Home Altri sport Sport Invernali The Ultimate Run: l’impresa più estrema di Markus Eder

The Ultimate Run: l’impresa più estrema di Markus Eder

0
Eder
Markus Eder durante la sua discesa (Foto Credit Harald Wisthaler / Red Bull Content )

L’inverno è alle porte e per tutti gli appassionati di sci è arrivato un grande regalo, “The Ultimate Run”: l’impresa più estrema ideata e realizzata dal freestyler Markus Eder. L’incipit del video è affidato proprio alla voce del fuoriclasse altoatesino che, quando pensa allo sci, rivela di chiedersi ogni tanto: “What If?”. Da lì prende il via uno dei contenuti più straordinari realizzati da Markus. Si tratta di un’incredibile discesa di 10 minuti che parte da Zermatt, nota località svizzera di montagna, per arrivare fino alla valle sottostante. Lo scenario è davvero mozzafiato, con lo sciatore italiano che sfreccia sui sentieri ricoperti di neve, attraversando grotte di ghiaccio, castelli e pendii scoscesi per tutto il percorso. “The Ultimate Run” è uno dei documentari più creativi e affascinanti mai catturati su pellicola, una discesa che unisce sci, trick e drop eseguiti da uno dei freestyler più abili dell’intero pianeta.

Markus Eder inizia infatti la sua avventura da Zermatt, nel cuore delle Alpi svizzere, sovrastata dal leggendario Cervino, e attraversa, dopo aver superato diversi blocchi di ghiaccio, il Klausberg ski resort, nel suo paese di origine. Dopo una breve sessione di freestyle con amici, Eder torna così sulla neve fresca e attraversa il castello medioevale di Tures e il museo minerario. La discesa termina poi al tramonto sul fondovalle: sei anni di sci racchiusi in 10 minuti ricchi di gioia e adrenalina.

Il documentario è stato realizzato, per oltre 2 anni, da “Legs of Steel“, società di produzione con sede a Innsbruck, diretta dall’ex snowboarder professionista Christoph Thorensen. “The Ultimate Run è il progetto che Markus ha sempre sognato”– afferma Tobi Reindl, produttore di “Legs of Steel” – “ed è diventato anche uno dei progetti più impegnativi ed emozionanti che abbiamo realizzato fino ad oggi“. L’editing finale può farlo sembrare quasi una normale discesa sulla neve, ma il freeride italiano conosce benissimo il vero significato di questa impresa. “Ho dovuto spingermi ben oltre i miei limiti questa volta“– afferma Markus Eder – “Ogni aspetto di questa avventura mi ha emozionato fin dall’inizio: sicuramente poter trasformare la mia città natale di Klausberg nella mia personale location per il cortometraggio è stato uno stimolo in più“.

La discesa di Eder si appresta così a diventare una pietra miliare e una fonte di ispirazione per tutti gli appassionati di sport invernali, soprattutto per gli amanti di sci che vogliono alzare l’asticella.

DOCUFILM:
www.redbull.com/int-en/markus-eder-the-ultimate-run