Home Altri sport ARCO – Grand Prix Antalya: Musolesi per il bronzo

ARCO – Grand Prix Antalya: Musolesi per il bronzo

121
0
Federico Musolesi al tiro (Foto World Archery)

La terza giornata di gare dell’European Grand Prix di Antalya (Tur) è stata contraddistinta da un forte vento che ha accompagnato le eliminatorie individuali e che ha condizionato le prestazioni e i punteggi di tutti i partecipanti.

Nonostante le condizioni difficili da gestire l’Italia è comunque riuscita a ottenere la finale per il bronzo arco olimpico grazie a Federico Musolesi che domani mattina alle ore 11:00 sfiderà per il terzo posto Jeff Henckels (Lux).
L’arciere bolognese, classe ’98, si è fermato solamente in semifinale, superato 6-2 dall’arciere delle Isole Vergini Nicholas D’Amour che si giocherà l’oro contro il russo Galsan Bazarzhapov.
In precedenza l’azzurro in forza al Castenaso Archery Team aveva vinto 6-2 il derby azzurro col compagno di Nazionale Alessandro Paoli (che aveva vinto il bronzo nella precedente tappa del Grand Prix a Porec), per poi vincere allo spareggio il match degli ottavi con lo spagnolo Castro 6-5 (10-8) e ai quarti col russo Tsybikzhapov 7-3.

I MATCH DEGLI ALTRI AZZURRI – Se Alessandro Paoli è stato superato da Musolesi ai sedicesimi, si è invece fermato agli ottavi di finale l’olimpionico Marco Galiazzo che spera di venir vendicato domani da Musolesi visto che è stato battuto 6-2 dal lussemburghese Henckels.
Sono stati stoppati ai 1/16 gli avieri Mauro Nespoli e Michele Frangilli: il primo dal tedesco Wieser 7-3 il secondo dal russo Tsybikzhapov 6-2.
Tra le donne, Chiara Rebagliati e Tatiana Andreoli, prima hanno superato entrambe con un 6-2 ai 1/16 Smialkowska (Pol) e Villard (Fra), poi sono state fermate agli ottavi dalla francese Barbelin e dalla rumena Amaistroaie, entrambe per 6-2. La Barbelin ha poi proseguito la sua corsa e si giocherà la finale per la medaglia d’oro contro la spagnola Canales, mentre Amaistroaie sfiderà per il bronzo la tedesca Tartler.
Si era invece fermata ai 1/16 Elena Tonetta, battuta 6-0 dalla Kroppe (Ger).