Home Altri sport Motori A San Marino Pellè torna al primo amore

A San Marino Pellè torna al primo amore

86
0
Roberto Pellè - Rally di Alba 2021 (Foto Actualfoto - Mario Leonelli)

Il primo amore non si scorda mai ed in vista dell’imminente San Marino Rally, appuntamento valido come quinto round della Suzuki Rally Cup, Roberto Pellè tornerà al volante della versione aspirata 1.6 R1, in sostituzione temporanea della nuova Swift Sport Hybrid che continuerà il proprio sviluppo tra le amorevoli cure di A. Bi. Car Racing.

“Dopo un lungo ragionamento abbiamo deciso di tornare sull’aspirata” – racconta Pellè – “perchè abbiamo già visto lo scorso anno, al Tuscan, che questa versione sulla terra ha ancora molto da dire. Grazie all’amico Luca Manera ed alla sua collaborazione torneremo alla guida della Swift 1.6 R1, ci ha regalato tante soddisfazioni in passato, mentre continueremo a lavorare sulla versione ibrida. Con una sola gara su terra non aveva molto senso investire tempo e risorse, facendolo soprattutto in fretta dopo l’Alba di un paio di settimane fa, quindi cercheremo di svilupparla bene sull’asfalto per ripresentarci ancora più competitivi in futuro.”

Atto unico sulle strade bianche, all’ombra del Monte Titano, partendo da una classifica del monomarca della casa giapponese che vede il portacolori di Destra 4 Squadra Corse, affiancato da Giulia Luraschi nell’occasione, al sesto posto, forte del buon esordio ibrido in quel di Alba e chiamato a far valere tutta la propria esperienza sull’aspirato per colmare il gap.

Il San Marino numero quarantanove sarà importante crocevia di due serie tricolori, a partire dal Campionato Italiano Rally e proseguendo con il Campionato Italiano Rally Terra, che eleveranno la caratura del parco partenti anche in chiave di Campionato Italiano R1.

“Al San Marino troveremo i protagonisti del Campionato Italiano R1” – sottolinea Pellè – “ed in questa stagione il livello della competizione qui, con l’arrivo delle nuove Renault Clio e Ford Fiesta, è aumentato parecchio. Pur essendo in classifica questo non è al momento uno dei nostri obiettivi stagionali ma non è da escludere che, vedendo i risultati del San Marino, ci si possa fare un pensierino come nella passata stagione. Intanto dobbiamo restare concentrati sull’occasione che abbiamo e vogliamo ricucire il divario che ci separa dalle posizioni di testa.”

Nove le prove speciali complessive per il San Marino targato 2021, suddivise su due giornate e con la prima, quella di Venerdì 25 Giugno, dedicata esclusivamente alla power stage “San Marino” (2,04 km), da affrontare nel tardo pomeriggio.

La gara vera e propria si vivrà Sabato, due le tornate complete su “Terra di San Marino” (4,75 km), “Macerata Feltria” (7,47 km) e “Sestino” (14,88 km), le ultime due da ripetere ancora per un passaggio, completando i poco meno di ottanta chilometri effettivi al cronometro.

“Non abbiamo mai corso qui” – conclude Pellè – “e speriamo di adattarci presto al tipo di fondo che, sicuramente, si rovinerà anche con la complicità del passaggio dei vari fuoristrada.”