Home Calcio Calcio Femminile

UPC Graphistudio Tavagnacco

Chiasiellis-Graphistudio Tavagnacco

PER IL TAVAGNACCO UNA GIORNATA “NO”. DERBY AL CHIASIELLIS

Graphistudio poco incisiva e punita nel finale da Domenichetti e Zanetti

 

CHIASIELLIS – GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO 2-0 (0-0)Reti: 79’ Domenichetti, 81’ Zanetti.  CHIASIELLIS: Blancuzzi, Simonato, Virgili, Donghi, Magrini, Lavia, Domenichetti, Milenkovic, Zanetti (89’ Cester), Vicchiarello, Del Prete. All. Franti. GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO: Marchitelli, Bissoli (83’ Zuliani), Rodella (33’ Riboldi), Tuttino, Sorvillo, Masia, Bonetti, Tommasella (51’ Parisi), Mauro, Brumana, Camporese. All. Rossi. ARBITRO: Luca Antonello di Bassano (Bearzotti/Sacco) AMMONIZIONI Donghi, Lavia e Milenkovic (C); Tuttino (T). Note: campo in gibboso, spettatori 350 circa. Angoli 3-3.  MORTEGLIANO – Con una prestazione di sostanza, il Chiasiellis conquista il derby d’andata con il Tavagnacco, grazie a due micidiali ripartenze che hanno condannato le gialloblù alla prima sconfitta stagionale in campionato. Un Tavagnacco evanescente nella prima frazione di gioco e poco efficace nel secondo tempo, è stato severamente punito da Domenichetti (migliore in campo) e Zanetti. Nella prima frazione di gioco, la Graphistudio non offre la sua faccia migliore, esponendosi ben presto alle ripartenze delle padrone di casa. Le ragazze di Franti appaiono motivate e concentrate in tutte le fasi di gioco, mentre le gialloblù faticano a impostare la manovra soprattutto a centrocampo, mal supportato dal resto della squadra. Nei primi venti minuti da gara non accade molto e si deve attendere il 22’ per assistere alla prima palla gol per il Chiasiellis, con Domenichetti che va via sulla destra ma spreca a due passi da Marchitelli calciando di poco a lato. Il copione si ripete al 27’ con il numero sette di casa che entra in area di rigore ma non inquadra lo specchio della porta da posizione favorevolissima. A cavallo della mezz’ora arriva la risposta del Tavagnacco, prima con un destro debole di Brumana e poi con un’inzuccata di Mauro che su tiro-cross di Bonetti dalla sinistra non inquadra lo specchio della porta a portiere ormai battuto. Al 32’ ancora Domenichetti non sfrutta uno svarione difensivo della Graphistudio e mister Rossi opta per il cambio: fuori Rodella per Riboldi con Camporese arretrata sulla linea difensiva. Nel finale della prima frazione di gioco ci prova Tatiana Bonetti con un sinistro “tenero” che non impensierisce Blancuzzi, al pari della conclusione a giro di Mauro che sorvola abbondantemente la traversa. Primo tempo in archivio sullo 0-0. La ripresa si apre con un Tavagnacco più volitivo e costantemente nella metà campo avversaria alla ricerca del vantaggio. Al 50’ Tuttino viene ammonita dal signor Antonello (a tratti imbarazzante la sua direzione viziata da almeno due grossolani errori con gli attaccanti gialloblù lanciati a rete e un secondo giallo ai danni di Donghi); è un cartellino pesante per il centrocampista che salterà la prossima gara interna con la Roma. La gara offre ancora emozioni al 57’ con Riboldi che, pescata in piena area di rigore da Tuttino, non riesce a trafiggere Blancuzzi da posizione centrale. Al 59’ è Vicchiarello a provare da calcio piazzato ma la palla del numero dieci sorvola di poco la traversa. Per la Graphistudio è il momento migliore: Blancuzzi disinnesca il sinistro velenoso di Bonetti, dopo una bella serpentina dell’attaccante gialloblù sull’out di sinistra; poi tocca a Magrini salvare la propria porta con una sforbiciata che allontana la sfera deviata di testa da Mauro. Dopo un'altra chiusura provvidenziale di Donghi sui piedi di Brumana, al 73’ ci prova ancora Bonetti e questa volta l’estremo difensore di casa è superlativo nello smanacciare la palla destinata nell’angolino basso. Nel momento di massima spinta del Tavagnacco arriva il contropiede del Chiasiellis che cambia le sorti del match. Zanetti e Domenichetti sfruttano la difesa alta della formazione ospite ed è proprio Domenichetti a superare Marchitelli in uscita per l’1-0. La Graphistudio accusa il colpo e capitola nuovamente due minuti dopo: azione fotocopia con il duo d’attacco biancoceleste che duetta alla grande e piazza la stoccata vincente con l’ottima Zanetti. Il 2-0 finale punisce oltre misura le ragazze di Rossi che incassano la prima sconfitta in campionato e devono fare mea culpa per una prestazione assolutamente insufficiente sotto il profilo caratteriale e della determinazione. Smaltita la delusione, serve un altro atteggiamento e, soprattutto, un altro spirito di squadra.