Home Altri sport Ciclismo Sport per Crescere Insieme: salite tutte da gustare ad impreziosire percorsi spettacolari

Sport per Crescere Insieme: salite tutte da gustare ad impreziosire percorsi spettacolari

0

Pedalare senza agonismo  è la “parola d’ordine” della  7ª Sport per Crescere Insieme. Ciò in linea con la filosofia del  circuito di granfondo cicloturistiche  Romagna Sprint (http://www.romagnasprint.com) di cui la manifestazione organizzata dall’Usd San Marco  il  4 agosto  a  Case Finali di Cesena (Fc) sarà quarta prova.

Questo, a differenza di quanto qualcuno potrebbe pensare, non elimina però quelli che sono alcuni degli aspetti tipici del ciclismo, tra cui la  fatica. In questa disciplina, si sa, la fatica è sinonimo di  salita. Chi il 4 agosto sceglierà di cimentarsi nella Gf Sport per Crescere Insieme troverà ad attenderlo delle ascese che gli regaleranno quelle sensazioni che solo la strada che sale può dare a un vero appassionato di ciclismo.
I partecipanti affronteranno la  prima salita  dopo circa 35 chilometri caratterizzati da stimolanti mangia e bevi. Si tratta dell’ascesa di  Monte Mercurio  (6 chilometri con pendenza media del 7% e massima dell’11), che inizierà dalla piazzetta di Ranchio, paesino situato a pochi chilometri da Sportilia.   Dopo una pedalata in leggera pendenza per una decina di chilometri lungo il torrente di Pian di Spino, i partecipanti attaccheranno la  seconda salita  di giornata, quella di  Monte Cavallo  (6 chilometri con pendenza media del 5,5% e massima del 10), che porterà i ciclisti ad ammirare la rocca medievale di Teodorano, nella frazione di Meldola, e ad affrontare la  prima novità del 2013, inserita per garantire maggior sicurezza ai ciclisti:  la discesa molto tecnica che conduceva a Formignano è stata sostituita  con quella altrettanto panoramica ma su ampia carreggiata più scorrevole che scivola verso la frazione di Borello.
Al termine della discesa, divisione tra percorso medio e lungo. I mediofondisti proseguiranno tra saliscendi alla volta del traguardo posto nella parrocchia di Case Finali di Cesena, mentre i granfondisti proseguiranno verso la  seconda novità  del 2013, che li porterà sulla  salita di Montevecchio, le cui prime rampe sono poste a un paio di chilometri dal borgo di Borello. Un’ascesa di 4 chilometri che profuma di leggenda in quanto porterà, dopo tornanti con pendenze anche al 14%, ai 373 metri della cima, dove troneggia la foto di Marco Pantani che, incastonata in un cippo, sembra salutare i granfondisti e spingerli a compiere le ultime fatiche.
Dopo aver svalicato, si proseguirà alla volta di Sorrivoli per scendere lungo il muro al 20% reso famoso dal Giro d’Italia del 2004. Al termine di questa discesa tecnica di 1,5 chilometri la strada  si impennerà portando i corridori alla conquista della Cima San Marco,  posta alla sommità della quarta e ultima salita di giornata, quella di  Monteleone  (3,5 chilometri con pendenza media del 7,5% e punta massima del 10,5). Si procederà quindi, tra brevi discese e piccole salite, fino al controllo di Roncofreddo, per poi pedalare spediti per 20 chilometri verso il traguardo, dove gli atleti saranno accolti da massaggi e da un ricco buffet nel teatro parrocchiale di Case Finali di Cesena.
Gusto di pedalare immersi in un territorio ricco di bellezze, fatica e percorsi impegnativi saranno solo alcuni degli ingredienti di una giornata che sarà senza dubbio indimenticabile.
L’evento sarà anche valido come  prova unica  del primo  Campionato regionale Emilia Romagna di Granfondo cicloturistiche del Centro Sportivo Italiano  e come  ultima prova della kermesse Pedalando con Gusto  (www.ruoteamatoriali.it).
La quota d’iscrizione  sarà di € 7,  ma fino al 23 marzo sarà possibile sottoscrivere un abbonamento  di  € 25,  che permetterà di partecipare a tutte le  cinque manifestazioni del Romagna Sprint.
Info granfondo: Fabrizio Merli 3342866577 – [email protected] – www.usdsanmarco.it
Info Romagna Sprint: http://www.romagnasprint.com

Previous article“Apriti Sesamo” progetti per la fruizione sensoriale dei luoghi di interesse culturale. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali promuove un’occasione riservata ai giovani creativi
Next articleIL MONTE BONDONE SI FA IN DUE, “MEDIO” E “LUNGO”