Contenuto Principale
AGNELLI TIPIESSE - I consigli del mental trainer Arioli per mantenere alta l’intensità agonistica in quarantena PDF Stampa E-mail
Scritto da Sevenpress   
Lunedì 09 Novembre 2020 14:45

Tags: Agnelli Tipiesse | Emanuele Arioli

0a0aaaabdd6af60-ca02-4252-81c2-d1d6e3f05498

Foto Giuliani

In questo periodo di stop forzato a causa della positività di alcuni atleti del team diventa difficile mantenere alta l’attenzione e la forma fisica.

I ragazzi di Graziosi avevano raggiunto l’apice della forma grazie anche alla preparazione atletica ed il lavoro svolto in questi ultimi tre mesi, dal 2 agosto con tanta minuzie ed attenzione per il dettaglio, quando l’ombra del Covid si è posata sulla squadra costringendo a fermare il lavoro costante ed intenso. La pausa sarà comunque limitata al periodo di quarantena e dipenderà dai risultati dei test settimanali, finchè gli atleti non saranno nuovamente negativi.

Interviene dunque il mental trainer di Agnelli Tipiesse, Emanuele Arioli con alcune dichiarazioni e consigli su come gestire questo momento di stop per mantenere la testa sul pezzo.

In un momento come questo qualche stop era messo in conto, come si affronta mentalmente per un atleta lo stop da malattia Covid?

Periodo molto strano per un atleta di alto livello. Gli atleti non sono abituati a fermarsi e non possono farlo. In questo caso è molto facile perdere il grande lavoro fatto finora e ricordiamoci che questi ragazzi stavano proprio bene.
Cosa fare?
Il lavoro possibile è il mantenimento fisico, da casa in quarantena con i soli strumenti o attrezzi che si possono avere o inventare con l’aiuto del preparatore atletico. Il problema è riuscire a mantenere l’intensità agonistica e gli spazi. Gli spazi si trovano solo in palestra e quindi è importante prima di tutto stare bene ed in forma per poi essere rapidi in palestra a ritrovare gli spazi e i tempi di gioco.

Dobbiamo ricordare che lo stop non sarà come quello di marzo perché la quarantena è ridotta, sempre ammesso che l’atleta sia asintomatico e guarisca dopo un paio di settimane naturalmente come ci auguriamo. Come mantenere nella testa l’agonismo che i ragazzi hanno ben raggiunto fino a una settimana fa?

L’intensità agonistica? Consiglio di metterla in ogni esercizio e sforzarsi a lavorare anche a casa come se ogni domenica ci fosse la partita: solo così si potrà tornare in palestra e lavorare a pieno ritmo appena sarà possibile.

Linda Stevanato

www.agnellitipiesse.it

Nella foto: Emanuele Arioli con il Presidente Agnelli

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...