Home Sport combattimento F.i.j.l.k.a.m. Abu Dhabi sempre più vicina e pronta alla ripresa del turismo internazionale...

Abu Dhabi sempre più vicina e pronta alla ripresa del turismo internazionale con Return to UFC Fight Island™

24
0
0a0aaaSafe zone on Yas Island Abu Dhabi - UFC Fight Island2

0a0aaaSafe zone on Yas Island Abu Dhabi - UFC Fight Island2

Foto UFC Fight Island

Il Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi) e UFC®, la principale organizzazione mondiale di arti marziali miste, hanno annunciato che ‘Return to UFC Fight Island’, la celebre serie UFC, si terrà a Yas Island dal 26 settembre al 24 ottobre.

Dopo il successo indiscusso dell’evento inaugurale a luglio, che ha favorito la creazione dell’innovativa ‘safe zone’ UFC Fight Island™ estesa a tutte le aree per eventi di Yas Island, l’epico ritorno della serie, meno di tre mesi dopo, segna un altro primato storico per Abu Dhabi e lo sport. La capitale degli Emirati Arabi Uniti continua a occupare una posizione di leadership nell’organizzazione di eventi sportivi celebri, attraverso la messa a punto di accurati protocolli sanitari e per la sicurezza, garantendo un ulteriore impulso all’economia locale e visibilità ad atleti di fama mondiale.

‘Return to UFC Fight Island’ inizierà con un incontro per il titolo dei pesi medi il 26 settembre con UFC® 253: ADESANYA vs COSTA, seguito da UFC FIGHT NIGHT®: HOLM vs ALDANA il 3 ottobre, UFC FIGHT NIGHT®: MORAES vs SANDHAGEN il 10 ottobre e UFC FIGHT NIGHT®: ORTEGA vs. KOREAN ZOMBIE il 17 ottobre.

L’evento si chiuderà con l’emozionante incontro UFC® 254: Nurmagomedov vs. Gaethje il 24 ottobre, quando il preferito dai fan Khabib Nurmagomedov tornerà nell’Ottagono per la prima volta da quando ha sconfitto il campione USA Dustin Poirier, al terzo round dell’UFC® 242 svoltasi durante la Abu Dhabi Showdown Week dello scorso settembre.

La ‘safe zone’ collaudata durante UFC Fight Island™ a luglio includerà un’arena, diversi hotel e spazi per l’allenamento, l’intrattenimento e la ristorazione. Abu Dhabi ha inoltre guidato lo sviluppo della certificazione ‘Go Safe’, che applica gli standard internazionali in materia di igiene e sicurezza alle strutture ricettive, alle attrazioni, ai centri commerciali e ai luoghi pubblici dell’emirato e sostiene l’impegno della capitale nel contrastare la diffusione del COVID-19, tramite test diffusi, servizi igienico- sanitari avanzati e misure di social distancing.

“UFC Fight Island si è rivelato un enorme successo e il suo ritorno immediato testimonia la forza della nostra partnership con UFC e la competenza e preparazione di Abu Dhabi dimostrate nella gestione di importanti eventi internazionali assicurando i più alti livelli di sicurezza e salute”, ha affermato SE Mohamed Khalifa Al Mubarak, Chairman DCT Abu Dhabi. “Return to UFC Fight Island conferma l’impegno della destinazione nel promuovere eventi sportivi e turistici, nonché l’approccio collaborativo adottato dai vari dipartimenti governativi per garantire la ripresa del turismo, degli affari e di altri importanti eventi internazionali in più settori”.

Dana White, presidente UFC, ha aggiunto: “UFC Fight Island™ è stato un successo straordinario sotto ogni aspetto. Mentre il  resto del mondo optava per la chiusura, abbiamo lavorato con i nostri partner ad Abu Dhabi  per proporre la  migliore  esperienza  sportiva  dal  vivo  e  lo  abbiamo fatto  in  modo  sicuro  e responsabile. Il sistema di infrastrutture offerto dall’emirato, dall’arena, agli hotel, ai ristoranti, non è secondo a nessuno e non vediamo l’ora di tornare nella destinazione. Return to UFC Fight Island presenterà alcuni dei migliori combattimenti dell’anno, incluso un potenziale ‘Fight of the Year’”.

Come  parte  dei  rigorosi  protocolli riguardanti  la salute  e la sicurezza  pubblica, la ‘safe zone’ sarà accessibile solo agli  atleti UFC e ai  loro allenatori, al personale UFC, allo staff dell’evento e ai  dipendenti delle strutture di Yas Island. Si richiede un periodo obbligatorio di quarantena e un test COVID-19 negativo prima  dell’ingresso  nell’area protetta,  mentre verranno condotti  test  regolari  per  tutti  coloro  che  si trovano all’interno della ‘safe zone’ per l’intera durata della serie.

Per garantire la  sicurezza di tutti  i  partecipanti alla  competizione, residenti e visitatori  di Yas  Island, le solide misure disposte segnalano  la  volontà  di  rilanciare  il  turismo  e ridare  il  benvenuto  ai visitatori nell’emirato, una volta riattivati i voli per l’Aeroporto Internazionale di Abu Dhabi, ed avvalorano la linea strategica adottata dal governo di Abu Dhabi in risposta al COVID-19, ampiamente riconosciuta come tra le migliori al mondo.

Gli eventi Return to UFC Fight Island saranno trasmessi negli Emirati Arabi Uniti e in tutta l’area MENA su UFC Arabia, il  primo  servizio di  abbonamento in lingua  araba  di UFC nella regione, disponibile tramite Apple Store, Google Play e tramite browser web e smart TV.

About  UFC
UFC® è la principale  organizzazione mondiale di arti marziali miste (MMA), con  oltre 318  milioni di fan e 102 milioni di follower sui social media. L’organizzazione produce  più di  40 eventi  dal vivo  ogni anno  in alcune  delle arene  più prestigiose del  mondo, raggiungendo al contempo  quasi un  miliardo d TV in oltre 175 paesi. Il registro degli atleti UFC presenta i migliori atleti MMA del mondo,  che  rappresentano  oltre  65  paesi.  Le  offerte  digitali  dell’organizzazione  includono  UFC  FIGHT  PASS®,  il  servizio  di streaming leader  a  livello  mondiale  per  gli  sport  da  combattimento.  UFC  è  stata acquisita  nel  2016  dalla  società  globale  di intrattenimento,  sport e  contenuti  Endeavour  e dagli investitori strategici Silver Lake Partners e  KKR. UFC ha sede  a Las Vegas, Nevada. Per ulteriori informazioni, visitare ufc.com e seguire UFC su Facebook.com/UFC, Twitter, Snapchat e Instagram: @UFC.

About  the  Department of Culture  and Tourism –Abu  Dhabi (DCT Abu Dhabi)
Il Dipartimento  Cultura  e  Turismo  di  Abu  Dhabi conserva e promuove  il patrimonio e la cultura dell’Emirato di Abu Dhabi ponendoli  al centro dello sviluppo  di una destinazione di livello, sostenibile e distintiva, che arricchisce la vita di visitatori e locali. L’organizzazione gestisce il settore turistico dell’emirato e promuove  la destinazione a livello internazionale attraverso una vasta gamma di attività volte ad attrarre visitatori e investimenti. Le sue politiche, piani e programmi sono  relativi alla conservazione del  patrimonio  e della cultura,  compresi  la protezione  di siti archeologici  e storici  e lo  sviluppo  di musei, tra  cui  il  Louvre  Abu Dhabi, lo Zayed National Museum e il Guggenheim Abu Dhabi. DCT  Abu Dhabi sostiene attività intellettuali e artistiche ed eventi culturali  per  alimentare un  ambiente  dinamico  e  onorare  il  patrimonio  dell’emirato.  Un  ruolo  chiave  è  creare  sinergie nello sviluppo  della destinazione attraverso  un efficiente coordinamento  con  la sua ampia base di stakeholder.

www.visitabudhabi.ae/it