Home Altri sport Motori Sorriso a metà per Andrea Volpi: a Lucca sesto assoluto

Sorriso a metà per Andrea Volpi: a Lucca sesto assoluto

0
Andrea Volpi (Foto Amicorally)

Portoferraio (Isola d’Elba, Livorno) – Può definirsi un bicchiere mezzo pieno, il terzo appuntamento stagionale nella Coppa Rally di VI zona, per Andrea Volpi, impegnato lo scorso sabato alla 56^ Coppa Città di Lucca, terminata al sesto posto assoluto.

Da una parte un impegno rivelatosi difficile per varie componenti, dall’altra l’aver saputo reggere il confronto e rimanere ai vertici delle classifiche Coppa di Zona, nel Trofeo Michelin e nell’R Italian Trophy.

Un sesto posto, dunque, che pur dando continuità alla striscia positiva di risultati soddisfa a metà il pilota elbano portacolori della Scuderia Pro Racing, che affiancato da David Castiglioni sulla Skoda Fabia R5 di Top Rally aveva avviato con cautela il confronto, fattosi subito acceso e di alto livello, per poi avere un calo di rendimento causa disidratazione.

Risolto il problema fisico, Volpi è poi entrato in sintonia con il percorso e con la vettura riuscendo a terminare il rally con riscontri cronometrici importanti, quelli che gli hanno consentito di contenere il distacco finale dal vincitore e nel contempo di coloro che premevano alle sue spalle, cercando di rimanere ai vertici delle classifiche provvisorie stagionali.

ANDREA VOLPI: “Alla fine l’esito posso dire sia andato bene, ma non sono certo soddisfatto, mi aspettavo francamente di più. E’ partita malissimo la prima prova, ancora non riesco a capire perché, dopo è andata un po’ meglio anche se rimasto disidratato tra il primo ed il secondo giro. Diciamo che ho corso come pensavo di fare solo le due prove finali, considerando che abbiamo preso poco passivo da chi si giocava la vittoria, che peraltro erano “di casa”. Molto contento dunque per la seconda parte di gara, risultato buono per la coppa di VI zona, per il trofeo Michelin e per l’R Italian trophy. Grazie alla squadra che ci ha messo a disposizione una vettura al top, grazie al mio copilota che ha saputo gestire la situazione che ad un certo punto era davvero delicata. Un grazie anche ai tanti appassionati che ci hanno sostenuto durante la gara ed un caro ringraziamento, per il sostegno, agli sponsor, senza di loro tutto questo che stiamo facendo non sarebbe possibile”.