Home Altri sport

Un’estate di sfide a Courmayeur: l’agonismo tocca nuovi “picchi”

Courmayeur
Courmayeur - sport (Courmayeur Mont Blanc)

Courmayeur – Le montagne, a Courmayeur, sono come un palcoscenico pronto per lo spettacolo del grande sport: ciclismo, trail e arrampicata richiamano tra le vette atleti di ogni livello, pronti a misurarsi con i propri limiti.

Inizia una stagione di grandi sfide, dal Giro ciclistico della Valle d’Aosta, una delle competizioni più interessanti del calendario agonistico, alle maratone di montagna, su tutte l’UTMB® Mont Blanc e il TORX®, aperte dal Gran Trail Courmayeur di luglio. Courmayeur si prepara a mesi mozzafiato sotto il profilo sportivo, una conferma della capacità della località di ospitare eventi di portata internazionale.

Giro ciclistico della Valle d’Aosta: 12-16 luglio

Il miglior ciclismo giovanile europeo si corre qui: dal 12 al 16 luglio il Giro ciclistico della Valle d’Aosta, giunto alla 59° edizione, ospita futuri campioni. La tappa di Courmayeur, la seconda, si annuncia una delle più affascinanti e impegnative, anche sul piano altimetrico: il traguardo è a Pré de Pascal, al cospetto del Monte Bianco. La competizione è una importante vetrina che punta i riflettori sui talenti che nei prossimi anni avranno tutte le chance di scalare le vette del professionismo. Occhi puntati sui leader delle varie classifiche della corsa: in maglia gialla i più forti della classifica generale, in maglia bianco-blu i vincitori del gran premio della montagna, in blu i dominatori della classifica a punti, in rosso e bianco i più veloci negli sprint catch e in maglia bianca i corridori Under 20.

La stagione dei trail

L’area del Monte Bianco è il terreno d’elezione di alcune tra le più famose competizioni mondiali, richiamando i più grandi runner internazionali. Il calendario agonistico si apre dal 7 al 9 luglio, con il Gran Trail Courmayeur. La gara principale – la 100 km, tra Courmayeur, Pré-Saint-Didier, Morgex e La Thuile – prende il via venerdì 7 da piazza Abbé Henry, alle 10 di sera: una maratona notturna che si conclude il giorno dopo, con i primi arrivi attesi verso mezzogiorno e mezza. Le gare da 55 km e da 30 km partono invece direttamente il sabato, rispettivamente alle 7 e alle 9 di mattina. Sulla linea del traguardo, al Jardin de l’Ange, il pubblico acclamerà i vincitori.

Dal 28 al 30 luglio Vertical Trail Courmayeur Mont Blanc (VTMB) porta a Courmayeur tre giorni di competizioni che spaziano dal trail running allo sky running. Dà il via alle gare il T60K, chiamato anche trail del Battaglione, 54km da affrontare con il vero “spirito trail” in un percorso mai battuto da una gara e con l’assistenza ridotta a generi di prima necessità. Sono di intensità ridotta per chilometri ma non per atmosfera i due vertical trail del 29 e 30 luglio, V2K e V1K. Il primo, di 11km toccherà l’altitudine di 3.560m a Punta Hellbronner mentre il secondo, con i suoi 7km, è una gara aperta a tutti ma che offre una vista spettacolare sulla valle di Courmayeur.

Un grande entusiasmo circonda anche l’Ultra-Trail du Mont-Blanc®, avventura straordinaria nel cuore del massiccio del Monte Bianco, attraverso tre nazioni – Francia, Italia e Svizzera. Dal 28 agosto al 3 settembre Courmayeur si anima per accogliere nel modo migliore i runner provenienti da più di 100 nazioni: in particolare, da qui partono la TDS® (sur les Traces des Ducs de Savoie), la YCC, dedicata ai giovanissimi, la CCC® (Courmayeur-Champex-Chamonix) e la ETC (Experience Trail Courmayeur), la più accessibile e – a paragone delle altre – entry level.

Inizia invece l’8 settembre il circuito TORX®, manifestazione di Endurance Trail di cui fa parte l’epico TOR330 – Tor des Géants®, lungo 330 km, e tante altre gare, con percorsi e distanze differenti, ma sempre legate alla Valle d’Aosta. Il cuore della manifestazione sono i “giganti”: il Monte Bianco, il Monte Rosa, il Cervino e il Gran Paradiso. Per nove giorni – fino all’emozionante cerimonia di premiazione del 17 settembre, al Parco Bollino – Courmayeur vive al ritmo dei suoi atleti, respirando un’atmosfera che non è fatta solo di agonismo, ma di autentica passione e di ricerca del proprio limite fisico e mentale. Di anno in anno il calendario di appuntamenti si è infittito, e ora include una gara ancora più estrema e selettiva dell’originale Tor des Géants, ovvero il Tor des Glaciers, lungo 450 km, con 32.000 m di dislivello e aperto a soli 200 corridori.

Courmayeur Feeling Mountain

L’aspirazione verso l’infinito, il brivido dell’ascesa, l’adrenalina che regala la montagna sono emozioni che ben conoscono gli appassionati delle sfide alpinistiche e delle avventure ad alta quota. L’edizione 2023 di Courmayeur Feeling Mountain trasmetterà queste sensazioni al pubblico con appuntamenti settimanali che andranno in scena ogni venerdì al Jardin de l’Ange, dal 21 luglio al 18 agosto.

Ad aprire la rassegna ci sarà Alessandro Bau, atleta e guida alpina, che ha scelto di cambiare vita, abbandonando un lavoro da dipendente, e di dedicare gran parte del suo tempo alle montagne che ama. Il 28 luglio sarà il turno di Marcello Ugazio il triatleta da record che in 12 ore 19 minuti e 36 secondi ha percorso 242 chilometri e 5.500 metri di dislivello, partendo da Genova fino a raggiungere la cima del Monte Rosa. Direttamente dagli Stati Uniti, il 4 agosto arriva Colin Haley, l’alpinista statunitense noto per la sua velocità di salita su pareti impervie mentre venerdì 11 agosto saliranno sul palco Luca Matassoni e Nicola Castagna, rispettivamente il regista di ALTAVIA 4000 e uno dei protagonisti del documentario presentato, quest’anno in anteprima mondiale al Trento Film Festival. Chiude l’edizione 2023, il 18 agosto, Mathieu Maynadier alpinista fulltime sempre dedito alla ricerca di nuove sfide e vette da affrontare. Tutti i protagonisti di Courmayeur Feeling Mountain sono ambassador e atleti del team Scarpa, partner dell’evento.