Contenuto Principale
Prova di forza della Uyba che supera 3-1 la Millenium Brescia. PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Ottobre 2019 22:33

Tags: Unet E-Work Busto Arsizio | Uyba

IMG 1592 2 Copia

Lo scontro d’alta quota del PalaYamamy tra Uyba e Millenium Brescia, sorride alle bianco rosse che trionfano 3-1 nonostante la situazione di emergenza. 

 

Quella che poteva essere una brutta serata, visti i presupposti di emergenza infortuni, si trasformata invece in una di quelle da vivere e rivivere ancora con una rimonta partita da un primo set perso sul filo del rasoio ad una vittoria in gestione. Dopo una vera e propria battaglia iniziale, persa solo sul filo del rasoio ai vantaggi (28-30), la Uyba completamente rimaneggiata per l’assenza di Leonardi, infortunatasi al dito della mano sinistra, e gli acciacchi di Orro, si assesta e trova il suo equilibrio. Una quadratura che manda in tilt le ragazze di Mazzola che non trovano più sbocchi in attacco, così come confermano i numeri (da 31% a 6% di squadra). Tre punti che arrivano in una situazione di estrema difficoltà e sono preziosi, anzi preziosissimi per la banda Lavarini che rimane incollata al treno di testa in attesa dalla super sfida nel turno infrasettimanale con Novara.  Decisiva la scelta di inserire Orro in regia, che.nel secondo parziale stringe i denti e subentra a Cumino in difficoltà. La regista sarda infatti amministra il gioco con precisione e lucidità permettendo a tutte le sue attaccanti di esprimersi al meglio, rigerando così un Villani prima timida e dando luce ad una Washington (15 punti con 50%) già in grande forma all’esordio. Brescia dalla parte opposta, involve set dopo set con la spina che si stacca e la confusione che regna nella metà campo. Un timido tentativo si vede solo nel quarto set in cui il team di Mazzola prova ad allungare la gara, ma la sola Mingardi (23 punti con 18%) non basta a reggere il peso dell’attacco. 

 

Lavarini dovendo fare i conti con la tegola Leonardi, infortunatasi al dito della mano sinistra sceglie un sestetto inedito con Cumino in regia opposta a Lowe, l’americana Washington (ex del match) al suo esordio con Bonifacio al centro, l’ex Villani e Herbots in banda con Gennari nell’inedito ruolo di libero. Mazzola parte con Caracuta opposta a Mingardi, Speech – Veltman al centro, Riviero con Segura in banda, Parlangeli libero. Nel primo parzialeè una battaglia senza fine che vede il proprio epilogo solo dopo i vantaggi. Buono lo spunto iniziale della Uyba prima della reazione delle ospiti trascinate dal turno di servizio di Riviero. Brescia sfrutta le difficoltà della seconda linea delle padrone di casa e prova a costruire il vantaggio. La Uyba non ci sta e rimane sempre a farsi vedere negli specchietti pronta al sorpasso. Villani va troppo spesso in difficoltà e le ospiti ne approfittano con Mingardi e Segura mettono a terra il più quattro. Lavarini prova a giocarsi le carte Orro e Bici per raddrizzare le cose e la Uyba torna ad una sola lunghezza dalle ospiti. Emozionante punto a punto finale con le due squadre aggrappate ad un filo. Brescia getta al vento due occasioni per chiudere, la Uyba ribalta ma spreca con Mingardi che annulla. Segura concede il tris alle compagne., ma non è ancora abbastanza. Ci vuole un altro affondo di Mingardi per chiudere la lunghissima battaglia sul 28-30. La seconda frazionesi apre nel segno della Uyba che prova di prepotenza a scappare. Le ospiti però con caparbietà restano incollate ed al momento giusto mettono la freccia del sorpasso trascinate dalla solita Mingardi. La Millenium si mette avanti tre lunghezze, ma la Uyba con una Orro in più (in regia al posto di Cumino) riparte e ricostringe la parità. Le bianco nere padrone efficacia e le padrone di casa si ribaltano tutto. Le “farfalle”, avanti di tre provano a gestire il vantaggio, nonostante i tentativi delle ospiti di rientrare. Veltman concede quattro set ball a Busto, che non spreca e chiude alla seconda con Villani (25-21). Nel terzo set, è tutto a senso unico per la Uyba che dopo il botta e risposta iniziale trova per prima il break 5-0 che mette in crisi le ospiti. Mazzola prova il cambio in regia con Bridi in campo, ma la musica non cambia, le sue staccano la spina e la Uyba prende il largo. Messo al sicuro il set la Uyba senza paura amministra con serenità e si prende la bellezza di sette palle set con il diagonale millimetrico di Lowe. Alla seconda occasione chiude di potenza Washington (25-18). Il quarto e ultimo setvede le “farfalle” ancora con il piede sull’acceleratore sull’onda dell’entusiasmo. Le ospiti provano a rimanere aggrappate al match rimanendo ad una sola lunghezza dalle bianco rosse. La Uyba mette di nuovo la freccia grazie ad una straordinaria Washington che fa doppietta personale e condanna le ragazze di Mazzola (15-9). Nel finale, amministrato dalle bianco rosse, ci pensa Bici a trovare la riga millimetrica con l’ace che vale la partita (25-16).

 

La Cronaca

 

Unet e-work Busto Arsizio: 1 Washington, 4 Herbots, 6 Gennari, 7 Cumino, 9 Leonardi (L), 10 Villani, 11 Lowe, 13 Bonifacio, 6 Gennari (L). All. Lavarini, 2° Musso.

 

Banca Valsabbina Millenium Brescia:  4 Rivero, 6 Veltman, 7 Speech,  9 Mingardi, 14 Caracuta, 16 Segura, 10 Parlangeli (L). All. Mazzola, 2° Zanelli.

 

Arbitri: Zanussi – Piubelli

 

Primo set, bene la Uyba in avvio che trova il mini break con l’affondo di Lowe (6-4). Brescia ristabilisce l’equilibrio con l’ace di Riviero su Villani e prova anche ad allungare (7-9). Alla ripresa dopo lo stop chiesto da Lavarini, la doppietta di Lowe riporta sotto le bianco rosse (9-10). La Millenium rimane a distanza di sicurezza grazie al mani out di Riviero (13-15). Mingardi mette a terra a il più quattro che costringe Lavarini al secondo stop (16-20). Orro e Bici in campo nel finale per le bustocche, ma non basta perché Mingardi trova ancora spazio (18-22). La Uyba si riporta ad una sola lunghezza e Mazzola si gioca il doppio sto nel giro di pochi minuti (21-22). Tutto da vivere il punto a punto finale con Brescia che spreca due palle set e poi subisce l’affondo di Washington che può valere il set, ma Mingardi annulla tutto (27-27). Segura trova spazio, ma terzo set ball annullato (28-28). Ci pensa Mingardi a trovare l’affondo decisivo che vale la vittoria del set (28-30). 

 

Secondo set, avvio prepotente della Uyba che si porta a più tre con l’affondo deciso di Herbots (4-1). Brescia non ci sta e ristabilisce la parità con la solita Mingardi (7-7). Le bianco rosse staccano la spina e scivolano a meno tre costringendo Lavarini allo stop (7-10). Al rientro in campo Lavarini si gioca la carta Orro al posto di Cumino (8-12). Accelerano le bianco rosse e torna la parità in campo (13-13). Botta e risposta che sorride alla Uyba, avanti grazie all’errore di Mingardi che va sull’asticella (16-14). Herbots mette a terra e Mazzola chiama a rapporto le sue (18-15). Villani alza la saracinesca su Riviero e tiene le compagne a distanza (21-18). Veltman spedisce out e regala quattro occasione per ristabilire la parità nel conto dei set (24-20). Buona la seconda con Villani che chiude (25-21). 

 

Terzo set, primo mini break per la Uyba con Washington che spinge Mazzola già a fermare il gioco (5-3). Non cambia la musica alla ripresa con le bustocche che scappano a più cinque (8-3). Lowe e Herbots fanno male ed è doppiaggio (12-6). Lowe non sbaglia ed è 15-9 per le padrone di casa. Bresci prova a farsi sotto, ma è troppo timida, l’errore di Veltman tiene le bustocche a distanza di sicurezza (20-13). Le bresciane provano a farsi vedere ma sono ancora cinque le lunghezze che separano le due squadre (20-15). Spazio anche per l’under Cucco tra le bianco rosse, che si prendono sette palle set grazie al diagonale millimetrico di Lowe (17-24). Buona la seconda con Washington che chiude di potenza (18-25). 

 

Quarto set, sulle ali dell’entusiasmo le bianco rosse tentano ancora la fuga con Lowe che non sbaglia in pipe (5-2). Bonifacio alza il muro su Veltman ed è più quattro (7-3). Brescia non ci sta e torna a farsi vedere con il muro su Herbots che vale il meno uno (8-7). Villani picchia duro e riporta la sue sul più tre (13-9). Washington è incontenibile e fa tripletta (16-10). Mingardi prova a spingere le sue (18-13), ma il gap resta ancora ampio.  Nel finale nulla da fare per Brescia che subisce la potenza di Lowe e resta staccata (22-14). Ci pensa Bici a mettere la parola fine alla gara con un ace millimetrico sulla riga di fondo (25-16). 

 

Roberto Bojeri 

Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Ottobre 2019 19:46
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...