Home Altri sport Motori TRENTO – BONDONE RICCA PER RALLY TEAM

TRENTO – BONDONE RICCA PER RALLY TEAM

0

immagine a cura di Giuseppe Rainieri

Rosà (VI) – Un tridente indubbiamente efficace, quello schierato da Rally Team nel recente fine settimana, per una Cronoscalata Trento – Bondone più che gratificante.

L’appuntamento valevole per il FIA European Hill Climb Championship, per il Campionato Italiano Velocità Montagna e per il Trofeo Italiano Velocità Montagna, in zona nord, ha visto la scuderia di Rosà esprimersi ad altri livelli, grazie all’ottimo stato di forma dei propri portacolori.

Tra le regine del passato, nell’ambito del FIA Historic Hill Climb Championship, ad emergere è stato un mai domo Giampaolo Basso, su Porsche 911 RS, alla fine quinto assoluto ma anche secondo nel secondo raggruppamento ed in classe B6, nonostante una vettura non adatta.

“Sono soddisfatto” – racconta Basso – “ma recrimino di aver partecipato con l’auto in versione rally, più pesante di quasi un quintale rispetto alla versione da salita. Chiudere quinti assoluti, su oltre ottanta partenti, nella gara più importante d’Europa, per questo campionato, è una bella gioia, sia per me che per Rally Team. Questa è stata la mia gara numero quattrocendodieci.”

Passando alle moderne, seppur ancora per poco, buona la seconda piazza in GT Cup, contornata dalla decima nella generale di gruppo GT, per il pluridecorato Romy Dall’Antonia.

Dopo sette anni di assenza dalla scena trentina, passato alla pista raccogliendo importanti soddisfazioni, il portacolori della scuderia di Rosà è tornato a calcare un palcoscenico a lui ben noto, campione italiano dal 2007 al 2009 e detentore di numerosi record che ancora oggi resistono, sviluppando una Porsche 997 GT3 Cup con la quale proseguirà nel TIVM, zona nord.

“Stiamo lavorando su una vettura per il futuro” – racconta Dall’Antonia – “perchè, il prossimo anno, passerà al gruppo GTS e tornerà ad essere competitiva per la vittoria. Qui pagavamo dazio, attorno ai cento cavalli, rispetto alle sorelle più recenti ma abbiamo svolto un buon lavoro con Yomix Motorsport e Drace. Erano sette anni che non correvo qui, essendo stato impegnato in pista in varie formule, ma siamo soddisfatti dei dati raccolti. Oltre allo sviluppo, pur essendo partiti in ritardo perchè la vettura non era pronta, proveremo a giocarci la zona nord del TIVM.”

Partecipazione spot, conclusa con il sorriso, per Emanuele Masiero, giunto al termine della due giorni trentina con un buon terzo posto di classe ProdE1600, quarto nella generale di gruppo.

Per il pilota della Citroen Saxo gruppo A una sola nota stonata sui problemi organizzativi.

“La nostra gara è andata bene” – racconta Masiero – “e siamo soddisfatti del risultato. Se dal fronte organizzativo la sicurezza è stata migliorata sono rimasto un po’ deluso della gestione del Sabato. Dopo la prima manche di prova volevo apportare delle modifiche all’assetto e sono stato in tuta fino alle sette di sera prima di scoprire che non si sarebbe fatta la seconda salita. C’era margine per crescere ma, purtroppo, ho dovuto testare le modifiche soltanto in gara.”