza Falcone e Borsellino e via Porta Palermo, a San Giuseppe Jato, per il regime di parco chiuso. La premiazione conclusiva, tra assoluti, gruppi e classi, è infine in programma, ad apertura di parco chiuso, sempre in via Porta Palermo, cuore pulsante di San Giuseppe Jato.
Il network specializzato Strade ’89 Sport & Comunicazione si occuperà di amplificare ulteriormente l’offerta promozionale legata allo Challenge 022, attraverso servizi filmati e fotografici sulle singole prove in calendario che verranno confezionati ed inviati alle principali testate e televisioni regionali nonché “postate” sui principali social media. Tramite l’app Sportity sarà possibile ricevere informazioni in tempo reale tratte dall’albo di gara e su tutto ciò che riguarda la competizione.
La classifica assoluta (ma provvisoria) dello Challenge Palikè 2022, al culmine della prova d’esordio stagionale ospite al 1° Autoslalom Miniera “Cozzo Disi” Casteltermini, vede al comando undici piloti siciliani, tutti appaiati ex aequo a quota 12 punti. Si tratta del mazarese Giuseppe Giametta, vincitore al Miniera “Cozzo Disi” (Gloria B4 Suzuki, Scuderia Venanzio), degli agrigentini Ivan Brusca (Peugeot 106 Gti 16v, Scuderia RO Racing Cianciana), Sabatino Pagnozzi (Renault Clio Rs, Scuderia RO Racing Cianciana), Salvatore Valenti (Fiat Uno Turbo i.e.), Giuseppe Pepi (Peugeot 106 Gti 16v), Gerlando Salvaggio (Peugeot 205 Rallye), Fabio La Greca (Fiat Cinquecento Sporting, Alex Group), Edoardo D’Alessandro (Renault Clio Rs) e Giuseppe “Puleo” (Peugeot 106 Rallye, Scuderia RO Racing Cianciana). Ancora, sempre in testa a quota 12 punti, il nisseno Maurizio Russo (Fiat 500 Giannini, Motor Team Nisseno), quindi il trapanese Filippo Adamo (A112 Abarth).
Alla posizione d’onore provvisoria, questa volta con 10 punti, seguono il mazarese Totò Arresta (Gloria B5 Evo Suzuki, Scuderia Armanno Corse, in trionfo domenica nel 20° Slalom Agro Ericino, valevole per il Campionato italiano di categoria), i nisseni Carmelo Callari (Peugeot 106 Xsi), Gero Zucchetto (Peugeot 106 Gti 16v), Angelo Sapia (Renault Clio Rs), gli agrigentini Simone Mangiapane (Fiat Seicento Sporting), Nazareno Pellitteri (Renault Clio Rs), Salvatore Milioto (Peugeot 205 Rallye, Scuderia RO Racing Cianciana), Giuseppe Palumbo (su Citroen Saxo Vts) e Luigi Parello (Fiat 500). Sempre a quota 10 punti, Antonino Bonsignore (A112 Abarth) e Toni Manno (Opel Astra Gsi 16v).

FOTO ANGELO CUCCHIARA (F. ARCOBALENO YAMAHA) by MANUEL MARINO