Home Altri sport

Tennistavolo Norbello, la A1 maschile recupera con il Top Spin Messina

Tennistavolo Norbello
Tennistavolo Norbello di A1 maschile con il presidente Simone Carrucciu (Foto Stefania Serra)

Il Tennistavolo Norbello recupera la gara della terza giornata di ritorno della A1 maschile di Tennistavolo.

PROVE TECNICHE DI PLAY OFF

Assicurato il terzo posto e con la mente serena si può pensare a far passare dei brutti quarti d’ora agli stellari esponenti del Top Spin che giungono in Sardegna con il chiaro intento di fare bottino pieno e sondare ulteriormente una formazione determinata a vendere cara la pelle nel turno secco dei play off scudetto ad aprile.

È lecito fare voli pindarici, tanto non c’è nulla da perdere, ma sotto, sotto, la tifoseria vera, quella che ama indefessamente la propria squadra, spera sempre nei risultati inaspettati. È pur sempre un atto di fede.

Con il successo ottenuto a Sassari il Tennistavolo Norbello capolista del girone A della D1 dimentica i due precedenti e incredibili passi falsi e si sente già nella serie superiore a due giornate dal termine. Applausi a scena aperta per Maurizio Muzzu, Eleonora Trudu, Peppe Mele, Roberto Bosu e gli innesti temporanei Ana Brzan e Martina Mura.

Campionato Serie A1 Maschile – Girone Unico Nazionale
Recupero terza giornata di ritorno
Venerdì 10 marzo 2023 Ore 18:00
Sede di Gioco Palestra comunale – via Azuni – Norbello (OR)

A.S.D. Tennistavolo Norbello – Top Spin Messina

CHISSA’..

Si sono dovuti inchinare per due volte a quell’Apuania Carrara che sta dominando in lungo e in largo la regular season. Ma i giocatori di stanza a Messina son sempre pronti a giocare brutti scherzi nei momenti più impensabili; se vogliono riconfermarsi campioni d’Italia dovranno per prima cosa soffocare gli entusiasmi norbellesi scaturiti dalla prima storica presenza di una formazione maschile nei play off scudetto. La gara di venerdì inutile ai fini della classifica, potrebbe diventare un utile banco di prova per l’appuntamento più serio e impegnativo dei play off.

La squadra dello Stretto dispone di un sestetto solido e affiatato costituito dal portoghese Joao Andrade Monteiro (62,5%), dai fratelli Leonardo (76,9%) e Matteo Mutti (66,7%), Marco Rech (83,3%), i polacchi Viktor Dyjas (66,7%) e Robert Floras (66,7%).

Nessuno nel centro del Guilcer vuol dare informazioni su chi dovranno andare a prendere in aeroporto. I cinque combattenti si tengono pronti a qualsiasi chiamata: Gaston Alto, Diogo Carvalho, Marco Antonio Cappuccio, Javier Benito Rodriguez e il tecnico giocatore Sergei Mokropolov vorrebbero che quel terzo posto si trasformasse in qualcosa di più interessante.