Home Altri sport Sport Invernali Val Martello: 4 fragoline azzurre sulla torta tedesca

Val Martello: 4 fragoline azzurre sulla torta tedesca

0
martello
Le ragazze dell'Italia (Foto Newspower.it)

Dopo la pausa di ieri, giusto per festeggiare la giornata internazionale della montagna, atleti nuovamente in pista al Biathlon Zentrum in località Grogg, per una nuova giornata di IBU Junior Cup di biathlon in una Val Martello bardata a festa.
Sotto un cielo terso e un sole che ha scaldato gli atleti all’arrivo, oggi nella vallata altoatesina si sono disputate le staffette 4×7,5 km maschili e 4×6 km femminili. Al maschile, trionfo della Polonia (Badacz, Matusik, Gunka, Zawol), Germania seconda (Lodl, Noack, Barchewitz, Koellner), terza l’Ucraina (Mandzyn, Hrushchak, Borovyk, Kinash). L’Italia si salva grazie alle donne, seconda (Carpella, Scattolo, Brunetto, Scattolo) dietro alla Germania (Puff, Kastl, Mueller, Braun), terza l’Austria (Andexer, Osl, Rothschopf, Wagner).
I primi a partire sono stati gli uomini con ben 18 nazioni al via. La Polonia sbalordisce e ribalta la classifica finale, dopo una partenza in sordina e con ben cinque errori al poligono di Badacz all’inizio della gara. I suoi compagni riescono poi a rimontare con delle ottime performances al poligono, chiude in solitaria in 1:26:24.4 uno straordinario Marcin Zawol che si volta all’arrivo, ma alle sue spalle non trova nessuno. Badacz commenta: “La gara è andata bene, ma questo tracciato è davvero difficile per me e l’ultimo giro è andato davvero male. Al poligono è stato orribile soprattutto al primo, mentre in piedi ho fatto due errori, fortunatamente non siamo stati penalizzati.” Distanziata di ben 1’1’’2 chiude seconda la Germania, partita molto bene, ma che si è giocata la vittoria dal terzo cambio commettendo troppi errori al poligono. Il tedesco Moritz Noack dichiara: “La mia gara non è andata benissimo perché ho commesso degli errori nel poligono in piedi, ma poi sugli sci è andata molto bene e sono riuscito a recuperare diverse posizioni. Abbiamo guadagnato due posizioni all’ultimo giro e arrivare secondi è un risultato molto buono”. Costante invece la prestazione dell’Ucraina, sbaglia poco al poligono e chiude in terza posizione con Stepan Kinash, secondo nella gara Individual di due giorni fa. Quarta posizione per la Repubblica Ceca che anticipa l’Italia, quinta. Rimonta straordinaria di Elia Zeni (FFOO), secondo miglior tempo di frazione e ultimo azzurro a partire, che riesce migliorare la posizione finale di squadra strappando un buon quinto posto: “La gara è andata molto bene sugli sci, però peccato per quell’ultimo colpo mancato in piedi, altrimenti sarebbe stata la gara perfetta. Sono davvero molto contento”.
Al femminile trionfa la Germania con la buona prestazione al poligono di Luise Mueller e Selina Marie Kastl, chiudendo in 1:20:49.1. A terminare la gara è stata Mareike Braun, che affaticata si butta a terra e all’arrivo commenta: “Sono molto felice di come è andata questa gara, siamo andate davvero veloci. Sugli sci è andata molto bene e al poligono ho commesso solo due errori, uno in piedi e uno a terra. Sono molto soddisfatta.”
Una magnifica gara da parte di tutte le azzurre che hanno fatto davvero un buon lavoro di squadra e hanno saputo tirare fuori la grinta per aggiudicarsi uno straordinario secondo posto. Le italiane hanno gestito molto bene la gara sin dall’inizio, Sara Scattolo (CS Esercito) ha provato all’ultimo giro ad andare a prendere la tedesca in testa per giocarsi la vittoria, ma sfortunatamente non c’è riuscita. Nel tratto in salita l’azzurra ha acceso il gas, rosicchiando parecchi secondi alla prima e porta l’Italia al secondo posto a soli 28”04 dalla Germania.
La Scattolo all’arrivo è accolta dalle urla di gioia delle compagne, e lei commenta: “Oggi è andata abbastanza bene, ma non sono molto contenta di come sono andata al tiro. Però siamo seconde, e quindi bene così. Ci siamo divertite e poi la medaglia di squadra è sempre una medaglia di squadra”. Anche Gaia Brunetto (CS Esercito) si dice molto soddisfatta: “Penso di essere riuscita a dare il massimo. Sono molto felice per la parte sugli sci, al tiro ho faticato un po’ da terra perché ne ho sbagliati due e con le ricariche ho un po’ faticato. In piedi sono riuscita a trovare il mio ritmo, quindi è andata bene e sono contenta”. Duello fino all’ultimo giro fra Austria e Ucraina per il terzo posto, alla fine l’austriaca Lara Wagner anticipa l’ucraina Oleksandra Merkushyna e porta l’Austria sul terzo gradino del podio. Wagner sorride e commenta: “La gara è stata bellissima, le mie compagne di squadra erano davvero forti. Sono partita in quarta posizione e alla fine è stato molto entusiasmante, sono davvero contenta di aver portato a casa questo terzo posto”.
Ora nella ‘valle delle fragole’ cala il sipario solo per due giorni, mercoledì di nuovo tutti in pista con la gara Sprint femminile di 7.5 km e la Sprint maschile di 10 km.
Info: www.biathlon-martell.com

Junior Men 4×7,5km Relay
1 POLAND 3 (Badacz Konrad, Matusik Hubert, Gunka Jan, Zawol Marcin) 1:26:24.4; 2 GERMANY 1 (Lodl Darius, Noack Moritz, Barchewitz Oscar, Koellner Hans) 1:27:25.6; 3 UKRAINE (Mandzyn Vitalii, Hrushchak Dmytrii, Borovyk Roman, Kinash Stepan) 1:27:46.5; 4 CZECH REPUBLIC (Manek Ondrej, Kudrnac Jakub, Kabrda Josef, Abraham Ludek) 1:28:05.7; 5 ITALY (Daziano Thomas, Betemps Nicolo’, Piller Cottrer Fabio, Zeni Elia) 1:28:07.7.

Junior Women 4x6km Relay
1 GERMANY 1 (Puff Johanna, Kastl Selina Marie, Mueller Luise, Braun Mareike) 1:20:49.1; 2 ITALY (Carpella Fabiana, Scattolo Ilaria, Brunetto Gaia, Scattolo Sara) 1:21:17.5; 3 AUSTRIA (Andexer Anna, Osl Lisa, Rothschopf Lea, Wagner Lara) 1:21:52.6; 4 UKRAINE (Horodna Yuliia, Moskalenko Oksana, Horodna Olena, Merkushyna Oleksandra) 1:22:05.1; 5 SWITZERLAND (Laager Alessia, Meier Lea, Koenig Seraina, Perren Marlene Sophie) 1:22:39.2