Home Altri sport Motori

Villa, Menegatti e Nodari firmano la Top 10 con MS Munaretto

MS Munaretto
Menegatti-Rutigliano Rally del Salento 2024 (Foto Actualfoto)

In un weekend caratterizzato dai molteplici impegni internazionali, MS Munaretto ha saputo cogliere importanti risultati, tra tutti quelli di Jean-Paul Villa in Corsica e di Paolo Menegatti e Paolo Nodari sugli asfalti salentini.

Un tabellino di marcia particolarmente impegnativo quello dell’ultimo fine settimana sportivo di maggio, portato a termine con un paio di defezioni di rilievo, contrapposte ad un prestigioso tris di top 10 assolute.

Questo, in poche parole, il sunto dell’ennesima avventura sportiva dell’instancabile team MS Munaretto, impegnato ancora una volta in ben quattro eventi in contemporanea, dal nord al sud Italia, passando per la Corsica.

Le soddisfazioni maggiori arrivano dal 56° Rally del Salento, terzo appuntamento del Trofeo Italiano Rally.

Sugli insidiosissimi asfalti salentini, con le mitiche prove speciali ricavate tra i muretti a secco a fare da perfetta sfida ai protagonisti della prestigiosa serie tricolore, i due equipaggi targati MS Munaretto hanno, ancora una volta, saputo mettersi in luce.

Paolo Menegatti, difatti, ha colto una importante settima posizione assoluta, al volante della Škoda Fabia RS Rally2. Coadiuvato come di consueto da Nicola Rutigliano, l’esperto pilota di Zanè ha disputato una corsa in crescendo, abbassando progressivamente i propri riscontri cronometrici, battendo i propri record dell’edizione passata della corsa e, per altro, consolidando la quinta posizione provvisoria in un Trofeo Italiano Rally che ad ogni occasione si sta dimostrando particolarmente incerto ed avvincente.

Appiedato da una uscita di strada nel scorsa edizione della celebre corsa salentina, Paolo Nodari ha ottenuto la sua rivalsa, portando il figlio Giulio e la fida Škoda Fabia Rally2 Evo al nono posto della classifica assoluta, siglando così importanti punti in ottica di Campionato, complice anche il coefficiente maggiorato.

Nell’ultimo weekend di maggio un’altra località di mare, oltre al sopraccitato Salento, ha sorriso al team MS Munaretto.

Si tratta della Corsica, nella quale è andato in scena il secondo atto del Championnat de France des Rallyes Terre: il 2° Rallye Terre d’Aléria.

Sugli sterrati isolani ha ben figurato Jean-Paul Villa, della partita sulla performante Škoda Fabia Rally2 Evo condivisa con Dominique Corvi. Il pilota transalpino, migliorando costantemente i propri tempi in prova, ha concluso l’evento in sesta piazza assoluta.

Parlando, invece, di sfortunate defezioni, non possiamo non nominare quella di Jacopo Araldo, atteso allo start dell’8° Rally il Grappolo, ma costretto a rinunciare a causa di un problema personale. Avrebbe dovuto prendere il via della corsa assieme a Lorena Boero, su una Škoda Fabia RS Rally2.

Sfortuna anche per Boštjan Avbelj: il forte pilota sloveno, tornato al 30° Rally del Taro tra le fila di quell’International Rally Cup che l’ha visto trionfare nel 2022 e 2023, ha dovuto ben presto alzare bandiera bianca a causa di uno sfortunato inconveniente meccanico verificatosi sulla sua Škoda Fabia R5, condivisa con Damijan Andrejka.

Sulle strade del secondo appuntamento dell’IRC i colori del team MS Munaretto sono comunque stati degnamente rappresentati da Battistu Ceccaldi e Mattia Zanin.

Il primo ha avviato positivamente la propria stagione sugli asfalti italiani. Attardato da una penalità iniziale di venti secondi, Ceccaldi, accompagnato alle note da Matthieu Belhacene, si è presto rifatto a bordo della Škoda Fabia Rally2 Evo, migliorando prova dopo prova ed avvicinandosi sempre più ai riscontri cronometrici dei big. Ha terminato la corsa al quindicesimo posto assoluto.

Infine, positiva la prestazione di Mattia Zanin: il giovane pilota coneglianese, già portacolori di Aci Team Italia nel FIA Junior ERC, ha disputato una buona corsa, imponendosi anche in due delle sette prove speciali in programma, terminando infine la propria avventura al quarto posto di classe e nel Trofeo Rally4, sulla fida Peugeot 208 Rally4, condivisa con Fabio Pizzol.