Home Altro Varie

Ucraina: da Parabiago il pane solidale blu e giallo per la pace

0
Pane
Pane per la pace

Il pane in cassetta per la Pace ha i colori della bandiera Ucraina. È dedicato al popolo martoriato dalla guerra, contro l’attacco della Russia, per portare un messaggio di pace e fratellanza sulle tavole delle famiglie e avviare una raccolta fondi a favore del popolo martoriato dalla guerra.

L’idea arriva da Matteo Cunsolo, maestro panificatore de La Panetteria (panificio a Parabiago alle porte di Milano), presidente dell’Associazione Panificatori Confcommercio di Milano e Province e Segretario Richemont Club Italia (organizzazione attiva nei settori della panificazione e della pasticceria): «In questo momento credo che ognuno faccia quello che può per esprimere vicinanza e solidarietà al popolo Ucraino. “Il pane per la Pace” rappresenta una goccia nell’aiuto alle persone colpite da questo conflitto. Faccio il pane e cerco di mettere ciò che so fare per esprimere la solidarietà e contribuire a raccogliere fondi per assistere i bambini e le loro famiglie. Spero che questo messaggio di pace, attraverso il pane, si diffonda nelle case e fra le famiglie». Per la realizzazione, Cunsolo ha utilizzato l’infuso di Clitoria Ternatea, una tisana preparata con i fiori essiccati del Butterfly Pea (Clitoria ternatea), comunemente conosciuto come “pisello blu” o “pisello cordofan”, per ottenere il colore blu; mentre per ricavare il colore giallo è stato utilizzato lo zafferano. La scritta “Peace” è stata utilizzata con burro di cacao spruzzato sul pane attraverso un apposito stampo (realizzato per l’occasione da A2 soluzioni adesive di Parabiago).

Il pane blu e giallo, avvolto dalla scritta “Peace” è in vendita a La Panetteria (prezzo 12,00 € al chilo) e l’intero ricavato sarà devoluto in beneficienza al Lions Club “Giuseppe Maggiolini” di Parabiago che dal 27 febbraio ha attivato una raccolta fondi pro Ucraina diretta al Lions Clubs International Foundation (LCIF).

Previous articleCorso di difesa personale femminile
Next articleXC Masseria del Cuccaro, gran bella ripartenza della mountain bike