Home Altri sport

Tiro con l’Arco, Spring Arrows: Italia d’oro ad Antalya

Tiro con l'Arco
Matteo Borsani, Mauro Nespoli e Federico Musolesi oro a squadre ad Antalya (Fitarco)

L’esordio all’aperto della Nazionale Olimpica di Tiro con l’Arco è un successo, gli azzurri tornano da Antalya (Tur) dove hanno disputato lo Spring Arrows Tournament con ben quattro medaglie, un ottimo test in vista della corsa verso le qualificazioni per i Giochi di Parigi 2024. In Turchia l’Italia si prende l’oro con la squadra maschile (Nespoli, Borsani, Musolesi) e il mixed team (Nespoli, Rebagliati), mentre nell’individuale arrivano l’argento di Federico Musolesi e il bronzo di Chiara Rebagliati. L’Italia chiude al secondo posto il medagliere insieme alla Germania (2 ori, 1 argento, 1 bronzo) e dietro solamente alla Turchia (3 ori, 2 argenti e 2 bronzi).

L’ORO A SQUADRE MASCHILE – La finale per l’oro di Matteo Borsani, Mauro Nespoli e Federico Musolesi contro la Gran Bretagna (Hall C., Hall T., Wise) parte subito bene per gli azzurri che si portano sul 4-0 grazie ai parziali di 56-53 e 54-53. I britannici provano a tornare in partita nella terza volée (56-55), ma l’Italia non lascia spazio nemmeno al pensiero della rimonta chiudendo i conti con il 53-51 dell’ultimo parziale che vale il 6-2.

L’ORO MIXED TEAM – E’ più combattuta, ma vede sempre l’Italia vincere l’oro, la finale mixed team in cui Chiara Rebagliati e Mauro Nespoli battono in rimonta dopo lo shoot off la Spagna (Canales-Temino) 5-4 (20-16). La sfida ha un copione preciso con gli iberici in vantaggio due volte, con il 37-36 e il 35-34 del primo e del terzo set, e gli azzurri a recuperare lo svantaggio con un 39-36 e un 39-37 al secondo e quarto parziale. Si va così alle frecce di spareggio in cui Rebagliati e Nespoli sono perfetti e con un doppio 10 battono gli avversari che si fermano sul 9 e sul 7.

MUSOLESI D’ARGENTO – La corsa verso la medaglia individuale di Federico Musolesi parte nel pomeriggio e lo vede vincente in semifinale contro l’uzbeko Sadikov allo shoot off 6-5 (9*-9). Il successo apre all’azzurro le porte della finale contro il beniamino di casa Mete Gazoz, campione olimpico e mondiale in carica. Il turco tira in maniera quasi perfetta, piazzando tutte le sue frecce sul “10” tranne una, un ritmo forsennato a cui Musolesi si arrende per 6-0.

REBAGLIATI DI BRONZO – La quarta medaglia azzurra ad Antalya porta ancora la firma di Chiara Rebagliati che prima perde la semifinale con la tedesca Schwarz 6-2 e poi si prende la rivincita nella sfida per il terzo posto con l’altra tedesca Kroppen. Lo scontro è una girandola di emozioni con Rebagliati che si porta sul 2-0 (29-27) ma prima dell’ultimo set si trova sotto 5-3 a causa del pareggio del secondo parziale (27-27) e delle sconfitte nei due successivi entrambi conclusi 27-26. L’arciera italiana però non si arrende pareggiando (28-25) la sfida e mandandola allo spareggio dove il suo 9 è più vicino di quello dell’avversaria al centro del bersaglio e vale il bronzo.

condividi
Translate »
Exit mobile version