Home Altri sport Sport Invernali

Val di Fiemme: Francesco De Fabiani bronzo al Tour de Ski

0
Tour de Ski
Francesco De Fabiani - Tour de Ski (Foto Newspower.it)

Lo sci di fondo incanta ancora in Val di Fiemme, nella sesta e penultima competizione del Tour de Ski. La temuta ed impegnativa 15 km in classico Mass Start è stata domata dal solito ed irrefrenabile Johannes Klaebo, che ha sommato la sesta vittoria al Tour su sei gare e davanti a Paal Golberg, il quale continua a comandare la Coppa del Mondo. Con due campioni del genere, il terzo posto del valdostano del CS Esercito Francesco De Fabiani acquisisce ancora più valore, andando a ‘copiare’ il bronzo di ieri di Mocellini, ma anche i due bronzi e l’argento di Pellegrino in Val Müstair e ad Oberstdorf.
Tra le donne una “terza incomoda” mette tutte d’accordo. La tedesca Katharina Hennig con uno sprint azzeccatissimo ha regolato la leader del Tour Frida Karlsson e Kerttu Niskanen. L’Italia ha sperato con Caterina Ganz, balzata al comando nel corso dell’ultimo giro, poi ha rallentato il ritmo finendo 18.a dietro ad Anna Comarella.
Il norvegese Klaebo si dimostra subito affamato: suo il bonus punti e pure il bonus secondi. Il gruppo si è mosso compatto per quasi tutta la gara, al 4° km lo svedese William Poromaa tenta la fuga, azione poi subito annullata sulla salita “Zorzi”. De Fabiani e Pellegrino ci credono, controllano la situazione, rispettivamente in 4.a e 6.a posizione al 4° giro, quando le tute rosse dei “norge” si portano in testa. Al penultimo giro il francese Lapalus balza al comando alzando il ritmo prima del gran finale, ma lo svedese Calle Halfvarsson non si fa sorprendere e si accoda, segue un brillante “Defa”, il tedesco Moch, Poromaa, Holund e “Pelle”. Siamo all’ultimo giro, l’azzurro “Defa” non vuole farsi sfuggire questa ghiotta occasione, si mette sulle code di Holund e comincia a sognare il podio. Klaebo controlla da dietro, sa che la gara può deciderla lui in qualsiasi momento anche grazie ai suoi velocissimi sci.
All’arrivo le bandiere italiane iniziano a sventolare, lo speaker grida a gran voce “Defa”, e dalle tribune si alza un boato. L’uomo-record Klaebo conclude una prova studiata e controllata dall’inizio alla fine con un tempo di 39’59.2” davanti al connazionale Paal Golberg, a soli 4”, e all’azzurro De Fabiani, che già in Val di Fiemme aveva conquistato un secondo posto nel 2021 nella medesima prova. “Ci voleva, è stata una gara molto dura – ha raccontato De Fabiani – molto più dura rispetto alle altre volte in cui ho fatto podio qui. Non perché andassero più forte, ma probabilmente perché io non sono ancora al top della condizione. Sicuramente sono migliorato dall’inizio del Tour de Ski, c’entra il fatto che a Natale ho avuto un piccolo malanno. Fa parte della vita da atleta, anche ogni piccolo inconveniente fa la differenza. Però sono contentissimo di essermi portato a casa questo podio”.
Pellegrino termina al 10° posto, finale sfortunato invece per l’altoatesino Dietmar Nöckler, il quale cade proprio nell’ultimo giro, ma poi si rialza e chiude al 23° posto. Buon 25° posto per il trentino Paolo Ventura, 38° Giandomenico Salvadori, 44.a piazza per Giovanni Ticcò e infine Davide Graz 48°. Hanno riposato oggi Mikael Abram e Simone Mocellini, quest’ultimo compagno di stanza di De Fabiani i quali, proprio ieri sera, hanno organizzato una serata cinema con il celebre film “Top Gun 2”, giusto per caricarsi.
Nella 15 km femminile la Germania con Katharina Hennig ha fatto lo “sgambetto” alla temuta Norvegia. La tedesca ha centrato la sua prima vittoria in assoluto in Coppa del Mondo.
Ad aprire le danze al primo giro sulla celebre “Zorzi Hill” è proprio Hennig, che detta subito il ritmo. Cade al primo chilometro la svizzera Nadine Faehndrich, gettando all’aria la gara di oggi, mentre Tiril Udnes Weng conquista il bonus punti. L’atmosfera sulla pista di Lago di Tesero è da stadio e il pubblico lungo il percorso si fa sentire quando la trentina Caterina Ganz (FFGG) passa in testa al 5° km, tallonata dalla finlandese Kerttu Niskanen e dalla tedesca Hennig. La Ganz si prende tutti gli applausi della tribuna sotto il “transito” sfilando davanti al pubblico di casa. Con il pettorale giallo di leader la svedese Frida Karlsson si aggiudica invece il bonus secondi. Al km 8.9 la finlandese Niskanen fa la progressione, scalda i cavalli del proprio motore in salita, mentre la svedese Karlsson sfiora i 50 km/h in discesa. A fare il ritmo è un gruppo di 7 atlete con Niskanen, Karlsson, Weng (T.U.), Hennig, Brennan, Oeyre Slind e Stadlober, inseguono a 8” Heidi Weng, un’ottima Anna Comarella, la finlandese Anne Kyllonen e la canadese Stewart-Jones. Le norvegesi faticano, a sorpresa, all’ultimo giro, sulla salita finale Niskanen mette il turbo, Brennan, Hennig e Karlsson la inseguono, più staccate invece Oyre Slind e Stadlober. Hennig vola sugli sci e ferma il cronometro su 44’26.7”, davanti a Frida Karlsson e Kerttu Niskanen. Tattica vincente la loro, nel pre-gara si erano accordate per tenere a bada le favorite norvegesi, decidendo di tenere alto il ritmo fin dalle prime fasi di gara. Prima tra le italiane Anna Comarella (17.a), seguita da Caterina Ganz (18.a), Martina Di Centa (29.a) e Cristina Pittin (34.a). Ritirata invece questa mattina la finlandese Krista Parmakoski, a causa di un dolore allo stomaco.
Domani l’epilogo in grande stile, anticipato dalla Rampa con i Campioni che promette bagarre in cima all’Alpe del Cermis. Dario Cologna vs Petter Jr Northug, il primo vincitore di ben 4 Tour de Ski, il secondo “re” del Tour nel 2015. Al via anche Peter Schlickenrieder, ex fondista tedesco e argento nella Sprint a Salt Lake City nel 2002, e Pierre Mignerey, ex direttore FIS della Coppa del Mondo di fondo. Tra le donne invece farà ritorno Antonella Confortola, già vincitrice della Rampa nel 2018 e nel 2016. Lo start da Lago di Tesero è previsto alle 9 per la ‘Rampa’, mentre la Final Climb delle donne elite scatterà alle 11 e quella maschile alle 12.45.
Info: www.fiemmeworldcup.com

Women 15 km Mass Start CT
1 HENNIG Katharina GER 44:26.7; 2 KARLSSON Frida SWE 44:27.4; 3 NISKANEN Kerttu FIN 44:27.5; 4 BRENNAN Rosie USA 44:27.7; 5 STADLOBER Teresa AUT 44:37.6; 6 SLIND Astrid Oeyre NOR 44:44.0 7 WENG Tiril Udnes NOR 44:55.9; 8 KYLLONEN Anne FIN 45:01.1; 9 WENG Heidi NOR 45:01.4; 10 STEWART-JONES Katherine CAN 45:02.9
17 COMARELLA Anna 45:23.0; 18 GANZ Caterina 45:23.2; 29 Di CENTA Martina 45:58.4; 34 PITTIN Cristina 47:47.4

Men 15 km Mass Start CT
1 KLAEBO Johannes Hoesflot NOR 39:59.2; 2 GOLBERG Paal NOR 39:59.6; 3 De FABIANI Francesco ITA 40:00.4; 4 CYR Antoine CAN 40:00.5; 5 HALFVARSSON Calle SWE 40:00.8; 6 POROMAA William SWE 40:01.1; 7 KRUEGER Simen Hegstad NOR 40:01.3; 8 TOENSETH Didrik NOR 40:02.3; 9 HOLUND Hans Christer NOR 40:02.8; 10 PELLEGRINO Federico ITA 40:03.9
23 NOECKLER Dietmar 40:23.0; 25 VENTURA Paolo 40:32.4; 38 SALVADORI Giandomenico 41:43.5; 44 TICCO Giovanni 42:19.9; 48 GRAZ Davide 42:21.4

 

Previous article“Domani Cambierò”, il nuovo singolo di Scarabocchi ft. Safil
Next articleCoppa Italia: domani il Brescia ospita la Juventus